Francesco Gisulfo e Osorio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francesco Gisulfo e Osorio
vescovo della Chiesa cattolica
Template-Bishop.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato1602 a Palermo
Nominato vescovo21 novembre 1650 da papa Innocenzo X
Consacrato vescovo30 novembre 1650 dal cardinale Francesco Peretti di Montalto
Deceduto17 dicembre 1664 (62 anni)
 

Francesco Gisulfo e Osorio (Palermo, 160217 dicembre 1664) è stato un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1647 al 1650 è stato archimandrita del Santissimo Salvatore e Barone della Terra di Savoca.

Il 21 novembre 1650 è stato nominato vescovo di Cefalù da papa Innocenzo X; ha ricevuto l'ordinazione episcopale il 30 novembre seguente dal cardinale Francesco Peretti di Montalto, arcivescovo metropolita di Monreale.

Otto anni dopo, il 30 settembre 1658 papa Alessandro VII lo ha trasferito alla diocesi di Agrigento.

È morto il 17 dicembre 1664.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Archimandrita del Santissimo Salvatore Successore BishopCoA PioM.svg
Diego de Requiesenz 1647 – 21 novembre 1650 Federico Sforza
Predecessore Vescovo di Cefalù Successore BishopCoA PioM.svg
Marco Antonio Gussio 21 novembre 1650 – 30 settembre 1658 Giovanni Roano e Corrionero
Predecessore Vescovo di Agrigento Successore BishopCoA PioM.svg
Ferdinando Sanchez de Cuellar, O.S.A. 30 settembre 1658 – 17 dicembre 1664 Ignazio d'Amico