François Daviet de Foncenex

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

François Daviet de Foncenex, o ancora Pierre-Marie-François Daviet de Foncenex (Thonon-les-Bains, 1734Casale Monferrato, 1798), è stato un matematico e militare italiano.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Tonone, in Alta Savoia, dal 1720 Ducato di Savoia e Regno di Sardegna, con capitale in Torino. Fu un allievo della Reale Scuola di Artiglieria di Torino, studiando matematica sotto la guida del giovane Lagrange. In seguito Daviet de Foncenex divenne capitano di fregata e luogotenente colonnello di fanteria.

Fra il 1790 e il 1791 fu governatore di Sassari. Nel 1791 ottenne il comando del porto di Villefranche-sur-Mer, allora possedimento sardo-piemontese. Nel 1792, partecipò a fianco dei Savoia alla guerra contro l'esercito della Rivoluzione francese.

In matematica, si interessò ai numeri immaginari, ai logaritmi e ai fondamenti della meccanica, lasciando due Memorie scritte. Nel 1759 diventò socio nazionale residente dell'Accademia delle Scienze di Torino.[2]

Morì a Casal nel 1798 o nel 1799.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Mémoire sur les logarithmes des quantités négatives (1760)
  • Éclaircissements sur les quantités imaginaires (1761)
  • Récit d'une foudre ascendante éclatée sur la tour du fanal de Villefranche (1789)
  • Principes fondamentaux sur la mécanique (1799)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Paul Emile Bordeaux, Le chevalier Daviet de Foncenex, Mémoires et documents publiès par l'Académie chablaisienne, 1930, pp. 145-162.
  2. ^ Francesco DAVIET DE FONCENEX, Accademia delle Scienze di Torino. URL consultato il 7-1-2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (FR) Daviet de Foncenex François, Publimath - Base de données bibliographiques sur l'enseignement des mathématiques. URL consultato il 7-1-2014.