Foro romano di Milano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Foro romano di Milano
Mediolanum
Mediolanum romana.png
L'antica Milano romana (Mediolanum) con il tracciato delle mura, al centro del quale si trovava il Forum, antica piazza principale della città di Mediolanum.
Localizzazione
Stato Italia Italia
Amministrazione
Ente Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la Città Metropolitana di Milano
Sito web milanoarcheologia.beniculturali.it

Il foro romano di Milano era l'antica piazza principale del centro cittadino di Mediolanum fin dalla fondazione della città romana in epoca repubblicana.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Milano romana.

Il foro si estendeva per circa 160 metri in lunghezza e 100 in larghezza, affiancato sui lati lunghi da due ali di portico colonnato e sovrastato probabilmente come nel forum di Brescia, da una lunga balaustra marmorea ornata di statue. Sue tracce archeologiche sono state trovate nei sotterranei della Biblioteca Ambrosiana, oggi aperta al pubblico solo in particolari date, e della chiesa di San Sepolcro: nel livello sotterraneo è infatti possibile trovare ancora i resti dell'antica pavimentazione di epoca augustea. Il forum si estendeva, inoltre, al di sotto delle attuali vie dell'Ambrosiana, piazza San Sepolcro, via Cardinale Federico, piazza Pio XI e parte di via Moneta.

La piazza si trovava esattamente all'incrocio tra il decumano massimo ed il cardo massimo. Su entrambi i lati si aprivano delle tabernae (simili alle nostre botteghe, negozi). Sul lato occidentale del Foro si affacciava probabilmente la Zecca imperiale della città di Mediolanum dell'epoca di Gallieno e poi di Massimiano (rimasta aperta fino ai primi anni del V secolo). Sul lato orientale vi era invece il mercato (macellum). In fondo alla piazza, al centro del suo lato più settentrionale, c'era il Capitolium, vale a dire il tempio che nelle città romane era dedicato alle tre principali divinità dell'Olimpo latino: Giove, Giunone e Minerva. Era così chiamato dal nome del luogo in cui a Roma si trovava il primo tempio ad esse dedicato (il Campidoglio, in latino Capitolium). Ai suoi lati si suppone vi fossero anche una basilica dove si esercitava l'attività amministrativo-giuridica del senato cittadino, e la curia, paragonabile oggi al nostro municipio del comune.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti storiografiche moderne
  • E.A.Arslan, Cenni sullo sviluppo urbanistico di Milano nell'antichità, in Le Civiche Raccolte Archeologiche di Milano, Milano 1979.
  • A.Calderini, Storia di Milano, I, 1953.
  • A.Calderini, Milano romana, Milano 1965.
  • AAVV, in Catalogo della Mostra "Milano capitale dell'Impero romano (286-402 d.C.)", a cura di Gemma Sena Chiesa, Milano 1990.
  • A.Struffolino Albricci, Lombardia romana. Le città, Milano 1976.
  • U.Tocchetti Pollini, La prima cerchia di mura, schede dell'A.L.A., Milano 1983.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]