Fossa infratemporale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fossa infratemporale
Anatomia del Gray (EN) Pagina 184
Nome latino fossa infratemporalis
Identificatori
TA A02.1.00.024
FMA 75308

La fossa infratemporale conosciuta anche come fossa zigomatica è quello spazio posto nella parete laterale della faccia, posteriormente alla mascella e situato inferiormente e medialmente all'arcata zigomatica, omologo alla fossa (o finestra) subtemporale degli altri vertebrati. Appare come la diretta continuazione verso il basso della fossa temporale.

Visione della fossa infratemporale

Limiti[modifica | modifica wikitesto]

In alto è delimitata dalla grande ala dello sfenoide, posta lateralmente al processo pterigoideo, e dalla fossa temporale da cui è delimitata idealmente dalla cresta infratemporale dell'osso sfenoide. Lateralmente dal ramo della mandibola, medialmente dalla lamina laterale del processo pterigoideo, in avanti dalla tuberosità mascellare. Posteriormente e inferiormente non vi sono pareti ossee ma la parotide e le strutture del collo.

Comunicazioni[modifica | modifica wikitesto]

La fossa infratemporale comunica con:

Contenuto[modifica | modifica wikitesto]

Regioni e strutture adiacenti[modifica | modifica wikitesto]

Vasi[modifica | modifica wikitesto]

Nervi[modifica | modifica wikitesto]

La componente nervosa è costituita essenzialmente dalla branca mandibolare del trigemino (con fibre somatiche motrici e sensitive), che entra nella regione attraverso il foro ovale e dal ganglio otico.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Luciano Fonzi, Anatomia Funzionale e Clinica dello Splancnocranio, Ed. Edi Ermes, ISBN 88-7051-238-x