Foodora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Foodora
Logo
Stato Germania Germania
Forma societaria Gesellschaft mit beschränkter Haftung
Fondazione 2015
Sede principale Berlino
Gruppo Delivery Hero
Persone chiave
  • Julian Dames
  • Emanuel Pallua
  • Rodrigo Sampaio
  • Eduardo Goes
Settore Alimentare
Sito web

foodora GmbH è un'impresa tedesca con sede a Berlino di consegne di pasti[1] che offre piatti di oltre 9000 ristoranti selezionati[2] in 10 paesi.

Usando l'applicazione per dispositivi mobili o il sito internet della società, i clienti trovano i ristoranti vicino a loro che consegnano al loro indirizzo, fanno un ordine che viene tracciato e attendono che l'ordine venga recapitato con un corriere in bicicletta.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Un fattorino di foodora a Tampere

Foodora viene fondata con il nome di Volo GmbH a Monaco di Baviera nel 2014. Quando viene acquistata da Rocket Internet nell'aprile 2015,[4] la società cambia nome e si trasferisce a Berlino. Nel giugno 2015, foodora acquisisce altri servizi di consegna cibo a domicilio: Hurrier in Canada, Suppertime in Australia e Heimschmecker in Austria, i quali adesso operano tutti con il nome di foodora.[5]

Nel settembre 2015, Delivery Hero acquisisce foodora da Rocket Internet.[3] In seguito, foodora viene fusa con Urban Taste, società appartenente al gruppo di Delivey Hero, operante nel mercato delle consegne di cibo a domicilio.[6]

Business[modifica | modifica wikitesto]

Utilizzando il sito Internet della società o l'applicazione per i dispositivi mobili, i clienti visualizzano i ristoranti vicino a loro, possono fare un ordine e pagare online. L'ordine viene preparato dal ristorante, ritirato dal corriere e consegnato al cliente finale in 30 minuti.[7] foodora offre sia servizi B2B che B2C.

Presenza geografica[modifica | modifica wikitesto]

Presenza di foodora nei vai stati

foodora opera in 10 paesi su scala globale: Germania, Austria, Francia, Italia, Paesi Bassi, Svezia, Norvegia, Finlandia, Canada e Australia.[8]

In Italia, la piattaforma di cibo a domicilio viene lanciata a Milano nel luglio 2015[9] e a Torino nel settembre 2015.[10]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre del 2016 un numero considerevole di fattorini di foodora della sezione milanese e torinese[11] ha protestato per la differenza salariale negativa nei confronti degli stessi colleghi esteri.[12][13]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Wee Sile Azaa, Upmarket restaurants embrace a tech delivery service, su cnbc.com, Thomson Reuters. URL consultato il 22 ottobre 2015.
  2. ^ Nicola Stefan, Delivery Hero's Foodora Expands as Rivalry Intensifies, su bloomberg.com, Bloomberg. URL consultato il 19 febbraio 2016.
  3. ^ a b http://corriereinnovazione.corriere.it/2015/12/10/quando-ristorante-ti-raggiunge-ufficio-8d22c640-9f2c-11e5-a5b0-fde61a79d58b.shtml
  4. ^ The Eureka, TODAY IN GERMANY: GRANIFY, VENTURE STARS, VOLO, CAMPANDA.DE, su theheureka.com, Vertical Media GmbH. URL consultato il 27 maggio 2015.
  5. ^ http://www.businessinsider.com.au/australian-food-delivery-service-suppertime-acquired-by-delivery-hero-2015-10
  6. ^ http://www.scmp.com/tech/start-ups/article/1864959/german-start-foodora-plans-take-hong-kongs-online-food-courier
  7. ^ http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2015-12-04/le-super-start-up-food-foodora-182551.shtml?uuid=ACDJaYnB
  8. ^ http://www.dgap.de/dgap/News/dgap_media/ondemand-food-delivery-service-foodora-merges-with-delivery-heros-urban-taste-and-breaks-into-the-global-market/?newsID=898633
  9. ^ http://www.ilgiorno.it/milano/cibo-domicilio-1.1977675
  10. ^ http://thefoodmakers.startupitalia.eu/3720-20151112-foodora-delivery-lusso-rocket-internet-leader
  11. ^ Foodora: licenziati bloccando un app, benvenuti nel nuovo mondo del delivery, su L'Huffington Post. URL consultato il 28 novembre 2016.
  12. ^ Foodora, la protesta a Milano, in Corriere della Sera. URL consultato il 28 novembre 2016.
  13. ^ Milano, la protesta dei fattorini Foodora: “2,70 euro a consegna, non ordinate più da noi”, in MilanoToday. URL consultato il 28 novembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]