Framta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Framta
Galician-suevic-kingdom.png
Carta dell'espansione del regno suebo, nel corso del V secolo d.C.
Re dei Suebi o Svevi di Spagna
In carica 456 - 457
Predecessore Rechiaro
Successore Maldraso
Morte (457)

Framta dei Suebi Frantán in spagnolo, Franta in galiziano e Frantano in portoghese (... – 457) è stato re dei Suebi di Gallaecia[1], dal 456 alla sua morte (457).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la morte di Rechiaro, giustiziato dai Visigoti, nel 456, la corona del regno degli Suebi di Gallaecia fu assunta da Aiulfo appoggiato dal re dei visigoti Teodorico II. Una parte di Suebi non accettò un re straniero, nominando re Framta, che combatté Aiulfo e divenne padrone della parte nord del regno, mentre Aiulfo, da Mérida, regnò sul sud.

Nel 457, dopo che Maldraso aveva uccio Aiulfo, Framta rimase unico re, ma Maldraso si impossessò del sud del regno, iniziando a combattere Framta, che in quello stesso anno morì.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Gallaecia corrispondeva all'incirca alle regioni (comunità autonoma) spagnole di Galizia, delle Asturie, di Cantabria, di Castiglia e León ed il nord del Portogallo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Sovrani Suebi Successore
Rechiaro 456457 Maldraso