Francesco Compagna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo Senatore del Regno d'Italia, vedi Francesco Compagna (senatore).
Francesco Compagna
Francesco Compagna.jpg

Ministro dei lavori pubblici della Repubblica Italiana
Durata mandato 20 marzo 1979 –
4 agosto 1979
Capo di Stato Sandro Pertini
Capo del governo Giulio Andreotti
Predecessore Gaetano Stammati
Successore Franco Nicolazzi

Durata mandato 4 aprile 1980 –
18 ottobre 1980
Capo del governo Francesco Cossiga
Predecessore Franco Nicolazzi
Successore Franco Nizolazzi

Ministro della marina mercantile della Repubblica Italiana
Durata mandato 18 ottobre 1980 –
28 giugno 1981
Capo del governo Arnaldo Forlani
Predecessore Nicola Signorello
Successore Calogero Mannino

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature V, VI, VII, VIII
Circoscrizione Campania
Collegio Napoli-Caserta
Incarichi parlamentari
  • Presidente Commissione d'indagine richiesta dall'on. Mancini Giacomo a norma dell'art. 74 del regolamento
  • Presidente Commissione parlamentare per l'esercizio dei poteri di controllo sulla programmazione e sull'attuazione degli interventi ordinari e straordinari nel Mezzogiorno
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico PLI (fino al 1955)
PR (1955-1968)
PRI (1968-1982)
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Professione Pubblicista

Francesco Compagna (Napoli, 31 luglio 1921Capri, 24 luglio 1982) è stato un politico e accademico italiano e ministro della Repubblica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu giornalista e professore universitario di geografia politica ed economica. Convinto meridionalista, fondò nel 1954 Nord e Sud; ebbe inoltre modo di collaborare con Il Mondo diretto da Mario Pannunzio.

Militante dapprima nella sinistra del Partito Liberale Italiano e poi nel Partito Radicale, diventò successiamente deputato al Parlamento italiano, eletto nelle liste del Partito Repubblicano Italiano nella circoscrizione elettorale del collegio Napoli-Caserta dal 1968. Fu sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri nel IV Governo Moro (1974-1976) e quando a palazzo Chigi sedeva Giovanni Spadolini (primo governo Spadolini).

Ricoprì il ruolo di Ministro dei lavori pubblici durante il Governo Andreotti V e poi nel Governo Cossiga II.

Morì a Capri nel 1982 a causa di un infarto. Venne sostituito in Parlamento dal medico Alfredo Arpaia durante l'VIII legislatura.

Era padre di Guido Compagna, Luigi Compagna, Annamaria Compagna e Piero Compagna.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN24634384 · ISNI (EN0000 0001 1489 0081 · SBN IT\ICCU\CFIV\001179 · LCCN (ENn80104916 · GND (DE119508656 · BNF (FRcb121770718 (data) · BAV (EN495/107641 · WorldCat Identities (ENlccn-n80104916