François-Nicholas-Madeleine Morlot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
François-Nicholas-Madeleine Morlot
cardinale di Santa Romana Chiesa
François-Nicolas-Madeleine Morlot - Erzbischof von Paris.jpg
COA cardinal FR Morlot Francois-Nicholas-Madelaine.png
Incarichi ricoperti
Nato 28 dicembre 1795, Langres
Ordinato presbitero 27 maggio 1820
Nominato vescovo 8 luglio 1839 da papa Gregorio XVI
Consacrato vescovo 18 agosto 1839 dal vescovo Charles-Auguste-Marie-Joseph Forbin-Janson
Elevato arcivescovo 27 gennaio 1843 da papa Gregorio XVI
Creato cardinale 7 marzo 1853 da papa Pio IX
Deceduto 29 dicembre 1862, Parigi

François-Nicholas-Madeleine Morlot (Langres, 28 dicembre 1795Parigi, 29 dicembre 1862) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

François-Nicholas-Madeleine Morlot nacque a Langres il 28 dicembre 1795. In gioventù frequentò il Collège de Langres a Langres e poi il Seminario Maggiore di Digione. Prima della sua ordinazione sacerdotale svolse il lavoro di precettore tra le principali famiglie di Digione.

Ordinato sacerdote il 27 maggio 1820 a Digione, divenendo dal 1830 vicario generale della diocesi e poi canonico della cattedrale dal 1833.

Eletto vescovo di Orléans dall'8 luglio 1839, venne consacrato il 18 agosto successivo nella cappella delle Dames du Sacré Coeur di Parigi per mano del cardinale Charles de Forbin-Janson, vescovo di Nancy e Toul, assistito da Louis Blanquart de Bailleul, vescovo di Versailles, e da Jean Lemercier, vescovo emerito di Beauvais. Dal 27 gennaio 1843 venne promosso alla sede metropolitana di Tours.

Creato cardinale presbitero nel concistorio del 7 marzo 1853, ricevette la berretta cardinalizia ed il titolo sei Santi Nereo e Achilleo il 27 giugno 1853. Dal 19 marzo 1857 venne trasferito alla sede metropolitana di Parigi.

Morì a Parigi il 29 dicembre 1862 e le sue spoglie vennero esposte alla pubblica venerazione e poi sepolte nella cattedrale di Notre Dame.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN9989847 · ISNI (EN0000 0000 5512 0051 · LCCN (ENn84035571 · GND (DE137394624 · BNF (FRcb13197337g (data) · BAV ADV12520057