Fonte di energia secondaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In energetica si definisce fonte energetica secondaria una fonte energetica, come, ad esempio, l'energia elettrica, che non è direttamente disponibile in natura ma che può essere prodotta a partire da una fonte di energia primaria.

La quasi totalità dell'energia elettrica nel mondo viene prodotta sfruttando fonti energetiche primarie non rinnovabili, ovvero combustibili fossili quali petrolio e gas naturale.

Il processo di produzione di una fonte secondaria consiste in una conversione da una fonte a un'altra: questo passaggio comporta sempre una perdita di efficienza nel processo produttivo, in quanto una parte dell'energia iniziale è irrimediabilmente persa nella trasformazione.

Altri esempi fonti secondarie sono la benzina, il gasolio, il GPL, l'idrogeno.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]