Frammenti dal passato - Reminiscence

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Frammenti dal passato - Reminiscence
FrammentiPassato2021.PNG
Hugh Jackman in una scena del film
Titolo originaleReminiscence
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2021
Durata116 min
Rapporto2,39:1
Generesentimentale, fantascienza, thriller
RegiaLisa Joy
SceneggiaturaLisa Joy
ProduttoreLisa Joy, Michael De Luca, Jonathan Nolan, Aaron Ryder
Produttore esecutivoAthena Wickham, Elishia Holmes, D. Scott Lumpkin
Casa di produzioneFilmNation Entertainment, Kilter Films, Michael De Luca Productions
Distribuzione in italianoWarner Bros.
FotografiaPaul Cameron
MontaggioMark Yoshikawa
Effetti specialiBruce Jones
MusicheRamin Djawadi
ScenografiaHoward Cummings
CostumiJennifer Starzyk
TruccoKaylee Jo
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Frammenti dal passato - Reminiscence (Reminiscence) è un film del 2021 scritto e diretto da Lisa Joy, al debutto come regista in un lungometraggio.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Anni 2030.[1] In seguito al riscaldamento globale e al progressivo innalzamento delle acque, la città di Miami risulta essere quasi del tutto sommersa dall’acqua e le attività tipicamente diurne si svolgono ormai durante la notte a causa dell’eccessiva temperatura delle ore più calde. In questo scenario semi-apocalittico, Nick Bannister, ex veterano, ricopre un lavoro molto particolare: Nick è uno specialista di ricordi e aiuta i propri clienti, con la collega e amica Watts, a rivivere eventi o emozioni passate della loro vita per mezzo di un processo psico-sensoriale noto come reminiscenza. La routine giornaliera fatta da lavoro notturno e riposo diurno si rompe però improvvisamente quando da Nick e Watts si presenta Mae, una donna dall’aria misteriosa che vorrebbe utilizzare la reminiscenza per ritrovare le chiavi scomparse. Nick accetta di aiutare la donna ma mentre osserva i suoi ricordi, resta ammaliato dalla voce di Mae, la quale si era esibita quella sera cantando una canzone a lui particolarmente cara. Il giorno seguente, catturato da quella misteriosa bellezza, Nick si presenta nel locale dove lavora Mae per restituirle degli orecchini di giada che la donna aveva dimenticato dopo la sessione di reminiscenza. Tra i due scoppia la passione e comincia una storia d’amore molto intensa che dura però solo alcuni mesi, quando Mae scompare improvvisamente.

Nick, ancora innamorato e frustrato per la sparizione di Mae, ha però sviluppato un’ossessione per i ricordi che ha condiviso con la donna, della quale non riesce a dimenticarsi, sfruttando frequentemente la reminiscenza, correndo però il rischio di “bruciarsi” (cioè di rivivere per sempre quei ricordi anche da sveglio). Watts lo informa però che la procuratrice Avery ha richiesto la loro presenza per poter sfruttare la reminiscenza su un uomo in fin di vita che era stato uno dei sottoposti del criminale che la polizia sta cercando, Saint Joe. Mentre Nick ne guida la memoria per cercare di capire dove si nasconda Saint Joe, l’uomo resta sconvolto quando riconosce Mae nei suoi ricordi e, andando avanti, scopre alla fine che Mae aveva intrapreso una relazione proprio con Saint Joe a causa del quale aveva sviluppato una dipendenza per una droga molto potente venduta proprio dal criminale. Scioccato per aver visto un lato di Mae che non conosceva, Nick viene anche a conoscenza che Watts era al corrente della dipendenza di Mae, avendoci parlando proprio il giorno in cui lei è sparita. Sconvolto per quanto scoperto, si dirige a New Orleans (dove Mae viveva prima di trasferirsi a Miami) dove riesce ad incontrare Saint Joe per farsi dire dove possa trovarsi Mae. L’uomo però cerca di ucciderlo ma Watts irrompe nel locale e salva Nick, uccidendo anche Joe stesso.

Tornato a Miami, Nick si appresta ad utilizzare la reminiscenza su Watts, scoprendo che Mae, il giorno in cui è scomparsa, si era recata da Watts e, approfittando di un momento di assenza della donna, era riuscita ad accedere al caveau di sicurezza, dove Nick conserva i ricordi dei suoi clienti. A questo punto Nick capisce che Mae era effettivamente un’imbrogliona che lo aveva manipolato per sottrargli qualcosa, riuscendo a capire quale fosse la melodia per poter sbloccare l’accesso al caveau. Indagando tra i ricordi conservati, Nick si rende conto che a mancare è solo il ricordo di Elsa Carine, una donna che più volte si era recata da lui per rivivere sempre lo stesso ricordo, ovvero un momento passato con il suo grande amore. Nick scopre però che Elsa Carine è stata terribilmente uccisa e il suo unico figlio, Freddy, è anch’egli scomparso. Sul luogo viene anche aggredito da un uomo misterioso che lo mette in guardia da Mae, per poi rivolgersi al telefono con quello che sembra essere a tutti gli effetti un complice.

Watts riesce a venire a conoscenza dell’identità dell’uomo che ha aggredito Nick: si tratta di Cyrus Boothe, un poliziotto corrotto che i due avevano già visto nei ricordi dell’uomo che lavorava per Saint Joe. Boothe, infatti, dopo essere stato sfigurato in volto dagli uomini di Joe, al quale sottraeva segretamente del denaro, è tornato a Miami dove ha ricontattato Mae per un lavoro che doveva svolgere per conto di qualcuno.

In corrispondenza della morte di Walter Sylvan, sindaco della città, Nick si ricorda però che la moglie Teresa, che adesso è una “bruciata”, più volte si era recata da lui per rivivere il ricordo in cui annuncia a Walter di essere incinta. Recandosi da Teresa, Nick riesce a scoprire che Walter Sylvan tradiva la moglie proprio con Elsa Carine, dalla quale aveva avuto un figlio, appunto Freddy (per cui era lui l’uomo che Elsa voleva rivedere nei suoi ricordi). Sylvan ha quindi contattato Boothe per uccidere sia Elsa che il piccolo Freddy, in modo tale che alla sua morte suo figlio Sebastian sarebbe stato l’unico erede. A questo punto, Nick si decide a scovare Boothe per capire cosa c’entri Mae in tutta questa storia: ne consegue un inseguimento al termine del quale Nick riesce a stordire Boothe e ad utilizzare la reminiscenza per esaminare i suoi ricordi. Nick scopre che quella di Mae è sempre stata una montatura, che la donna aveva programmato qualsiasi cosa in modo tale che lui, durante la sessione di reminiscenza, rimanesse colpito da lei, dimenticando appositamente gli orecchini di giada per far in modo che Nick la cercasse. Tuttavia, Mae non ha agito di sua spontanea volontà ma è stata costretta da Boothe che, giunto a Miami per uccidere Elsa Carine, ha incaricato Mae di avvicinare Nick per poter poi accedere ai ricordi della donna, ignorando che Mae si potesse innamorare realmente di Nick.

Boothe ha effettivamente ucciso Elsa ma nel tentativo di assalire il piccolo Freddy è stato ostacolato proprio da Mae che, volendo redimersi, ha salvato il bambino, portandolo via da Miami a bordo di un gommone. Nick è felice e sollevato che Mae si sia rivelata come effettivamente lui aveva imparato a conoscerla ma quando Boothe va incontro a convulsioni, capisce che i suoi ricordi di Mae non sono finiti: dopo mesi dalla sua scomparsa, la donna era infatti tornata a Miami proprio per Nick e aveva bussato alla porta mentre Nick era impegnato in una sessione di reminiscenza, per poi essere assalita da Boothe e far cadere volontariamente uno dei suoi orecchini di giada per terra, orecchino che esattamente qualche secondo dopo sarà trovato da Nick mentre Mae viene portata via da Boothe, lasciandosi scappare un fulgido “Ti amo” che Nick non sentirà mai. Minacciata da Boothe e costretta ad assumere droga, Mae capisce che l’unico modo per salvare il piccolo Freddy è sacrificare la propria vita, per cui, rivolgendosi a Boothe come se fosse Nick (intuendo che Nick riuscirà ad esaminare i ricordi dell’uomo), confessa tutto il suo amore nei suoi confronti facendogli capire che Freddy si trova in una piattaforma in mezzo all’oceano dove vive una donna che l’aveva salvata durante il suo trasferimento a Miami, per poi assumere ulteriore droga e gettarsi in acqua, mentre Nick vive il ricordo con la disperazione per la morte di Mae.

Con il cuore spezzato, Nick decide di non uccidere Boothe ma di “bruciarlo” volontariamente facendogli vivere per sempre il ricordo della sua deturpazione, sapendo di compiere un reato gravissimo. Così raggiunge casa Sylvan per incontrare Sebastian, il figlio di Walter e Teresa, dove rivela di aver capito che Boothe era stato assoldato proprio da lui e non da suo padre: quest’ultimo non voleva uccidere Elsa ma ne era innamorato ma Sebastian, bramando per se tutta l’eredità del padre, desiderava che Freddy venisse eliminato. Nick confessa che Freddy è stato appena salvato dalla polizia e che per lui è finita, non riuscendo nemmeno a suicidarsi per evitare di essere arrestato. In seguito, Nick raggiunge Watts, che aveva licenziato in seguito ad una lite, e si congeda da lei ammettendo di aver raggiunto un accordo con la polizia: rivivere per sempre i suoi ricordi con Mae in una sessione infinita di reminiscenza mentre viene guidato dalla sua voce pre-registrata attraverso la memoria.

Molti anni dopo, Watts, palesemente invecchiata, raggiunge con la nipote (facendo intuire di aver risolto i suoi problemi con la figlia) Nick che, seppur invecchiato, sta ancora svolgendo la sua sessione di reminiscenza, bloccato in un ricordo in cui Mae gli chiede di raccontarle una storia felice ma di fermarsi a metà perché il lieto fine è solo una mera illusione, il finale è sempre triste, anche nella più bella delle storie. Nick le propone quindi il mito di Orfeo, il quale discese agli inferi per riprendersi la sua amata Euridice, rapita da Ade, per poi scappare senza mai guardarsi indietro. Solo così poterono vivere felici e contenti, suggerendo un implicito parallelismo con la situazione di Nick e Mae, bloccati in una storia a metà strada ma in uno stato di eterna felicità.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto è stato annunciato nel gennaio 2019.[1]

Sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

La sceneggiatura, inserita anni prima nella black list delle migliori non ancora realizzate,[1] ha richiesto oltre cinque anni di lavoro alla regista Lisa Joy.[1] La Joy ha preso spunto da molti aspetti della sua vita, soprattutto sul "desiderio di poter tornare a vivere o sentire emozioni passate, sognando di poterle imbottigliare ed averle con sé per sempre";[1] per la storia d'amore tra i protagonisti, invece, si è ispirata in parte al mito di Orfeo e Euridice.[1]

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Lisa Joy ha dichiarato di aver sempre pensato a Hugh Jackman nel ruolo del protagonista.[1]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate il 21 ottobre 2019 e si sono svolte tra Miami e New Orleans.[1]

Il budget del film è stato di 68 milioni di dollari.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo teaser trailer del film è stato diffuso dall'attore Hugh Jackman sul suo profilo facebook il 19 febbraio 2021.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola, inizialmente prevista per l'aprile 2021,[2] poi per il 3 settembre 2021,[2] è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi, ed in contemporanea streaming su HBO Max, a partire dal 20 agosto 2021,[3] mentre nel resto del mondo a partire dal 25 agosto dello stesso anno[2] ed in Italia dal 26 agosto 2021.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i (EN) Mike Fleming Jr, Hot Berlin Pic: ‘Westworld’s Lisa Joy Directs Hugh Jackman & Rebecca Ferguson In Sci-Fi Thriller ‘Reminiscence’, su Deadline Hollywood, 30 gennaio 2019. URL consultato il 19 febbraio 2021.
  2. ^ a b c d Mirko D'Alessio, Reminiscence uscirà al cinema e su HBO Max a settembre, ecco il teaser, su BadTaste.it, 19 febbraio 2021. URL consultato il 19 febbraio 2021.
  3. ^ (EN) Maggie Dela Paz, Hugh Jackman’s Sci-Fi Thriller Reminiscence Moves Up a Week, su comingsoon.net, 4 maggio 2021. URL consultato il 4 maggio 2021.
  4. ^ Filmato audio Warner Bros., Frammenti dal Passato - Reminiscence - Trailer Ufficiale Italiano, su YouTube, 3 giugno 2021. URL consultato il 3 giugno 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]