Francesco Bissolotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Francesco Bissolotti (Soresina, 2 aprile 1929Cremona, 31 gennaio 2019[1]) è stato un liutaio italiano.

Noto costruttore e restauratore di strumenti ad arco, attivo a Cremona, Francesco Bissolotti ha intrapreso l'attività di liutaio dopo aver approfondito le tecniche dell'ebanisteria, dell'intarsio e della scultura apotropaica.
I suoi strumenti sono stati venduti in diverse parti del mondo. Bissolotti è stato pure docente (per ventisei anni) presso la "Scuola di Liuteria di Cremona" ed ha avuto una parte importante nella ristrutturazione del Museo Stradivariano nella stessa città.

Tra i vari musicisti che utilizzano le sue creazioni vi sono i violisti Dov Scheindlin e Kim Kaskashan ed i violinisti Uto Ughi e Salvatore Accardo; per quest'ultimo Bissolotti ha espressamente costruito una "controviola" a cinque corde che Accardo ha utilizzato nella sua registrazione della Sonata per la gran viola di Niccolò Paganini per la EMI.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]