Français fondamental

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Français fondamental
Tassonomia
Filogenesi Lingue pianificate
 Lingue ausiliarie
  Français fondamental

Il français fondamental (francese fondamentale) è una versione della lingua francese costituita da un numero ridotto di vocaboli (circa 1500) e di regole grammaticali (in modo simile al Basic English per la lingua inglese). Fu elaborato all'inizio degli anni cinquanta ai fine di facilitare l'insegnamento del francese come lingua straniera e velocizzarne e diffonderne l'apprendimento.

Alla base della sua creazione vi furono una serie di ricerche che dimostrarono come ai fini della comunicazione quotidiana i vocaboli e le regole di grammatica necessari erano una minima parte di quelli offerti dalla lingua.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il nucleo di vocaboli di uso frequente che compongono il français fondamental è costituito da 270 elementi grammaticali (articoli, pronomi, congiunzioni ecc.), 380 sostantivi, 200 verbi, 100 aggettivi qualificativi e 50 vocaboli vari.

È stato individuato poi un secondo nucleo di altri 1700 vocaboli di uso comune a cui si ricorre, in caso di bisogno, in situazioni specifiche.

Ruolo e influenza[modifica | modifica wikitesto]

Il français fondamental ha avuto una certa importanza negli anni sessanta e settanta, soprattutto nello sviluppo di metodi di insegnamento del francese come lingua straniera che prendevano spunto da esso e dai suoi presupposti, per poi perdere di influenza in seguito all'affermarsi di metodologie di insegnamento fondate su altre basi. Nel 2005 un congresso tenutosi presso l'Ecole normale supèrieure de lettres et sciences humaines di Lione ha tentato di fare il punto sul français fondamental e sulle sue evoluzioni[1].

Il dizionario francese/italiano Boch, edito da Zanichelli, segnala tramite un apposito simbolo i vocaboli che fanno parte del français fondamental.

Il français facile di RFI[modifica | modifica wikitesto]

Ispirato dal français fondamental è il français facile (francese facile) utilizzato da Radio France Internationale per i suoi notiziari rivolti agli ascoltatori che hanno una conoscenza solo rudimentale del francese o sono in corso di apprenderlo.

I Journaux en français facile, della durata di 10 minuti e trasmessi dall'emittente due volte al giorno, si basano su una forma di francese estremamente semplice, basata su un nucleo di 300 vocaboli e pronunciata in modo chiaro, che prevede, al fine di facilitare la comprensione, la spiegazione chiara del contesto.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Georges Gougenheim, René Michea, Paul Rivenc, Aurélien Sauvageot, L'élaboration du français élémentaire : étude sur l'établissement d'un vocabulaire et d'une grammaire de base, Didier, Paris, 1956. Nouv. éd. refondue et augmentée sous le titre L'élaboration du français fondamental : étude sur l'établissement d'un vocabulaire et d'une grammaire de base, Didier, Paris, 1964.
  • France, Ministère de l'éducation nationale, Le français fondamental : 1er degré, Institut pédagogique national, Paris, s.d. – Contient 1300 mots.
  • France, Ministère de l'éducation nationale, Le français fondamental : 2ème degré, Institut pédagogique national, Paris, s.d. – Contient 1000 mots.
  • Georges Gougenheim, Dictionnaire fondamental de la langue française, Didier, Paris, 1958. – Contient 3500 mots. Nouvelle éd. revue et augmentée, Didier, Paris, 1977 ISBN|2-208-00133-8
  • Shoko Murakami, épouse Kerloc'h, Français fondamental : bilan et perspectives de l'enseignement du vocabulaire de base du français langue étrangère, Thèse 3ème cycle, Linguistique, Montpellier 3, 1986.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://colloqueff.ens-lsh.fr/franc/indexfr.htm