Frédéric-Jérôme de La Rochefoucauld

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Frédéric-Jérôme de La Rochefoucauld
cardinale di Santa Romana Chiesa
Blason Louis François Armand de La Rochefoucauld de Roye (1695-1783).svg
Incarichi ricoperti
Nato 16 luglio 1701, Versailles
Ordinato presbitero in data sconosciuta
Nominato arcivescovo 6 luglio 1729 da papa Benedetto XIII
Consacrato arcivescovo 7 agosto 1729 dall'arcivescovo Louis de La Vergne-Montenard de Tressan
Creato cardinale 10 aprile 1747 da papa Benedetto XIV
Deceduto 29 aprile 1757, Parigi

Frédéric-Jérôme de La Rochefoucauld de Roye (Versailles, 16 luglio 1701Parigi, 29 aprile 1757) è stato un cardinale, arcivescovo cattolico e abate francese, creato cardinale da papa Benedetto XIV.

Era figlio di Francesco II de La Rochefoucauld de Roye e della di lui consorte Catherine Françoise d'Arpajon.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Egli fu destinato fin dalla tenera età alla carriera ecclesiastica.

Nel novembre del 1717 fu nominato abate di Saint-Romain de Blaye e nel maggio 1722 abate di Beauport, poi priore di Lanville e successivamente di Notre-Dame-de-Bonne-Nouvelle a Parigi e nell'aprile 1732 priore di La Charité-sur-Loire.

Fu poi vicario generale dell'arcivescovo di Rouen, monsignor Louis de La Vergne de Tressan.

Il 27 giugno 1729 fu nominato arcivescovo di Bourges a seguito delle dimissioni del cardinale Léon Potier de Gesvres.

Il 29 settembre 1738 fu eletto coadiutore del cardinale Henri-Osvald de la Tour d'Auvergne de Bouillon, abate di Cluny.

Nel 1747, alla morte del cardinale de La Tour d'Auvergne, gli succedette come abate di Cluny. Egli fece ricostruire l'abbazia e ne presiedette i capitoli generali degli anni 1750, 1753 e 1756.

Il 2 febbraio del 1742 fu nominato commendatore dell'Ordine dello Spirito Santo. La sua reputazione lo fece scegliere come presidente dell'assemblea del Clero che si tenne nell'aprile 1742, ottenendo anche il privilegio di prepararla direttamente con il re invece che con i suoi ministri. Nello stesso anno fu nominato Grande elemosiniere di Francia. Nel 1745 Luigi XV lo nominò ambasciatore a Roma, presso papa Benedetto XIV in sostituzione dell'abate di Canillac.

Dato per candidato favorito alla carica di arcivescovo di Parigi, a causa della sua lontananza da Parigi gli venne tuttavia preferito nel 1746 Christophe de Beaumont du Repaire.

Papa Benedetto XIV lo nominò cardinale nel concistoro del 10 aprile 1747 con il titolo di cardinale presbitero di Sant'Agnese fuori le mura e nel dicembre di quell'anno fu richiamato a Parigi.

Nel 1755, alla morte di Monsignor de Mirepoix, il re diede segno della sua preferenza per il La Rochefoucauld incaricandolo di redigere l'elenco dei benefici.

Nello stesso anno divenne abate di Saint-Wandrille de Fontanelle.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Arcivescovo metropolita di Bourges Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Léon Potier de Gesvres 6 luglio 1729 - 29 aprile 1757 Georges-Louis Phélipeaux d'Herbault
Predecessore Abate commendatario di Cluny Successore Prepozyt.png
Henri-Osvald de la Tour d'Auvergne de Bouillon 23 aprile 1747 - 29 aprile 1757 Dominique de La Rochefoucauld
Predecessore Grande Elemosiniere di Francia Successore Coat of arms of Grand Aumonier de France.png
Armand Gaston Maximilien de Rohan-Soubise 19 luglio 1742 - 19 luglio 1745 François Armand Auguste de Rohan-Soubise-Ventadour
Predecessore Cardinale presbitero di Sant'Agnese fuori le mura Successore CardinalCoA PioM.svg
Filippo Maria de Monti 15 maggio 1747 - 29 aprile 1757 Etienne-René Potier de Gesvres
Controllo di autoritàVIAF: (EN29745065 · ISNI: (EN0000 0000 6131 6448 · LCCN: (ENno2009039267 · BNF: (FRcb143303220 (data)