Francesco Jacomoni di San Savino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Francesco Jacomoni di San Savino (Reggio Calabria, 31 agosto 1893Roma, 17 febbraio 1973) è stato un diplomatico italiano.

Servì come ministro consigliere a Tirana dal 9 settembre 1936 fino all'invasione italiana dell'Albania nell'aprile 1939.

Il 17 aprile 1939 viene nominato ambasciatore ed il 22 aprile diviene Luogotenente Generale del Regno d'Albania.

Nonostante la dura repressione, non riesce ad impedire la crescita del movimento di resistenza albanese ed il 18 marzo 1943 viene sostituito dal generale Alberto Pariani

Dopo la fine della seconda guerra mondiale viene processato assieme ad altri alti funzionari del regime fascista. Il 12 marzo 1945 viene condannato a 24 anni di carcere ma viene presto liberato grazie all'amnistia varata dal governo nel giugno 1946. La sua condanna viene definitivamente commutata nel marzo 1948.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie