Follow the Leader (Korn)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Follow the Leader
Artista Korn
Tipo album Studio
Pubblicazione 18 agosto 1998
Durata 70:01
Dischi 1
Tracce 25
Genere[1] Alternative metal
Nu metal
Rap metal
Etichetta Immortal, Epic
Produttore Korn, Steve Thompson, Toby Wright
Formati CD, LP, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oro Paesi Bassi Paesi Bassi[2]
(vendite: 50 000+)
Regno Unito Regno Unito[3]
(vendite: 100 000+)
Dischi di platino Australia Australia (3)[4]
(vendite: 210 000+)
Canada Canada (3)[5]
(vendite: 300 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[6]
(vendite: 15 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (5)[7]
(vendite: 5 000 000+)
Korn - cronologia
Album precedente
(1996)
Album successivo
(1999)
Singoli
  1. Got the Life
    Pubblicato: 23 novembre 1998
  2. Freak on a Leash
    Pubblicato: 25 maggio 1999

Follow the Leader è il terzo album in studio del gruppo musicale statunitense Korn, pubblicato nel il 18 agosto 1998 dalla Immortal Records e dalla Epic Records.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Rispetto ai precedenti, l'album presenta maggiori contaminazioni con il rap. Contiene diverse collaborazioni, tra cui quelle di Ice Cube a Children of the Korn, di Fred Durst dei Limp Bizkit ad All in the Family, e di Tre Hardson dei Pharcyde a Cameltosis. Il comico Cheech Marin prestò la propria voce alla traccia nascosta Earache My Eye, cover di un brano dal film Up In Smoke, del duo di cui fa parte (Cheech e Chong).

Prima dell'intro It's On!, nell'album vi è un minuto di silenzio (ripartito in 12 "tracce" di 5 secondi ciascuna). Esso è dedicato a Justin (da cui anche il titolo di una traccia dell'album), malato terminale di cancro e componente della fondazione Make-A-Wish, che in fin di vita realizzò il desiderio di vedere i Korn dal vivo. La traccia numero 22 si intitola Justin ed è anch'essa dedicata a lui.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Untitled 01 – 0:05
  2. Untitled 02 – 0:05
  3. Untitled 03 – 0:05
  4. Untitled 04 – 0:05
  5. Untitled 05 – 0:05
  6. Untitled 06 – 0:05
  7. Untitled 07 – 0:05
  8. Untitled 08 – 0:05
  9. Untitled 09 – 0:05
  10. Untitled 10 – 0:05
  11. Untitled 11 – 0:05
  12. Untitled 12 – 0:05
  13. It's On! – 4:28
  14. Freak on a Leash – 4:15
  15. Got the Life – 3:45
  16. Dead Bodies Everywhere – 4:44
  17. Children of the Korn – 3:52
  18. B.B.K. – 3:56
  19. Pretty – 4:12
  20. All in the Family – 4:48
  21. Reclaim My Place – 4:32
  22. Justin – 4:17
  23. Seed – 5:54
  24. Cameltosis – 4:38
  25. My Gift to You – 15:40 – contiene la traccia fantasma Earache My Eye

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Altri musicisti
  • Ice Cube – voce (traccia 17)
  • Justin Walden – programmazione aggiuntiva (tracce 17 e 24), batteria aggiuntiva (tracce 20 e 24)
  • Fred Durst – voce (traccia 20)
  • Tommy D. – programmazione aggiuntiva (traccia 20)
  • Tre Hardson – voce (traccia 24)
  • Cheech Marin – voce in Earache My Eye

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Stephen Thomas Erlewine, Follow the Leader, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 7 febbraio 2016.
  2. ^ (NL) Overzicht Goud/Platina Audio, Nederlandse Vereniging van Producenten en Importeurs van beeld- en geluidsdragers. URL consultato il 6 febbraio 2016.
  3. ^ (EN) Certified Awards, British Phonographic Industry. URL consultato il 6 febbraio 2016. Digitare "Follow the Leader" in "Keywords", dunque premere "Search".
  4. ^ (EN) ARIA Charts – Accreditations – 1999 Albums, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 6 febbraio 2016.
  5. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 6 febbraio 2016.
  6. ^ (EN) Dean Scapolo, The Complete New Zealand Music Charts: 1966–2006, Wellington, Dean Scapolo and Maurienne House, 2007, ISBN 978-1-877443-00-8.
  7. ^ (EN) Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 6 febbraio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]