Forca d'Acero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Forca d'Acero
I prati di Opi.JPG
Stato Italia Italia
Regione Abruzzo Abruzzo
Lazio Lazio
Località collegate Opi, San Donato Val di Comino
Altitudine 1,538 m s.l.m.
Coordinate 41°45′15.9″N 13°48′50″E / 41.754417°N 13.813889°E41.754417; 13.813889Coordinate: 41°45′15.9″N 13°48′50″E / 41.754417°N 13.813889°E41.754417; 13.813889
Pendenza massima 9%
Lunghezza 29 km
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Forca d'Acero
Forca d'Acero

Forca d'Acero è un valico stradale appenninico posto a 1.538 m s.l.m. sull'Appennino centrale lungo lo spartiacque appenninico primario tra Abruzzo e Lazio, tra la provincia dell'Aquila e quella di Frosinone, attraversato dalla Strada statale 509 di Forca d'Acero e segnavia del limitare del Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. Collega i comuni di Opi e San Donato Val di Comino.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La sua importanza è dovuta al fatto che rappresenta l'unico accesso stradale diretto alla zona del Parco Nazionale d'Abruzzo attraverso l'Appennino laziale dalla zona del frusinate e viceversa, rivestendo dunque anche un ruolo di importanza turistica ed uno dei pochi passi appenninici che collegano le due provincie assieme al valico di Serra Sant'Antonio posto più a nord sulla stessa linea di confine. Si tratta dunque di un valico di montagna, poco trafficato, utilizzato per scopi prevalentemente turistici sia d'inverno che d'estate, con il maggior dislivello sul versante laziale e dall'aspetto paesaggistico tipicamente appenninico.

Il valico possiede un'area attrezzata (ed un rifugio) ed è caratterizzato dal pianoro di Campo Lungo, circondato da boschi e da una faggeta secolare nei pressi del gruppo montuoso del Monte Tranquillo (1841 m s.l.m.).

Se d'estate è punto di partenza di numerose escursioni, d'inverno è luogo di sci di fondo (si trova nei pressi della pista internazionale di Macchiarvana). A circa 10 km a valle nel frusinate si trova San Donato Val di Comino.[1][2][3]

Ciclismo[modifica | modifica wikitesto]

La salita alla Forca d'Acero è stata affrontata 4 volte nella storia del Giro d'Italia, l'ultima nel 2015, nella tappa da Fiuggi a Campitello Matese. L'ascesa alla forca è stato affrontata tre volte dal versante laziale e una dal versante abruzzese nel 2008 più corta. La salita dal versante laziale, presenta un dislivello di 1235 m da Sora e 1187 da Atina raggiunta con pendenze medie del 5%, massime del 9% è un percorso molto battuto dai cicloamatori in periodi estivi. Meno impegnativo il versante abruzzese.

Elenco dei ciclisti arrivati per primi in vetta al passo durante le tappe del Giro[4].

Anno Nome Nazionalità
2015 Steven Kruijswijk Paesi Bassi Paesi Bassi
2008 Alessandro Spezialetti Italia Italia
1985 Acácio da Silva Portogallo Portogallo
1970 Martin Van Den Bossche Belgio Belgio

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]