Francesco Sbano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Francesco Sbano (Paola, ...) è un giornalista, produttore discografico, fotografo e regista italiano, di origine calabrese, che ora vive in Germania[1].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Ha fatto successo, soprattutto all'estero producendo la trilogia: La musica della mafia, vendendo 150.000 copie. Il primo cd fu pubblicato nel 2000, il secondo nel 2002 e il terzo nel 2005. Le foto all'interno della trilogia sono una sua opera. L'uscita di questo ebbe un notevole rilievo internazionale da giornali e tv e fece anche molto discutere per il contenuto delle canzoni e l'elogio di valori mafiosi.

Nel 2009 presenta da regista il suo primo film documentario-inchiesta: Uomini d'onore, anch'esso non privo di contestazioni[1]. Ha anche ricevuto il premio: Premio Speciale Corrado Alvaro 2006.[2] Film inteso come completamento della sua raccolta musicale, dove afferma di non dare alcun giudizio riguardo ai mafiosi.

Procedimenti giudiziari[modifica | modifica wikitesto]

Irruzione nel Museo della 'ndrangheta[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio del 2014 Francesco Sbano e Demetrio Siclari dopo aver fatto irruzione in un laboratorio anti-cosche del Museo della 'ndrangheta di Reggio Calabria per chiedere il pagamento del diritto d'autore, sono indagati dalla Procura di Reggio Calabria [1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c I cantanti della ‘ndrangheta chiedono i diritti d’autore, in corriere.it, 05-02-2014. URL consultato il 05-02-2014.
  2. ^ Uomini D'Onore - Men Of Honour

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie