Follow God

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Follow God
Kanye West - Follow God.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaKanye West
Tipo albumSingolo
Pubblicazione8 novembre 2019
Durata1:45
Album di provenienzaJesus Is King
Genere[1]Gospel
Hip hop
EtichettaGOOD Music, Def Jam Recordings
ProduttoreKanye West, BoogzDaBeast, Xcelence
FormatiDownload digitale, streaming
Certificazioni
Dischi d'argentoRegno Unito Regno Unito[2]
(vendite: 200 000+)
Dischi di platinoStati Uniti Stati Uniti[3]
(vendite: 1 000 000+)
Kanye West - cronologia
Singolo precedente
(2018)
Singolo successivo
(2020)

Follow God è un singolo del rapper e produttore discografico statunitense Kanye West, pubblicato nel 2019 come primo estratto dall'album Jesus Is King. Il singolo è stato prodotto da BoogzDaBeast, Xcelence e West stesso, ed è passato nella contemporary hit radio britannica l'8 novembre per le etichette GOOD Music e Def Jam Recordings.[4]

Alla sua pubblicazione, Follow God è stata la traccia apripista di Jesus Is King che ha performato meglio nei servizi di streaming musicale;[5] contiene un sample del singolo Can You Lose by Following God della band Whole Truth.[6] Il testo parla della connessione di West con suo padre, che è sia Dio che quello biologico Ray West, mentre mette in discussione l'essere «simile a Cristo».[6][7]

Il singolo ha ricevuto critiche generalmente positive dalla critica specializzata, che l'ha definita miglior traccia del disco.[14] È stato apprezzato il sample, definito «rimbalzante», il flow e il ritmo del rapping di West.[9] Commercialmente parlando, Follow God ha debuttato alla settima posizione della Billboard Hot 100 negli Stati Uniti d'America,[15] diventando la diciottesima traccia di West a raggiungere la top 10 di suddetta classifica.[16] La canzone ha anche raggiunto la top 10 in altri nove paesi, tra cui Australia, Canada e Regno Unito.[17][18][19]

Origini e sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Kanye West produsse Follow God insieme a Xcelence e BoogzDaBeast, uno dei nomi meno noti presenti all'interno del progetto nonostante ne abbia prodotto sei tracce.[20] West e BoogzDaBeast lavorarono insieme all'eponimo album in studio di debutto del duo Kids See Ghosts, formato dal rapper e Kid Cudi.

Il brano è stato presentato in anteprima al pubblico il 23 ottobre 2019 al The Forum di Los Angeles

Il titolo del singolo venne rivelato per la prima volta dalla moglie di West, Kim Kardashian, in un tweet del 27 settembre 2019 contenente la tracklist di Jesus Is King.[21] In seguito, West presentò il brano il 23 ottobre alla festa di ascolto per il disco tenutasi al The Forum di Los Angeles.[22]

Follow God fu una delle tre tracce che comportò lo slittamento della data di uscita del disco per problemi relativi al missaggio.[23] Consequence, collaboratore di West, spiegò che il brano fu importante per il rapper perché era «in contrasto con il fantasma» di tracce precedenti come Otis, Good Morning, Champion e Heard 'Em Say. Sempre secondo Consequence, Follow God doveva «andare in un posto nuovo» ed «essere in sintonia con la gente»; aggiunse che lui e West avevano «una versione grezza che è stata ripulita» e preferirono la prima, credendo che «la gente ne sarà attratta».[24] West citò il singolo come un esempio di lui che crea una traccia «che la gente non aveva mai sentito prima».[25]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Follow God è una canzone trap[26] contenente un sample di Can You Lose By Following God, brano soul[8][27] della band Whole Truth pubblicato nel 1974.[7] Venne comparata ad altre pubblicazioni antecedenti di West che hanno usato un sample,[28] e nello specifico al brano del 2016 Father Stretch My Hands, Pt. 1, contenuto nell'album The Life of Pablo.[7] Follow God si basa attorno alla linea vocale del sample, "Father, I stretch / Stretch my hands to You", che inizia al minuto 1:32 del brano originale.[6][29] Il campionamento viene usato come prefazione, per poi essere incorporato nella produzione trap;[7][26] quest'ultima venne scritta in re bemolle maggiore, e i battiti per minuto sono pari a 90.[30]

Il testo parla del rapporto di West con suo padre, facendo riferimento sia a Dio che al padre biologico Ray West.[7] Tuttavia, esso non è completamente religioso: West parla anche della fiducia che ripone in se stesso[31] e della disconnessione dalla negatività causata dai social media.[7] Il rapper inizia il suo verso con una rima sulla lotta per raggiungere la purezza in un mondo di peccato, mentre in altri punti si paragona a Gesù Cristo e Michael Jordan.[7][32] In Follow God, West narra come ci si sente ad essere «simile a Cristo» dopo una discussione avuta con suo padre.[6][33] La canzone termina con il rapper che conclude la lite ricordando che i due sono arrabbiati l'uno con l'altro, accompagnando con un grido da parte sua.[12]

La frase «what is your life like» (lett. "com'è la tua vita") venne usata più volte sotto forma di domanda da parte di West, e fu comparata al verso del collega Shotgun Suge «What's your life like?». Uno scrittore del The Source sostenne che West abbia usato la frase come «mezzo per la contemplazione introspettiva», mentre Suge per «sfidare l'autenticità dei suoi avversari».[34]

Pubblicazione e promozione[modifica | modifica wikitesto]

Copertina del lyric video di Follow God, pubblicato il 26 ottobre 2019 su YouTube

Il 25 ottobre 2019 venne pubblicato il nono album in studio di Kanye West, Jesus Is King: Follow God è presente come terza traccia del disco. Il 5 novembre West scelse il brano come singolo apripista dell'album, a seguito del riscontro positivo avuto dai servizi di streaming musicale che lo hanno reso il brano più ascoltato di Jesus Is King.[5] La canzone fu trasmessa nella contemporary hit radio dell'emittente britannica BBC Radio 1 dall'8 novembre;[4] successivamente, arrivarono le stazioni radiofoniche italiane l'11 novembre[35] e quelle statunitensi il giorno successivo, il 12.[5]

Il lyric video della canzone venne reso disponibile su YouTube il 26 ottobre 2019.[36] Il 1º novembre West e il gruppo gospel Sunday Service Choir eseguirono Follow God all'evento Sunday Service Experience, tenutosi alla Bethany Rose Church di Baton Rouge, in Louisiana.[37] Un'altra performance del brano ci fu all'Astroworld Festival del collega Travis Scott, il 9 novembre, quando West comparì a sorpresa sul palco di Houston.[38]

Durante un'esibizione del Sunday Service Experience del 17 novembre alla Lakewood Church di Joel Osteen, West nominò il detenuto statunitense Rodney Reed, il quale ordine del tribunale venne posticipato grazie alla moglie del rapper, Kim Kardashian.[39] Il rapper Pusha T ha annunciato la gravidanza della moglie tramite un freestyle sulla base di Follow God, pubblicato su Instagram il 9 dicembre.[40] L'ultima performance in un concerto con il coro Sunday Service ci fu a Skid Row, distretto della Downtown di Los Angeles, il 29 dicembre.[41]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Follow God ricevette delle recensioni generalmente positive da parte della critica specializzata; in molti lo considerarono il brano migliore di Jesus Is King.[14]

Brian Josephs di Entertainment Weekly definì la canzone come «il thriller post-Life of Pablo più palpabile» di West, aggiungendo che la sua strofa è «un flusso surreale di consapevolezza».[13] Wren Graves di Consequence scrisse che la struttura della canzone ricorda «i trucchi più vecchi» del rapper, commentando che «non è solo la miglior produzione nell'album: è anche il Kanye più lucido e crudo».[33] Scrivendo per il The Atlantic, Spencer Kornhaber paragonò la «concentrazione e facilità» del flow di West a quello di Watch the Trone, album realizzato in collaborazione con il rapper Jay-Z,[42] mentre Ross Horton di Line of Best Fit considerò la traccia come «un ricordo nauseabondo di quanto era buono Ye[43] nel passato», sottolineandone «il beat a prova di proiettile», il rapping «graffiante e veloce» e le rime «strette».[10]

Jordan Bassett di NME definì la canzone «martellante», paragonando il «ritmo rimbalzante» a quello presente nell'album del 2018 Ye,[9] mentre Neil Z. Yeung di AllMusic citò lo «slapping della base» come uno dei punti di forza presenti in Jesus Is King, i quali secondo lui sono frutto di un «meticoloso studio».[44] Brendan Klinkeberg di Rolling Stone descrisse il sample dei Whole Truth come «sbalorditivo fino al collo»;[45] Roisin O'Connor del The Independent ne apprezzò «l'inflessione funk», aggiungendo che la canzone «possiede una delle strofe di West più taglienti, consegnata in uno stile stranamente impassibile»;[11] d'altro canto, Dean Van Nguyen di The Guardian lo descrisse come «scarno» e richiamante Bound 2, singolo di West del 2013,[8] mentre il giornalista del Chicago Tribune Greg Kot disse che il singolo rievoca le vecchie pubblicazioni del rapper dove aveva «un talento per far rivivere e ricontestualizzare in modo accurato piccoli frammenti di soul».[27] In una recensione per Clash, Will Rosebury considerò il sample come parte complementare della batteria «incredibile» della canzone.[46]

Rawita Kameir di Pitchfork scrisse che, nonostante Jesus Is King presenti la mancanza di vulnerabilità che ha reso West «un artista straordinariamente avvincente», Follow God sia un'eccezione perché «spinge a considerare, per quanto superficiale, cosa significa essere simile a Cristo».[6] Nella sua recensione, Phoebe Luckhurst di Evening Standard considerò il singolo come «il migliore in un gruppo abbastanza povero».[47] Joey Chini di Exclaim! lo dipinse come «l'unico degno di nota» dell'album, aggiungendo che nonostante sia «dolorosamente breve», è un «ritorno alla forma» di West «verso la giusta direzione».[48] In contrapposizione, Andrew R. Chow di Time si rivelò critico nei confronti del rapper per non aver sviluppato una metafora con Dio, chiamando Follow God un «rifiuto» di canzone proveniente dall'album di Pusha T Daytona, pubblicato nel 2018.[49]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

La rivista statunitense Complex inserì Follow God alla quarantanovesima posizione della sua Top Songs del 2019. Eric Skelton, giornalista della rivista, disse che la traccia ricorda un «dono musicale duraturo», e che la produzione alla «Ye stile vintage dovrebbe piacere a chiunque desideri il ritorno del vecchio Kanye».[50] Follow God venne classificata come ottantasettesima canzone più popolare del 2019 nella Hottest 100 della stazione radiofonica australiana Triple J.[51]

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Il rapper ASAP Rocky ha partecipato, al fianco di Tyler, The Creator alla proiezione in anteprima del video musicale

Il videoclip venne diretto da Jake Schreier e girato al ranch di West a Cody, nello Stato del Wyoming.[52][53] È il primo video dove sono presenti sia Kanye che suo padre, Ray West.[54] La moglie del cantante, Kim Kardashian, pubblicò un'anteprima del video sulle sue storie di Instagram il 6 novembre 2019, nonostante la data di uscita ufficiale non fosse stata ancora stabilita al tempo.[55][56]

Nello stesso giorno, West affittò un negozio Burberry a New York per una proiezione privata del videoclip.[52] La proiezione venne ripetuta più volte, con la partecipazione dei colleghi rapper Tyler, the Creator e A$AP Rocky.[54] Il video venne pubblicato sia su YouTube che su Twitter il 7 novembre 2019,[57] come primo brano di Jesus is King a ricevere un video musicale.[58]

Sinossi[modifica | modifica wikitesto]

Kanye e Ray West guidano un ATV nel video musicale

La scena di apertura del video è una camminata sulla neve di Kanye e Ray West;[59] quest'ultimo parla fuori campo, ponendo la domanda «cosa significa realmente seguire Dio?».[60] Ray continua descrivendo quando Kanye e i suoi fratelli si sentivano spaventati la prima volta che hanno camminato sulla neve.[60] Kanye indossa una felpa arancione, un gilet bianco, guanti marroni e dei pantaloni termici.[61] I due salgono a bordo di un ATV e lo guidano; successivamente, lo scambiano per un veicolo più grande.[62] Contemporaneamente, compaiono anche delle scene dove i due ballano, o dove Kanye mima il suo stesso grido.[63] Il video termina con un messaggio scritto su sfondo blu, che recita:

(EN)

«My dad came to visit me at one of our ranches in Cody, Wyoming. He talked about his love for fishing, and how he would like to come here in summers.

It took me 42 years to realize that my dad was my best friend.

He asked me, "How many acres is this?"

I told him 4 000. He replied with these three words:

"A black man?"»

(IT)

«Mio padre è venuto a farmi visita in uno dei nostri ranch a Cody, Wyoming. Ha parlato del suo amore per la pesca, e di come vorrebbe venire qui in estate.

Mi ci sono voluti 42 anni per capire che mio padre è il mio migliore amico.

Mi ha chiesto: "Quanti acri sono questi?"

Gli dissi 4 000. Lui mi rispose con queste tre parole:

"Un uomo nero?"»

(Messaggio a fine video)

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Craig Jenkins di Vulture scrisse che il videoclip di Follow God continua la serie di video girati in auto iniziata con Flashing Lights del 2007 e Otis del 2011. Jenkins trovò l'ambientazione simbolica per West, a causa del richiamo di Ray un'epoca in cui i suoi figli non vedevano mai la neve, mentre adesso il cantante possiede dei terreni che i nipoti di Ray potrebbero usare come «cortile».[64] Tosten Burks di Spin affermò che la connessione tra Kanye e suo padre rese il video «una delle cose più affascinanti che Kayne ha pubblicato da qualche tempo a questa parte».[65] Thom Waite di Dazed ritenne che il video mostrasse la relazione dei due molto migliore rispetto a quanto suggerito dal testo della canzone.[53] Il videoclip raggiunse oltre 1,6 milioni di visualizzazioni nelle prime 14 ore dalla sua pubblicazione.[66]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi di Kanye West, Aaron Butts, Bryant Bell, Calvin Eubanks, Curtis Eubanks, Jahmal Gwin, musiche di Kanye West, BoogzDaBeast, Xcelence.

  1. Follow God – 1:45

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Musicisti
Produzione
  • BoogzDaBeast − produzione
  • Xcelence − produzione
  • Mike Deanmastering, missaggio
  • Jess Jackson − missaggio
  • Andrew Drucker − ingegneria della registrazione
  • Josh Bales − ingegneria della registrazione
  • Josh Berg − ingegneria della registrazione
  • Randy Urbanski − ingegneria della registrazione

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Lauren Daigle è l'artista che, prima dell'entrata di Follow God, dominava la vetta della Christian Songs da sessantasei settimane con il singolo You Say

America del Nord[modifica | modifica wikitesto]

Seguente la pubblicazione di Jesus Is King, il singolo Follow God debuttò al settimo posto nella classifica statunitense Billboard Hot 100, diventando la traccia del disco che raggoiunse la posizione più alta,[67] nonché ottavo brano di West a debuttare in top 10 e diciottesimo a raggiungerla.[16] Follow God ricevette 34 milioni di stream e venduto 8 000 copie pure nella prima settimana di pubblicazione; inoltre, fu presente nella classifica per sei settimane.[16][68]

Follow God fu anche il singolo di maggior successo per West nella Christian Songs, dove debuttò in cima alla classifica detronando You Say di Lauren Daigle, in vetta da sessantasei settimane.[69][70][71] Arrivò in vetta anche nella classifica Gospel Songs, sempre stilata da Billboard, dove mantenne la posizione per ventiquattro settimane.[71][72] Nella Hot R&B/Hip-Hop Songs il singolo debuttò in terza posizione, restando il classifica per un totale di sei settimane.[73] Nella seconda settimana di pubblicazione, il singolo scese alla trentasettesima posizione della Billboard Hot 100, mentre restò in vetta alla Christian Songs e alla Gospel Songs.[74] A dicembre 2019 Follow God venne certificato disco di platino dalla RIAA, per un totale di vendite equivalenti a 500 000 unità.[75]

Europa[modifica | modifica wikitesto]

Nella Official Singles Chart britannica il singolo esordì in 6ª posizione con delle vendite pari a 32 806 unità nella prima settimana.[76] La canzone rimase in classifica per sei settimane, diventando la ventesima top ten di West nel Paese.[77]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2019) Posizione
massima
Australia[17] 7
Austria[17] 29
Belgio (Fiandre)[17] 51
Belgio (Vallonia)[17] 78
Canada[18] 6
Danimarca[17] 11
Estonia[78] 9
Francia[17] 54
Grecia[79] 8
Irlanda[80] 5
Islanda[81] 12
Italia[17] 53
Lettonia[82] 4
Lituania[83] 4
Norvegia[17] 13
Nuova Zelanda[17] 6
Paesi Bassi[17] 40
Portogallo[17] 14
Regno Unito[19] 6
Repubblica Ceca[84] 18
Singapore[85] 28
Slovacchia[86] 8
Stati Uniti[15] 7
Svezia[17] 18
Svizzera[17] 14
Ungheria[87] 11

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giuliano Delli Paoli, Kanye West - Jesus Is King, su ondarock.it, Ondarock. URL consultato il 6 giugno 2020 (archiviato il 6 giugno 2020).
  2. ^ (EN) Follow God, su British Phonographic Industry. URL consultato l'11 dicembre 2020.
  3. ^ (EN) Kanye West - Follow God – Gold & Platinum, su Recording Industry Association of America. URL consultato il 28 luglio 2020.
  4. ^ a b (EN) Radio 1 Playlist, su bbc.co.uk, BBC. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato dall'url originale l'8 novembre 2019).
  5. ^ a b c (EN) Navjosh, Kanye West Picks ‘Follow God’ As Lead Single From ‘Jesus is King’, su hiphop-n-more.com, HipHop-n-More, 5 novembre 2019. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 7 novembre 2019).
  6. ^ a b c d e (EN) Rawiya Kameir, Kanye West - Jesus Is King, su pitchfork.com, Pitchfork, 29 ottobre 2019. URL consultato l'8 giugno 2020 (archiviato il 29 ottobre 2019).
  7. ^ a b c d e f g (EN) Heran Mamo, Here Are the Lyrics to Kanye West's 'Follow God', su billboard.com, Billboard, 6 novembre 2019. URL consultato l'8 giugno 2020 (archiviato il 3 dicembre 2019).
  8. ^ a b c (EN) Dean Van Nguyen, Kanye West: Jesus Is King review – rap genius can't see the light, su theguardian.com, The Guardian, 26 ottobre 2019. URL consultato l'8 giugno 2020 (archiviato il 26 ottobre 2019).
  9. ^ a b c (EN) Jordan Bassett, Kanye West – ‘Jesus Is King’ review: an iconoclast sounds peaceful and fulfilled on this jubilant gospel collection, su nme.com, NME, 25 ottobre 2019. URL consultato il 19 giugno 2020.
  10. ^ a b (EN) Ross Horton, Kanye West’s Jesus Is King: long-delayed, much-hyped, and almost entirely terrible, su thelineofbestfit.com, The Line of Best Fit, 26 ottobre 2019. URL consultato il 19 giugno 2020 (archiviato il 27 ottobre 2019).
  11. ^ a b (EN) Roisin O'Connor, Kanye West – Jesus is King review: Rapper continues to divide on this confusing album, su independent.co.uk, The Independent, 25 ottobre 2019. URL consultato il 19 giugno 2020 (archiviato il 25 ottobre 2019).
  12. ^ a b (EN) Carl Wilson, Kanye West’s New Album Is Intermittently Divine, su slate.com, Slate, 28 ottobre 2019. URL consultato l'8 giugno 2020 (archiviato il 13 gennaio 2020).
  13. ^ a b (EN) Brian Josephs, Kanye West is an unreliable pastor on Jesus Is King, su ew.com, Entertainment Weekly, 20 ottobre 2019. URL consultato il 19 giugno 2020 (archiviato il 1º novembre 2019).
  14. ^ a b I critici musicali che considerano Follow God come migliore traccia di Jesus Is King includono Dean Van Nguyen di The Guardian[8], Jordan Bassett di NME[9] e Ross Horton di Line of Best Fit.[10] Roisin O'Connor di The Independent[11] e Carl Wilson di Slate[12] lo considerano tra i migliori brani del disco, mentre Brian Josephs di Entertainment Weekly ha detto che la canzone ha «di gran lunga» la strofa migliore dell'album.[13]
  15. ^ a b (EN) Kanye West - Chart history (Hot 100), su Billboard. URL consultato il 24 giugno 2020.
  16. ^ a b c (EN) Gary Trust, Selena Gomez Scores First No. 1 on Billboard Hot 100 With 'Lose You to Love Me', su billboard.com, Billboard, 4 novembre 2019. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 4 novembre 2019).
  17. ^ a b c d e f g h i j k l m n (NL) Kanye West - Follow God, su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 6 giugno 2020 (archiviato il 20 novembre 2019).
  18. ^ a b (EN) Billboard Canadian Hot 100 - The Week of November 9, 2019, su billboard.com, Billboard. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 4 novembre 2019).
  19. ^ a b (EN) Follow God - Full Official Chart History, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 24 giugno 2020.
  20. ^ (EN) Eric Skelton, Jessica McKinney, Kemet High, Shawn Setaro, The Biggest Takeaways From a First Listen of Kanye West’s ‘Jesus Is King’, su complex.com, Complex, 26 ottobre 2019. URL consultato il 6 giugno 2020 (archiviato il 5 dicembre 2019).
  21. ^ (EN) Aron A., Kim Kardashian Shares Updated Tracklist For Kanye West's "Jesus Is King", su hotnewhiphop.com, HotNewHipHop, 27 settembre 2019. URL consultato il 6 giugno 2020 (archiviato il 16 dicembre 2019).
  22. ^ (EN) Lucas Foster, One More Party in L.A.: Inside Kanye West's 'Jesus Is King' Experience at the Forum, su complex.com, Complex, 24 ottobre 2019. URL consultato il 6 giugno 2020 (archiviato il 31 gennaio 2020).
  23. ^ (EN) Samuel Spencer, Kanye West Delays New Album 'Jesus Is King' again and Twitter is not happy, su newsweek.com, Newsweek, 25 ottobre 2019. URL consultato il 6 giugno 2020 (archiviato il 25 ottobre 2019).
  24. ^ (EN) Jessica McKinney, Consequence Drops “ComplexCon” Video, Talks Last-Minute Sprint to Finish Kanye’s ‘Jesus Is King’, su complex.com, Complex, 5 dicembre 2019. URL consultato il 6 giugno 2020 (archiviato il 5 dicembre 2019).
  25. ^ (EN) Will Welch, Inside Kanye West’s Vision for the Future, su gq.com, GQ, 16 aprile 2020. URL consultato il 6 giugno 2020 (archiviato il 15 aprile 2020).
  26. ^ a b (EN) Scott Weisswald, Kanye West’s Jesus is King:A Review, su counter-currents.com, Counter-Currents Publishing, 28 ottobre 2019. URL consultato l'8 giugno 2020 (archiviato il 28 ottobre 2019).
  27. ^ a b (EN) Greg Kot, Kanye West review: 'Jesus Is King’ puts gospel message ahead of musicality, su chicagotribune.com, Chicago Tribune, 25 ottobre 2019. URL consultato l'8 giugno 2020 (archiviato il 28 ottobre 2019).
  28. ^ (EN) Andrew Barker, Album Review: Kanye West’s ‘Jesus Is King’, su variety.com, Variety, 26 ottobre 2019. URL consultato l'8 giugno 2020 (archiviato il 19 novembre 2019).
  29. ^ (EN) Know The Sample: "Follow God", su defjam.com, Def Jam Recordings. URL consultato l'8 giugno 2020 (archiviato il 19 maggio 2020).
  30. ^ (EN) Key & BPM for Follow God By Kanye West, su tunebat.com, TuneBeat. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 19 giugno 2020).
  31. ^ (EN) Jon Caramanica, Kanye West, Heretic by Nature, Finds God, su nytimes.com, The New York Times, 27 ottobre 2019. URL consultato l'8 giugno 2020 (archiviato il 28 ottobre 2019).
  32. ^ (EN) Shannon Carlin, There Is Exactly One Banger On Kanye West’s Jesus Is King, According To The Internet, su refinery29.com, Refinery29, 28 ottobre 2019. URL consultato l'8 giugno 2020 (archiviato il 28 ottobre 2019).
  33. ^ a b (EN) Wren Graves, Kanye West Even Bores God with the Passionless Jesus Is King, su consequenceofsound.net, Consequence, 28 ottobre 2019. URL consultato l'8 giugno 2020 (archiviato il 28 ottobre 2019).
  34. ^ (EN) Ndsmith, Fans Check Kanye West for Swagger Jacking Shotgun Suge’s Slogan, su thesource.com, The Source, 2 dicembre 2019. URL consultato l'8 giugno 2020 (archiviato il 2 febbraio 2020).
  35. ^ Claudia Attanasi, Kanye West - Follow God (Radio Date: 11-11-2019), su earone.it, EarOne, 11 novembre 2019. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 28 marzo 2020).
  36. ^ (EN) Kanye West’s Follow God Lyric Video Has Arrived, su sohh.com, Support Online Hip Hop, 26 ottobre 2019. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 31 ottobre 2019).
  37. ^ (EN) John Wirt, Kanye West spreads gospel through 'Sunday Service' experience at Baton Rouge church, su theadvocate.com, The Advocate, 1º novembre 2019. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 31 dicembre 2019).
  38. ^ (EN) Daniel Kreps, See Kanye West Perform ‘Follow God’ During Travis Scott’s Astroworld Set, su rollingstone.com, Rolling Stone, 10 novembre 2019. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato l'11 novembre 2019).
  39. ^ (EN) Suzy Byrne, Kanye West's Sunday Service at Joel Osteen's megachurch has a chaotic start, strong finish, su yahoo.com, Yahoo! News, 18 novembre 2019. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato dall'url originale il 21 novembre 2019).
  40. ^ (EN) Isabelle Hore-Thorburn, Pusha T Is Expecting His First Child & Announced It with a Kanye West Freestyle, su highsnobiety.com, Highsnobiety, 10 dicembre 2019. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 10 dicembre 2019).
  41. ^ (EN) Cora Jackson-Fossett, Kanye West Brings Sunday Service to DTLA’s Skid Row, su lasentinel.net, Los Angeles Sentinel, 2 gennaio 2020. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 2 gennaio 2020).
  42. ^ (EN) Spencer Kornhaber, Kanye West Strains His Voice on Jesus Is King, su theatlantic.com, The Atlantic, 29 ottobre 2019. URL consultato il 19 giugno 2020 (archiviato il 10 dicembre 2019).
  43. ^ Soprannome di Kanye West.
  44. ^ (EN) Neil Z. Yeung, AllMusic Review by Neil Z. Yeung, su allmusic.com, AllMusic. URL consultato il 19 giugno 2020 (archiviato il 2 febbraio 2020).
  45. ^ (EN) Brendan Klinkenberg, Kanye West Reaches for Greatness But Falls Short on ‘Jesus Is King’, su rollingstone.com, Rolling Stone, 28 ottobre 2019. URL consultato il 19 giugno 2020 (archiviato il 28 ottobre 2019).
  46. ^ (EN) WIll Rosebury, Kanye West - Jesus Is King, su clashmusic.com, Clash, 29 ottobre 2019. URL consultato il 19 giugno 2020 (archiviato il 12 dicembre 2019).
  47. ^ (EN) Phoebe Luckhurst, Kanye West – Jesus is King review: A concept album without much of a concept, su standard.co.uk, Evening Standard, 1º novembre 2019. URL consultato il 19 giugno 2020 (archiviato il 2 novembre 2019).
  48. ^ (EN) Joey Chini, Kanye West - Jesus Is King, su Exclaim!, 27 ottobre 2019. URL consultato il 19 giugno 2020 (archiviato il 28 ottobre 2019).
  49. ^ (EN) Andrew R. Chow, On Jesus Is King, Kanye West Finds God, But Loses His Inspiration, su time.com, Time, 28 ottobre 2019. URL consultato il 19 giugno 2020 (archiviato il 31 ottobre 2019).
  50. ^ (EN) Eric Skelton, The Best Songs of 2019, su complex.com, Complex, 17 dicembre 2019. URL consultato il 19 giugno 2020 (archiviato il 25 agosto 2020).
  51. ^ (EN) Triple J's Hottest 100, su abc.net.au, Triple J, 25 gennaio 2020. URL consultato il 19 giugno 2020 (archiviato dall'url originale il 14 febbraio 2020).
  52. ^ a b (EN) Watch a Preview of Kanye West's 'Follow God' Video, su rap-up.com, Rap-Up, 7 novembre 2019. URL consultato il 12 giugno 2020 (archiviato il 25 agosto 2020).
  53. ^ a b (EN) Thom Waite, Kanye West hangs out with his dad in the video for 'Follow God', su Dazed, 9 novembre 2019. URL consultato il 12 giugno 2020 (archiviato il 10 novembre 2019).
  54. ^ a b (EN) Michael Saponara, Inside Kanye West's 'Follow God' Video Screening in NYC, With A$AP Rocky, Tyler, the Creator & More, su billboard.com, Billboard, 8 novembre 2019. URL consultato il 12 giugno 2020 (archiviato il 15 febbraio 2020).
  55. ^ (EN) Sarah Osei, Kim Kardashian Gives a Sneak Peek at Kanye West’s “Follow God” Music Video, su highsnobiety.com, Highsnobiety, 7 novembre 2019. URL consultato il 12 giugno 2020 (archiviato il 10 novembre 2019).
  56. ^ (EN) Victoria Moorwood, Watch a snippet of Kanye West’s “Follow God” video, featuring his dad, su revolt.tv, Revolt, 7 novembre 2019. URL consultato il 12 giugno 2020 (archiviato il 31 gennaio 2020).
  57. ^ (EN) Matthew Strauss, Kanye’s Dad Stars in New “Follow God” Video, su pitchfork.com, Pitchfork, 8 novembre 2019. URL consultato il 12 giugno 2020 (archiviato il 9 novembre 2019).
  58. ^ (EN) Daniel Kreps, Kanye West Hangs With His Father at His Wyoming Ranch in ‘Follow God’ Video, su rollingstone.com, Rolling Stone, 8 novembre 2019. URL consultato il 12 giugno 2020 (archiviato il 15 febbraio 2020).
  59. ^ (EN) Allyson Vannatta, Kanye West’s Father Asks: What Does It Really Mean to Follow God?, su movieguide.org, Movie Guide. URL consultato il 12 giugno 2020 (archiviato il 6 febbraio 2020).
  60. ^ a b (EN) Kanye West drops video for 'Follow God', su msn.com, MSN, 9 novembre 2019. URL consultato il 12 giugno 2020 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2020).
  61. ^ (EN) Trent Fitzgerald, Kanye West Drops “Follow God” Music Video Featuring His Dad, su xxlmag.com, XXL, 8 novembre 2019. URL consultato il 12 giugno 2020 (archiviato il 14 luglio 2020).
  62. ^ (EN) Laura Stavropoulos, Kanye West Premieres ‘Follow God’ Music Video, su udiscovermusic.com, uDiscoverMusic, 8 novembre 2019. URL consultato il 12 giugno 2020 (archiviato il 25 agosto 2020).
  63. ^ (EN) Justin Curto, It’s Hard to Hate Kanye When He’s Dancing With His Dad in Wyoming for His ‘Follow God’ Video, su vulture.com, Vulture, 8 novembre 2019. URL consultato il 12 giugno 2020 (archiviato il 15 dicembre 2019).
  64. ^ (EN) Craig Jenkins, Why Can’t This Kanye West Show Up More Often?, su vulture.com, Vulture, 8 novembre 2019. URL consultato il 12 giugno 2020 (archiviato il 14 dicembre 2019).
  65. ^ (EN) Tosten Burks, Kanye West’s New “Follow God” Music Video Stars His Dad, su spin.com, Spin, 8 novembre 2019. URL consultato il 12 giugno 2020 (archiviato dall'url originale il 27 gennaio 2020).
  66. ^ (EN) Karen Butler, Kanye West has top album in the U.S., No. 1 music video on YouTube, su upi.com, United Press International, 9 novembre 2019. URL consultato il 12 giugno 2020 (archiviato il 6 febbraio 2020).
  67. ^ (EN) Xander Zellner, All 11 Songs From Kanye West's 'Jesus Is King' Album Debut on Hot 100, su billboard.com, Billboard, 4 novembre 2019. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 5 novembre 2019).
  68. ^ (EN) Chart History - Kanye West, su billboard.com, Billboard. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 13 giugno 2020).
  69. ^ (EN) Most weeks at No.1 on the US Hot Christian Songs chart, su guinnessworldrecords.com, Guinness World Records. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 19 aprile 2020).
  70. ^ (EN) Helen Storms, Kanye West’s Music Continues To Top Gospel Charts, su inquisitr.com, Inquisitr, 12 gennaio 2020. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 30 gennaio 2020).
  71. ^ a b (EN) Kanye West's 'Jesus Is King' Makes History On Hot Christian Songs, Hot Gospel Songs Charts, su billboard.com, Billboard, 7 novembre 2019. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 16 novembre 2019).
  72. ^ (EN) Derrick Rossignol, Kanye West’s ‘Follow God’ Has Now Topped A ‘Billboard’ Chart For Nearly Half A Year, su uproxx.com, Uproxx, 14 aprile 2020. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 19 aprile 2020).
  73. ^ (EN) Chart History - Kanye West (Hot R&B/Hip-Hop Songs), su billboard.com, Billboard. URL consultato il 18 giugno 2020.
  74. ^ (EN) Gary Trust, Lewis Capaldi's 'Someone You Loved' Returns to No. 1 on Hot 100, Maroon 5 Adds 15th Top 10 With 'Memories', su billboard.com, Billboard, 11 novembre 2019. URL consultato il 19 giugno 2020 (archiviato il 19 dicembre 2019).
  75. ^ (EN) Kanye West - Follow God – Gold & Platinum, su Recording Industry Association of America. URL consultato il 24 giugno 2020.
  76. ^ (EN) Alan Jones, Charts analysis: Tones And I increases sales in fifth week at summit, su musicweek.com, Music Week, 1º novembre 2019. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 12 dicembre 2019).
  77. ^ (EN) Kanye West, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 20 dicembre 2019).
  78. ^ (ET) Siim Nestor, EESTI TIPP-40: Eesti rahvas jumaldab Kanye Westi värsket gospel-oopust, su Eesti Ekspress, 5 novembre 2019. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 25 agosto 2020).
  79. ^ (EL) Official IFPI Charts - Digital Singles Chart (International) - Εβδομάδα: 44/2019, su ifpi.gr, IFPI Greece. URL consultato il 24 giugno 2020 (archiviato dall'url originale il 14 novembre 2019).
  80. ^ (EN) DISCOGRAPHY - KANYE WEST, su irish-charts.com. URL consultato il 24 giugno 2020 (archiviato il 3 dicembre 2013).
  81. ^ (IS) TÓNLISTINN - LÖG - Vika 44, 2019, su plotutidindi.is, Plötutíðindi. URL consultato il 24 giugno 2020 (archiviato dall'url originale l'8 novembre 2019).
  82. ^ (LV) Mūzikas Patēriņa Tops/ 44. nedēļa, su parmuziku.lv, Latvijas Izpildītāju un producentu apvienība, 4 novembre 2019. URL consultato il 18 giugno 2020 (archiviato il 4 novembre 2019).
  83. ^ (LT) 2019 44-os SAVAITĖS (spalio 25-31 d.) SINGLŲ TOP100., su agata.lt, AGATA, 4 novembre 2019. URL consultato il 24 giugno 2020 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2019).
  84. ^ (CS) CZ - SINGLES DIGITAL - TOP 100 - KANYE WEST - Follow God, su hitparada.ifpicr.cz, ČNS IFPI. URL consultato il 24 giugno 2020 (archiviato il 27 giugno 2020).
  85. ^ (EN) RIAS Top Charts - Week 44 (25 - 31 October 2019), su rias.org.sg, Recording Industry Association Singapore. URL consultato il 24 giugno 2020 (archiviato dall'url originale l'8 novembre 2019).
  86. ^ (CS) SK - SINGLES DIGITAL - TOP 100 - KANYE WEST - Follow God, su hitparada.ifpicr.cz, ČNS IFPI. URL consultato il 24 giugno 2020 (archiviato il 25 giugno 2020).
  87. ^ (HU) Stream Top 40 slágerlista - 2019. 44. hét - 2019. 10. 25. - 2019. 10. 31., su slagerlistak.hu, Hivatalos Magyar Slágerlisták. URL consultato il 24 giugno 2020 (archiviato il 6 giugno 2020).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]