Fortunato Cerlino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Fortunato Cerlino (Napoli, 17 giugno 1971) è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si diploma nel 1991 all'Accademia d'arte drammatica della Calabria diretta da Alvaro Piccardi e Luciano Lucignani. Già nel 1990 riceve l'attestato di triennio dell'Accademia del teatro Diana - a Napoli - diretta da Guglielmo Guidi. Negli anni '90 sono innumerevoli i viaggi all'estero per studi e seminari di improvvisazione e impostazione vocale e del linguaggio del corpo. Nel 1995 è intrattenitore presso Harrods a Londra. Nel 2000 fa parte del progetto Cechov diretto da Anton Milenin. Nel 2006, presso il Centro Teatrale Santa Cristina, partecipa alla Scuola di perfezionamento diretta da Luca Ronconi[1].

Nutrito il suo curriculum teatrale: tra i suoi tanti lavori si ricordano nel 2007 la trasposizione di Fahrenheit 451 di Ray Bradbury con la regia di Luca Ronconi e nel 2011 Se non ci sono altre domande con la regia di Paolo Virzì al Teatro Eliseo di Roma. Dal 1990 inizia anche a scrivere per il teatro e a curare la regia di numerosi spettacoli, tra cui Potevo far fuori la Merkel... e Edipo a Terzigno.

Per quanto riguarda la televisione nel 2000 partecipa a Francesca e Nunziata con la regia Lina Wertmüller. Nel 2001 è nel cast de La squadra. Nel 2007 è nel cast di Mogli a pezzi diretto da Alessandro Benvenuti. Nel 2009 prende parte a Distretto di polizia 9 con la regia di Alberto Ferrari e a R.I.S. Roma - Delitti imperfetti e l'anno successivo a Distretto di polizia 10.

Nel 2014 viene scelto per il ruolo di don Pietro Savastano nella serie Gomorra, serie evento di Sky, che lo porterà al definitivo successo. Nel 2015 è guest star nella sit-com Il candidato con Filippo Timi, trasmesso dalla Rai, e partecipa alla serie internazionale I medici per la regia di Sergio Mimica-Gezzan. Nel 2016 gira Britannia, prodotta da Sky UK, e At close range (Auf kurze Distanz), per la regia di P. Kadelbach e prodotto da Ufa Fiction[2].

Tanti anche i ruoli per il grande schermo: nel 1998 è nel cast di La via degli angeli di Pupi Avati e di Caro domani di Mariantonia Avati. Nel 2000 è la volta di Ribelli per caso di Vincenzo Terracciano, nel 2006 di Lascia perdere, Johnny! di Fabrizio Bentivoglio, nel 2007 partecipa a Gomorra di Matteo Garrone e nel 2008 è nel cast di Fortapàsc di Marco Risi. Nel 2015 prende parte a Inferno, regia di Ron Howard. Nel 2016 è protagonista insieme a Francesca Neri del film Senza fiato, regia di Raffaele Verzillo. Nel 2017 è protagonista insieme a Vinicio Marchioni del film Socialmente pericolosi, regia di Fabio Venditti. Nello stesso anno è protagonista insieme a Michele Riondino di Falchi di Toni D'Angelo[3].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Ha sposato con rito civile a Trieste il 21 luglio 2018, durante le riprese della serie televisiva “La porta rossa”, la photo editor Antonella Sava, alla quale è legato dal 2015[4]. La coppia ha una bambina, Delfina, nata a Roma il 23 Agosto 2017[5].


Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ PopcornTv, Fortunato Cerlino: un destino segnato nel nome di battesimo, ecco perché, su PopcornTv.it. URL consultato il 5 settembre 2018.
  2. ^ Mo-Net s.r.l. Milano-Firenze, Filmografia Fortunato Cerlino | MYmovies, su www.mymovies.it. URL consultato il 5 settembre 2018.
  3. ^ (IT) Fortunato Cerlino: «La vita non si ferma a Gomorra» - Grazia.it, in Grazia, 12 maggio 2016. URL consultato il 5 settembre 2018.
  4. ^ (IT) Fortunato Cerlino si è sposato: «E poi mia figlia ha detto, in VanityFair.it, 1532270016. URL consultato il 5 settembre 2018.
  5. ^ (IT) Fortunato Cerlino è diventato papà: "Benvenuta Delfina", in TalkyLife, 24 agosto 2017. URL consultato il 5 settembre 2018.
  6. ^ (IT) Fortunato Cerlino e Piero Mazzocchetti al Premio MuMi, su www.giornaledimontesilvano.com. URL consultato il 5 settembre 2018.
  7. ^ (IT) Il teaser FOX di Romolo + Giuly: la guerra mondiale italiana, in MondoFox, 15 giugno 2018. URL consultato il 24 giugno 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0004 4385 5877