Francesco Micheli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Francesco Micheli (Bergamo, 1972) è un regista teatrale, direttore artistico, autore televisivo, conduttore televisivo e docente italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Bergamo nel 1972, laureato all’Università Statale di Milano in Lettere moderne, si è diplomato alla Scuola d'arte drammatica Paolo Grassi di Milano.

Dal 2008 è docente di regia al biennio di specializzazione in Scenografia dell’Accademia di Brera.

Dal 2012 al 2017 è stato direttore artistico del Macerata Opera Festival, manifestazione nata nel 1921 allo Sferisterio.

Dal dicembre 2014 è direttore artistico del Festival Donizetti Opera organizzato dalla Fondazione Teatro Donizetti di Bergamo.

Formatosi presso As.Li.Co, ha poi dato vita al progetto Opera Off a Reggio Emilia. Collabora con il Teatro Massimo di Palermo e lo spettacolo Bianco, Rosso e Verdi vince il Premio Abbiati 2009 come migliore iniziativa dell’anno.[1]

Nello stesso ambito si colloca la collaborazione con l’Orchestra Filarmonica della Scala, con cui realizza “Sound, Music” per la formazione del pubblico e il progetto MusicEmotion per la trasmissione dei concerti filarmonici nelle sale cinematografiche. Conduce una rubrica settimanale su Rai 1 che, nel 2015 all’interno della trasmissione “Sabato In,”[2]

Nell'estate 2016 presenta la prima diretta televisiva mondiale del Ring di Wagner da Bayreuth su Sky Arte.[3]

Dal febbraio 2017 collabora con Elio, con il quale ha ideato il format teatrale “Cantiere Opera” dedicato ai compositori. Elio e Micheli hanno scritto il libro edito da Rizzoli L'opera è polvere da sparo.[4]

Regie teatrali[modifica | modifica wikitesto]

Sul fronte registico, dopo gli inizi nell’ambito di As.Li.Co. per il progetto Opera Domani, firma regie in Europa fra cui Il trovatore al Regio di Parma[5], Il barbiere di Siviglia e Alice nel paese delle meraviglie al Teatro Massimo di Palermo; Roméo et Juliette di Gounod all’Arena di Verona; Il killer di parole di Claudio Ambrosini su soggetto di Daniel Pennac e La bohème alla Fenice. Sempre al Teatro la Fenice ha inaugurato la stagione 2012/13 con Otello di Verdi, diretta da Myung-Whun Chung e ripresa negli spazi all’aperto del Palazzo Ducale e nella stagione 2019. Semiramide riconosciuta al Theater an der Wien, Adriana Lecouvreur a Nizza, Aida a Macerata, Bologna e Pechino (quest’ultima diretta da Zubin Mehta), Candide per il Maggio Musicale Fiorentino, Il barbiere di Siviglia ad Atene e al Teatro Comunale di Bologna, Così fan tutte per OperaLombardia, Lucia di Lammermoor alla Fenice nell’aprile 2017 e ripresa a Bordeaux nella primavera 2018. Nel settembre 2018 ha firmato per l’Opera di Firenze drammaturgia e regia delle tre opere di Il trovatore, Rigoletto, La traviata di Verdi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito ufficiale, su francescomicheli.com. URL consultato il 20 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2019).
Controllo di autoritàVIAF (EN303790708 · WorldCat Identities (ENviaf-303790708