Francesco Maria Bianchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Francesco Maria Bianchi (1689Velate, 5 novembre 1757) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del pittore Salvatore e di Margherita Pighina, nacque probabilmente a Velate, discendente della nobile famiglia Bianchi che lì risiedeva. Contemporaneo di Pietro Antonio Magatti, figura di rilievo nell'arte varesina, risentì dell'importanza del suo conterraneo maggiormente conosciuto.

Affidò la sua formazione inizialmente al padre, e poi crebbe nel fermento culturale che percorse Velate nel XVII secolo, sede di molti degli artisti che in quegli anni lavorarono sul progetto voluto da Giovanni Battista Aguggiari che diede vita al Sacro Monte di Varese.

Della sua opera si ricordano gli affreschi nella Chiesa di San Rocco a Riva San Vitale, nella vicina Svizzera, e nella Basilica di San Giovanni Battista a Busto Arsizio.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Treccani, Bianchi, Francesco Maria, treccani.it. URL consultato il 6 giugno 2014.
Controllo di autorità VIAF: (EN27923166 · GND: (DE12127649X