Francesca Porcellato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francesca Porcellato
FrancescaPorcellato.jpg
Francesca Porcellato nel 2014
Nazionalità Italia Italia
Altezza 163 cm
Peso 50 kg
Atletica leggera paralimpica Athletics pictogram (Paralympics).svg
Specialità Velocità/ handbike
Categoria T53
Società Fiamme Gialle / Apre Olmedo
Termine carriera 2011
Palmarès
Giochi paralimpici 2 3 6
Mondiali paralimpici 4 3 2
Europei paralimpici 0 7 2
Per maggiori dettagli vedi qui
Sci di fondo Cross country skiing pictogram.svg
Specialità Sci di fondo paralimpico
Categoria LW10
Termine carriera 2014
Palmarès
Giochi paralimpici 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Paraciclismo
Categoria Handbike H3
Palmarès
Giochi paralimpici 0 1 2
Mondiali 1 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 31 agosto 2021

Francesca Porcellato (Castelfranco Veneto, 5 settembre 1970) è un'atleta paralimpica, fondista e paraciclista italiana. Vanta dieci partecipazioni ai Giochi paralimpici (sette ai Giochi estivi e tre a quelli invernali) e quindici medaglie conquistate.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Soprannominata "la rossa volante"[1], gareggia sulla sedia a rotelle perché paraplegica[2] da quando, a diciotto mesi, fu investita da un camion; si è avvicinata all'atletica leggera a diciassette anni: «Quando mi hanno dato la prima carrozzina l'unica cosa a cui ho pensato è stata quella di farla andare più veloce che potevo - ha spiegato -. Ce l'ho fatta»[1].

Carriera atletica[modifica | modifica wikitesto]

Atleta versatile, si cimenta su distanze che variano dai 100 m alla maratona (vincendo, tra l'altro, quelle di New York, di Londra, di Boston e di Parigi[3]). Ha partecipato a nove edizioni dei Giochi paralimpici estivi, da Seul 1988 a Pechino 2008, vincendo quattordici medaglie. La Porcellato a Pechino è stata anche portabandiera.

Carriera sciistica[modifica | modifica wikitesto]

Dopo i XII Giochi paralimpici estivi di Atene 2004 si è dedicata anche allo sci di fondo paralimpico, partecipando ai Giochi paralimpici invernali di Torino 2006 e Vancouver 2010. Il 21 marzo 2010 ha conquistato la medaglia d'oro nella gara di sprint. Infine ha partecipato ai Giochi paralimpici invernali di Soci 2014.

Carriera ciclistica[modifica | modifica wikitesto]

Dopo le esperienze in atletica e sci di fondo, si è concentrata sulla carriera paraciclistica, gareggiando su handbike nella categoria H3. Nel 2015 ai campionati del mondo su strada di Nottwil (prima partecipazione iridata) si è aggiudicata due medaglie d'oro, nella cronometro e nella gara in linea H3[4][5]; nella stessa stagione ha vinto un oro e due argenti in eventi di Coppa del mondo.

Ai Giochi paralimpici di Rio de Janeiro 2016 ha conquistato 2 medaglie di bronzo mentre ai successivi Giochi di Tokyo 2020 si è aggiudicata una medaglia di argento.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Francesca Porcellato con il presidente della Repubblica Italiana, Carlo Azeglio Ciampi, durante la cerimonia di conferimento del grado di ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana, il 27 ottobre 2004.

Atletica leggera[modifica | modifica wikitesto]

Giochi paralimpici[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Europei[modifica | modifica wikitesto]

Sci di fondo[modifica | modifica wikitesto]

Giochi paralimpici[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • 1 podio[9]
  • 1 vittoria[10]
  • 2 podi a Canmore in Canada 2014

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Luogo Paese Disciplina
28 gennaio 2010 Bessans Francia Francia Sprint seduti

Ciclismo[modifica | modifica wikitesto]

Giochi paralimpici[modifica | modifica wikitesto]

1ª prova Coppa del mondo su strada, Prova in linea H3 (Maniago)
Campionati del mondo su strada, Cronometro H3
Campionati del mondo su strada, Prova in linea H3

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 27 dicembre 2000[11]
Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica
— 26 ottobre 2004[12]
Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 8 settembre 2010[13]
Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
— Roma, 18 aprile 2012[14]
Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
— Roma, 19 dicembre 2018[15]
Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
— Roma, 20 dicembre 2021[16]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Sport e Solidarietà dell'Associazione Volontari Italiani del Sangue nel 2010
  • Ambasciatrice della Fondazione di Ricerca in Neuroriabilitazione San Camillo Onlus di Venezia nel 2012[17]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Daniele Troilo, Francesca, la Rossa Volante: "Eccomi all'ottava Olimpiade", in Sky.it, 18 novembre 2009. URL consultato il 22 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2013).
  2. ^ Scheda Sky.it, su sport.sky.it. URL consultato il 22 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 10 settembre 2012).
  3. ^ "Record" sul sito personale, su francescaporcellato.com. URL consultato il 22 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 2 giugno 2012).
  4. ^ Mondiali paraciclismo, Zanardi d'oro anche nella crono, su Gazzetta.it, 31 luglio 2015. URL consultato il 13 marzo 2016.
  5. ^ Un altro poker ai Mondiali: tris di Mazzone, Zanardi e Podestà, su Gazzetta.it, 2 agosto 2015. URL consultato il 13 marzo 2016.
  6. ^ a b c "Paralimpiadi" sul sito personale, su francescaporcellato.com. URL consultato il 22 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 3 giugno 2012).
  7. ^ "Campionati del mondo" sul sito personale, su francescaporcellato.com. URL consultato il 22 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 3 giugno 2012).
  8. ^ "Giochi e campionati europei" sul sito personale, su francescaporcellato.com. URL consultato il 22 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 3 giugno 2012).
  9. ^ Dati parziali.
  10. ^ Referto della gara (PDF) [collegamento interrotto], su ipc-nordicskiing.org. URL consultato il 22 ottobre 2011.
  11. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Porcellato Sig.ra Francesca, su quirinale.it. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  12. ^ Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana Porcellato Sig.ra Francesca, su quirinale.it. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  13. ^ Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana Porcellato Sig.ra Francesca, su quirinale.it. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  14. ^ CONI: Consegnati i Collari d'Oro e i Diplomi d'Onore. Il Presidente del Consiglio Monti entusiasta dei campioni azzurri, parla di Roma 2020: "Sarebbe stata la candidatura vincente". Petrucci: "Lo spread nello sport lo detta il nostro Paese", su coni.it. URL consultato il 15 novembre 2022.
  15. ^ Consegnati i Collari d'Oro 2018. Malagò: orgoglioso dei risultati e di una storia di successo, su coni.it. URL consultato il 21 dicembre 2018.
  16. ^ Consegnati i Collari d'Oro del magico 2021 dello sport italiano. Presente il Premier Draghi: continuate a stupirci. Malagò: stagione storica, secondi al mondo dietro gli USA, su coni.it, 20 dicembre 2021. URL consultato il 15 novembre 2022.
  17. ^ Francesca Porcellato Ambasciatrice della Fondazione di Ricerca in Neuroriabilitazione San Camillo Onlus di Venezia, su fondazionesancamillo.org. URL consultato il 1º giugno 2013 (archiviato dall'url originale il 6 novembre 2014).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]