Francesco Montanari (attore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesco Montanari nel 2010

Francesco Montanari (Roma, 4 ottobre 1984) è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Roma il 4 ottobre del 1984. Diplomato presso l’Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico, Francesco Montanari partecipa al saggio di diploma dell'allievo regista Jacopo Bezzi, I bambini di sale, ed è successivamente diventato famoso per la sua partecipazione, nel ruolo del "Libanese", in Romanzo criminale - La serie, serie tv ispirata alla vera storia della banda della Magliana.

Nel 2009 è nel film Oggi sposi, regia di Luca Lucini.

Ha inoltre partecipato, al fianco di Benedicta Boccoli e Sebastiano Somma, allo spettacolo teatrale Sunshine, per la regia di Giorgio Albertazzi e, insieme a Riccardo De Filippis, a Il Calapranzi di Harold Pinter, per la regia di Giorgio Caputo.

Nel 2010 è protagonista dello spettacolo Killer Joe, di Tracy Letts, con la regia di Massimiliano Farau, al fianco di Alessandro Marverti, Chiara Claudi, Andrea Ricciardi e Patrizia Ciabatta. Interpreta il sicario Killer Joe. Nello stesso anno recita da protagonista anche in Piccoli equivoci, per la regia di Claudio Bigagli, insieme a Mauro Meconi e Diane Fleri. Ancora protagonista, assieme a Vanessa Hessler, del film: Sotto il vestito niente - L'ultima sfilata di Carlo Vanzina.

Nel 2012 interpreta la parte di un senza tetto nel videoclip di Luciano Ligabue M'abituerò, diretto e prodotto da Marco Salom.

Nel 2013 compare in Squadra antimafia interpretando Achille Ferro, spietato mafioso catanese.

Valerio Binasco lo sceglie per interpretare Romeo in Romeo Gulietta prendendo il testimone di Riccardo Scamarcio

Sempre nel 2013 interpreta nel film ''Come non detto'' Giacomo/ Lola, straordinaria Drag Queen per la regia di Ivan Silvestrini

Massimo Bonetti lo sceglie per la sua opera prima ''La settima onda'' come protagonista a fianco di Valeria Solarino ed Alessandro Haber in uscita prossimamente

Nel 2014 è in scena con Parole Incatenate insieme a Claudia Pandolfi per la regia di Luciano Melchionna

Nel 2015 interpreta Giovanni, figlio di genitori ignoti, nello spettacolo teatrale Il più bel secolo della mia vita, recitando al fianco di Giorgio Colangeli.

In preparazione il testo inedito di Fortunato Cerlino presentato al festival del teatro di Napoli a fine giugno 2015

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Via L. Maroi 21, regia di Emanuele Flangini - Cortometraggio (2008)
  • Lotta, regia di Daniele Anzellotti - Cortometraggio (2008)
  • Stanotte ho deciso di dormire, regia di Emanuele Flangini - Cortometraggio (2010)
  • Chimères absentes, regia di Fanny Ardant - Cortometraggio (2010)
  • Ce l'hai un minuto?, regia di Alessandro Bardani - Cortometraggio (2012)
  • Mala Vita, Regia Angelo Licata

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • La presidentessa, regia Maurizio Lops
  • Icaro Scalzo, regia Antonio Mastellone
  • Il ventaglio, regia Maurizio Lops
  • William Wilson, regia Lara Pasquinelli
  • Checoviana, regia Mario Ferrero
  • La Tempesta, regia Lorenzo Salveti
  • Amore, regia Luigi Antonelli
  • Enrico IV, regia Roberto Guicciardini
  • Fedra's love, regia Benedetta Pontellini
  • Il funerale del padrone, regia Massimo De Michele
  • L'anniversario, regia Lorenzo Salveti
  • L'orso, regia Lorenzo Salveti
  • La domanda di matrimonio, regia Lorenzo Salveti
  • TU TU TU, regia Lorenzo Salveti
  • Sunshine, regia Giorgio Albertazzi
  • Fontamara, regia Michele Placido
  • Piccoli Equivoci, regia Claudio Bigagli
  • Le Mille e una Note, regia Gigi Palla
  • Il Calapranzi, regia Giorgio Caputo
  • Romeo e Giulietta, regia Valerio Binasco
  • Parole incatenate, regia Luciano Melchionna
  • Il pigiama, ovvero solo gli stupidi si muovono veloci, regia Daniele Prato
  • Oscillazioni, regia Giuseppe Marini
  • Killer Joe, regia Massimiliano Farau
  • Il più bel secolo della mia vita, regia Alessandro Bardani, Luigi di Capua
  • Potevo far fuori la Merkel, regia Marcello Cotugno, Fortunato Cerlino

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Internet[modifica | modifica wikitesto]

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Venezia 2011, Premio Biraghi a Vinicio Marchioni, Francesco Montanari, Francesco Di Leva, Sarah Felberbaum e Chiara Francini. URL consultato il 14 novembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN107075147 · BNF: (FRcb16183350x (data)