Francesco Niccolai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Francesco Niccolai (Borgo San Lorenzo, 7 ottobre 1881Firenze, 1930) è stato un letterato, scrittore, storico e giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Francesco Niccolai nasce a Borgo San Lorenzo nel 1881 dall’Ing. Niccolò Niccolai e da Enrichetta Berretti. Entra a 13 anni nel Collegio dè Barnabiti alla Querce, dove era stato preceduto da altri cinque compaesani :Giuseppe Magnani e Gaetano Magnani (il primo fu sindaco di Borgo nel 1895 e il secondo mori in campo di concentramento durante la prima guerra mondiale), Antonio Savi, Cesare Savi e Gino Campani. Il Niccolai grazie alla sua esemplare condotta ebbe il “posto d’Onore” dell’Istituto.[1]

Francesco Niccolai
Il Prof. Francesco Niccolai

Successivamente andò all’Università di Firenze a studiare Lettere e conseguita la Laurea in Letteratura e Magistero insegnò in diversi Istituti Superiori come Aosta, Parma, Ferrara e Firenze, dove fu Docente per molti anni al Liceo Dante.

Fu autore ai primi del ‘900 di numerose pubblicazioni di storia e di letteratura, tra le pubblicazioni più importanti, affiancato dall’amico Avv. Giuseppe Ungania curatore di tutto l’apparato fotografico, il 12 aprile 1914, diede alle stampe una splendida “Guida Illustrata del Mugello e della Val di Sieve”. [2]

Un'altra importante sua pubblicazione fu il libro ricordo di tutti i Caduti borghigiani della Prima Guerra Mondiale, indicati nome per nome. Francesco fu Tenente del Quinto Genieri della I Armata guidata da Guglielmo Pecori Giraldi. [3]

Inoltre gettò le basi per la creazione di una scuola per l’istruzione pubblica superiore a quella elementare in Mugello. Nacque così la “Scuola Complementare “Giovanni Lapi”, che divenne la Scuola di Avviamento Professionale al Lavoro".

Nel 1925 fu tra i soci fondatori della Società Mugellana di Studi Storici[4], pensata per promuovere la cultura e la storia locale, negli anni immediatamente successivi alla Grande Guerra e al terremoto del 29 giugno 1919 [5] che aveva colpito l’intera vallata. Morì a soli 49 anni.

La Famiglia Niccolai di Borgo San Lorenzo
La Famiglia Niccolai di Borgo San Lorenzo in una foto dell' Archivio Storico dell'Avv. Giuseppe Ungania di proprietà di Aldo Giovannini

Negli anni ’60 del ‘900 l’amministrazione comunale di Borgo San Lorenzo decise di dedicare una strada in sua memoria.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vedi articolo di Aldo Giovannini, Mugello che fu. I cento anni della prima guida, http://www.okmugello.it/mugello/i-cento-anni-19142014-guida-mugello-val-sieve
  2. ^ F. Niccolai, Guida del Mugello e della Val di Sieve, Borgo San Lorenzo, 1914 (rist. anastatica Roma 1974, Noferini 2014). Vedi anche: "Il Messaggero del Mugello", 24 maggio 1914 n° 21.
  3. ^ A. Modi, F. Niccolai e Il contributo di sangue del Comune di Borgo San Lorenzo alla Grande Guerra, in “Bollettino della Società Mugellana di Studi Storici”, maggio 1928, n° 1, pp. 452-453.
  4. ^ F. Niccolai, La Società Mugellana di Studi Storici, in “Il Messaggero del Mugello”, 22 marzo 1925 n° 12.
  5. ^ F. Niccolai, I danni agli edifizi del culto recati in Mugello dal terremoto del 29 Giugno 1919, dattiloscritto datato Settembre conservato nella Biblioteca Comunale di Borgo San Lorenzo (Sezione locale, n. 252).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • A. GIOVANNINI, 1930, Francesco Niccolai, “Bollettino della Società Mugellana di Studi Storici”, dicembre nº 3/4, pp. 72-74.
  • F. Niccolai, Fondazione della Società Mugellana di Studi Storici, in “Il Messaggero del Mugello”, 1 marzo nº 9.
  • F. Niccolai, Il contributo di sangue del Comune di Borgo San Lorenzo alla Grande Guerra, Borgo San Lorenzo, 1928.
  • Elisa Marianini, La memoria dei caduti della Grande Guerra in Mugello - una ferita salvata dalla bellezza, Edizione Noferini, Borgo San Lorenzo (FI), 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]