Francesco Dal Bosco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Francesco Dal Bosco (Trento, 26 agosto 1955Trento, 9 gennaio 2019) è stato un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1976 al 1983, in coppia con Fabrizio Varesco, è tra i protagonisti della scena teatrale d’avanguardia italiana, realizzando numerosi spettacoli in teatri e gallerie d’arte in Italia e in Europa (tra gli altri: Beat '72, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Palazzo delle Esposizioni a Roma; Out-Off, Accademia di Brera, Castello Sforzesco a Milano; Institute of Contemporary Art, Londra).

Nel 1982 è tra i fondatori della cooperativa romana Missione Impossibile, che organizza nello stesso anno il festival “Ladri di Cinema”. Sempre nel 1982 gira in tre giorni a Bologna il lungometraggio “La notte che vola”, presentato ai Festival di Salsomaggiore e Rotterdam. Questo film vince il premio miglior film di ricerca al festival Filmaker di Milano e viene proiettato alla Cinèmathéque francais di Parigi.

Nel 1991 dirige in coppia con Stefano Consiglio "La camera da letto", un film di nove ore che vede Attilio Bertolucci leggere integralmente il suo poema omonimo davanti alla cinepresa. Il film viene proiettato al Festival di Venezia nel 1992 in quattro serate e viene mandato in onda da “Fuori Orario”, su RAI3, in una trasmissione non stop che dura una notte intera.

Nel 1993 dirige il video “Francis Bacon”, trasmesso da RAI1 e pubblicato in VHS da Electa. Del 1994 è il video "23 songs from the home" presentato al Festival di Venezia e all'Istituto di Cultura di Toronto (Canada) nello stesso anno.

Pubblica con Daniele Costantini nel 1995, per Pratiche Editrice, il libro- intervista “Nuovo Cinema inferno”, sul cinema di Dario Argento.

Nel 2001 è ai Festival di Berlino, Edimburgo, Brisbane, Singapore, Manila con il lungometraggio “Commesso Viaggiatore”, interpretato da Claudio Bigagli e Maddalena Crippa.

Del 2003 è il documentario “Jackson song”, video ufficiale della mostra di Jackson Pollock al Museo Correr di Venezia dello stesso anno.

Nel 2005 e 2006 filma per il Centro Servizi Culturali S.Chiara di Trento i reading di Lawrence Ferlinghetti e Jack Hirschman. Sempre nel 2006, presenta al Festival di Pesaro il video “Niente è vero Tutto è Permesso”.

Nel 2008 realizza a Roma il film “Apocalisse”, presentato al Religion Today Film Festival Trento e al CINESPI di Louvain La Neuve, Belgio.

Nel 2012 firma con Stefano Consiglio il documentario “Il Centro”, prodotto con la BiBi Film di Roma e RAI3.

Parallelamente realizza nel corso degli anni numerosi video non narrativi, visibili su Internet[1]e collabora saltuariamente con la rivista online Nazione Indiana.

È morto il 9 gennaio 2019 all'età di 63 anni.[2]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Francesco Dal Bosco, Vimeo. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  2. ^ Addio al cineasta trentino Francesco Dal Bosco. Un male incurabile lo ha portato via all'età di 63 anni, su ildolomiti.it, 9 gennaio 2019. URL consultato il 9 gennaio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN41149092 · ISNI (EN0000 0000 3833 4891 · LCCN (ENn98004255