Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Fondo Nazionale Ebraico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La foresta di Eshtaol creata dal Fondo Nazionale ebraico

Il Fondo Nazionale Ebraico (in ebraico: קרן קימת לישראל, Keren Kayemet LeYisrael) (a volte abbreviato in KKL) fu fondato nel 1901 per comprare e sviluppare terra nella Palestina ottomana (poi Israele) per l'insediamento degli ebrei. Il Fondo è un ente no-profit della Organizzazione Sionista Mondiale [1] e ha poteri para-statali.[2] Nel 2007, era proprietario del 13% della superficie fondiaria in Israele.[3] Sin dalla sua creazione, il Fondo ha piantato più di 240 milioni di alberi in Israele. Ha anche costruito 180 dighe e bacini artificiali, reso lavorabile 1.000 km² di terra e creato più di 1.000 parchi.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Professor Alon Tal, The Mitrani Department of Desert Ecology, The Blaustein Institutes for Desert Research, Ben Gurion University of the Negev."NATIONAL REPORT OF ISRAEL, Years 2003-2005, TO THE UNITED NATIONS CONVENTION TO COMBAT DESERTIFICATION (UNCCD)"; State of Israel, July 2006
  2. ^ Rebecca Spence."Reform Slams Knesset Plan for JNF Land"; Jewish Daily Forward, July 25, 2007
  3. ^ Anshel Pfeffer, Stern, Yoav, High Court delays ruling on JNF land sales to non-Jews in Haaretz, 24 settembre 2007. URL consultato il 20 dicembre 2007.
  4. ^ http://www.jnf.org/site/PageServer?pagename=history

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

ecologia e ambiente Portale Ecologia e ambiente: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ecologia e ambiente