Francesco Antonio Manzoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Francesco Antonio Manzoli (Pescara, 17 agosto 1938Bologna, 28 settembre 2015[1][2]) è stato un medico, accademico e ricercatore italiano che ha ricoperto importanti ruoli accademici, scientifici e istituzionali.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in Medicina e Chirurgia all'Università di Bologna nel 1962, rimase nella stessa università dove nel 1963 ebbe il primo incarico (assistente di ruolo all'istituto di Istologia), nel 1965 si specializzò in Urologia e nel 1968 ottenne la libera docenza in Istologia e Embriologia generale. Nel 1971 si trasferì all'Università di Chieti e in questa università nel 1974 divenne professore ordinario Istologia e preside della Facoltà di medicina.

Tornato all'Università di Bologna nel 1980, nel 1982 divenne anche presidente degli Istituti Ortopedici Rizzoli, incarico che conservò fino al 1989: in due anni azzerò i debiti di 48 miliardi di lire, in sei anni ne raddoppiò le strutture scientifiche riportandolo all'antico prestigio.[3]

Incarichi istituzionali[modifica | modifica wikitesto]

Gli ottimi risultati ottenuti al Rizzoli fecero ottenere a Manzoli importanti ruoli ufficiali e incarichi di prestigio, quali membro del Consiglio Nazionale delle Ricerche, membro della Commissione farmaci e infine nel 1989 direttore dell'Istituto Superiore di Sanità, il principale ente di ricerca italiano in ambito biomedico e, nello stesso anno, membro del Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro.[4][5]

La sua carriera subì una brusca interruzione con Tangentopoli: in quanto membro della Commissione farmaci presieduta da Duilio Poggiolini, anche Manzoli ne fu travolto. Dapprima latitante,[6] dovette dimettersi da direttore dell'ISS. Arrestato, condotto dapprima a Poggioreale e quindi al carcere di San Vittore, fu poi assolto con formula piena («perché il fatto non sussiste»).[3]

Dal 1º gennaio 2008 fu direttore scientifico dell'Istituto Ortopedico Rizzoli e dal luglio dello stesso anno presidente dell'Accademia delle Scienze di Bologna.[7]

Attività di ricerca[modifica | modifica wikitesto]

L'attività scientifica di Manzoli ha interessato soprattutto le membrane cellulari, il DNA, l'analisi dei segnali nucleari e i linfociti B e T.

È autore di centinaia di articoli con revisione paritaria.[8][9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità Successore Esculaap4.svg
Vincenzo Longo 1989 - 1993 Giuseppe Vicari