Fly (Zucchero)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fly
ArtistaZucchero
Tipo albumStudio
Pubblicazione22 settembre 2006
Durata41:45
Dischi1
Tracce11
GenerePop
EtichettaUniversal/Polydor
ProduttoreDon Was
RegistrazioneHenson Studios, Hollywood
Certificazioni
Dischi d'oroAustria Austria
(Vendite 15.000+)[1] Grecia Grecia
(vendite 7.500+)
Dischi di platinoSvizzera Svizzera (2)
(Vendite 80.000+)[2] Italia Italia (6)
(Vendite 520.000+)[3]
Dischi di diamanteItalia Italia
(Vendite 520.000+)[3]
Zucchero - cronologia
Album precedente
(2004)
Album successivo
(2007)
Singoli
  1. Bacco perbacco
    Pubblicato: 14 luglio 2006
  2. Cuba libre (mercato internazionale)
    Pubblicato: 14 luglio 2006
  3. Occhi
    Pubblicato: 20 ottobre 2006
  4. È delicato
    Pubblicato: 5 febbraio 2007
  5. Un kilo
    Pubblicato: 5 maggio 2007

Fly è il decimo album di inediti del cantante italiano Zucchero, pubblicato il 22 settembre 2006. Il 1º maggio 2007 ha preso il via il Fly World Tour, protrattosi fino al dicembre 2007 con più di 100 concerti in tutto il mondo.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il successo mondiale dell'album di duetti Zu & Co. e a distanza di cinque anni dall'ultimo album di inediti Shake, Zucchero sceglie la storica Ca' Vendramin Calergi per la presentazione in anteprima di Fly, registrato e mixato a Hollywood, prodotto da Don Was, che sostituirà da questo momento in avanti lo storico produttore Corrado Rustici, e arrangiato da Max Marcolini. Zucchero, con Fly, continua anche la collaborazione con Robyx per le musiche.

L'intero album è sottotitolato Come possiamo volare con le aquile se siamo contornati da tacchini, che può essere spiegato direttamente con le parole di Zucchero:

« Sbagli un numero di telefono e quello ti insulta anche se ti scusi. Sei incerto in auto, e suonano. Ecco quelli sono tacchini. I tacchini sono tutti quelli che ci impediscono di volare. Intolleranti, arroganti, ignoranti. Ognuno ha i tacchini suoi. Ci sono paesi interi che hanno i propri.[4] »

(Zucchero)

Canzoni[modifica | modifica wikitesto]

L'album segna una svolta decisamente pop nella carriera del cantante emiliano[5]. Fly si apre, infatti, con due veri e propri tormentoni estivi del 2006 e 2007: Bacco perbacco, singolo di lancio, e Un kilo, registrata con Questlove, batterista e fondatore dei The Roots. A seguire il disco presenta due ballate all'italiana: Occhi, secondo singolo estratto, e Quanti anni ho, scritta insieme a Gheri, pseudonimo di Gabriele Cancogni con il quale Zucchero collaborerà in seguito, caratterizzata dalla presenza imperante dell'organo e dedicata al figlio Blue. Cuba libre, primo singolo estratto per il mercato internazionale, mescola l'Emilia, terra del cantante, con i ritmi latini (non a caso il brano sarà riproposto con un diverso arrangiamento ne La sesión cubana) e cita il popolare brano Me gustas tú di Manu Chao. Il testo di È delicato è impreziosito dalla collaborazione con l'amico Ivano Fossati, mentre quello di Troppa fedeltà dalle parole di Jovanotti. L'amore è nell'aria nasce dall'incontro con il gallese Grant Nicholas, leader dei Feeder: la melodia è, infatti, ripresa da Broken, arricchita di una nuova parte creativa, riarrangiata e completata con un nuovo testo in italiano, con una citazione da Amore caro, amore bello, contenuta nell'album omonimo di Bruno Lauzi, da Zucchero[6]. Let It Shine, vero cuore blues dell'intero disco, celebra la New Orleans disastrata del post Katrina ed è stata registrata in collaborazione con il Coro di Voci Bianche di Firenze e Scandicci. Nella tracklist dell'edizione internazionale dell'album non compare il brano E di grazia plena, in cui la voce di Zucchero è accostata a pochi elementari archi, perché sostituito dalle tre bonus track: Nel così blu, cover di A Salty Dog dei Procol Harum, Flying Away (Occhi) e Shine (Let it Shine). Nell'edizione spagnola compaiono invece le versioni latine di Cuba libre, Pronto e Bacco perbacco.

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Fly ha superato 1.500.000 di copie vendute nel mondo[7] e debuttato direttamente in vetta alla classifica italiana ufficiale, mantenendo la posizione per quattro settimane consecutive. Questo successo porta Fly al debutto in 36ª posizione nella classifica World Albums Top 40 durante la settimana 42 del 2006[8]. L'album è risultato il quarto più venduto in Italia nel 2006.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Zucchero, eccetto dove diversamente indicato.

Versione italiana[modifica | modifica wikitesto]

  1. Bacco perbacco – 3:57 (musica: Zucchero, Robyx)
  2. Un kilo – 3:33
  3. Occhi – 3:39
  4. Quanti anni ho – 4:03 (musica: Zucchero, G. Cangogni, Max Marcolini)
  5. Cuba libre – 3:33
  6. È delicato – 3:33 (testo: Zucchero, Ivano Fossati – musica: Zucchero, Mattei, Chiesa)
  7. L'amore è nell'aria – 3:37 (musica: Zucchero, Grant Nicholas)
  8. Pronto – 3:59
  9. Let It Shine – 4:32 (musica: Zucchero, Robyx)
  10. Troppa fedeltà – 4:02 (testo: Zucchero, Jovanotti)
  11. E di grazia plena – 3:17

Versione internazionale[modifica | modifica wikitesto]

  1. Bacco perbacco – 3:57 (musica: Zucchero, Robyx)
  2. Un kilo – 3:33
  3. Occhi – 3:39
  4. Quanti anni ho – 4:03 (musica: Zucchero, G. Cangogni, Max Marcolini)
  5. Cuba libre – 3:33
  6. È delicato – 3:33 (testo: Zucchero, Ivano Fossati – musica: Zucchero, Mattei, Chiesa)
  7. L'amore è nell'aria – 3:37 (musica: Zucchero, Grant Nicholas)
  8. Pronto – 3:59
  9. Let It Shine – 4:32 (musica: Zucchero, Robyx)
  10. Troppa fedeltà – 4:02 (testo: Zucchero, Jovanotti)
  11. Nel così blu (testo: Zucchero, Pasquale Panella – musica: Gary Brooker, Keith Reid)
  12. Flying Away – 3:39 (testo: Zucchero, Tonio K)
  13. Shine – 4:32 (testo: Zucchero, F. Musker – musica: Zucchero, Robyx)

Versione spagnola[modifica | modifica wikitesto]

  1. Venus y Baco – 3:57 (testo: Zucchero, M. C. Torres, R. Pozo Pratz – musica: Zucchero, Robyx)
  2. Un kilo – 3:33
  3. Occhi – 3:39
  4. Quanti anni ho – 4:03 (musica: Zucchero, G. Cangogni, Max Marcolini)
  5. Cuba libre (Mi amor) – 3:33 (testo: Zucchero, C. Tarque)
  6. È delicato – 3:33 (testo: Zucchero, Ivano Fossati – musica: Zucchero, Mattei, Chiesa)
  7. L'amore è nell'aria – 3:37 (musica: Zucchero, Grant Nicholas)
  8. Pronto (Que bueno està) – 3:59 (testo: Zucchero, A. F. Garcia)
  9. Let It Shine – 4:32 (musica: Zucchero, Robyx)
  10. Troppa fedeltà – 4:02 (testo: Zucchero, Jovanotti)
  11. Nel così blu (testo: Zucchero, Pasquale Panella – musica: Gary Brooker, Keith Reid)
  12. Flying Away – 3:39 (testo: Zucchero, Tonio K)
  13. Shine – 4:32 (testo: Zucchero, F. Musker – musica: Zucchero, Robyx)

Versione sudamericana[modifica | modifica wikitesto]

  1. Venus y Baco – 3:57 (testo: Zucchero, M. C. Torres, R. Pozo Pratz – musica: Zucchero, Robyx)
  2. Un kilo – 3:33
  3. Occhi – 3:39
  4. Quanti anni ho – 4:03 (musica: Zucchero, G. Cangogni, Max Marcolini)
  5. Cuba libre (Mi amor) – 3:33 (testo: Zucchero, C. Tarque)
  6. È delicato – 3:33 (testo: Zucchero, Ivano Fossati – musica: Zucchero, Mattei, Chiesa)
  7. L'amore è nell'aria – 3:37 (musica: Zucchero, Grant Nicholas)
  8. Pronto (Que bueno està) – 3:59 (testo: Zucchero, A. F. Garcia)
  9. Let It Shine – 4:32 (musica: Zucchero, Robyx)
  10. Troppa fedeltà – 4:02 (testo: Zucchero, Jovanotti)
  11. Nel così blu (testo: Zucchero, Pasquale Panella – musica: Gary Brooker, Keith Reid)

Versione a edizione limitata (2016)[modifica | modifica wikitesto]

Il vinile del disco è stato nuovamente pubblicato nel box set ad edizione limitata Studio Vinyl Collection del 2016.

I video musicali[modifica | modifica wikitesto]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Zucchero - voce, chitarra elettrica, chitarra acustica, pianoforte, mellotron, flauto, organo Hammond, basso, batteria (nei brani Troppa fedeltà e E di grazia plena)
  • Randy Jackson - basso
  • Brian Auger - pianoforte, organo Hammond
  • Arthur Miles - programmazione, cori
  • Pino Palladino - basso
  • Davey Farragher - basso (in Occhi)
  • Paul Bushnell - basso (in Quanti anni ho)
  • Matt Chamberlain - batteria
  • Questlove - batteria
  • Kenny Aronoff - batteria (nei brani Quanti anni ho e È delicato)
  • Lenny Castro - percussioni
  • Waddy Wachtel - chitarra elettrica (nel brano Un kilo)
  • Greg Leisz - chitarra slide, dobro
  • Tim Pierce - chitarra elettrica, chitarra acustica
  • Michael Landau - tremolo chitarra, chitarra elettrica, chitarra acustica
  • Davey Farragher - basso
  • Greg Leisz - chitarra acustica, dobro
  • Krish Sharma - sitar
  • Jim Keltner - batteria
  • Eddy Mattei - organo Hammond
  • Jamie Muhoberac - tamboura, tastiera, violoncello
  • Robyx - programmazione
  • Patrick Warren - archi
  • Max Marcolini - chitarra acustica, assolo chitarra (in Cuba libre), violoncello
  • Mino Vergnaghi, Sara Grimaldi, Irene Fornaciari, Chance, Vincenzo Draghi - cori

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche settimanali[modifica | modifica wikitesto]

Paese Posizione massima
Italia 1
Svizzera 1
Austria 3
Europa 8
Grecia 9
Germania 23
Paesi Bassi 29
Belgio(Vallonia) 40
Belgio(Fiandre) 48
Francia 68
Spagna 82

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2006) Posizione
Italia[9] 4
Svizzera[10] 6
Classifica (2007) Posizione
Italia[11] 15
Svizzera[12] 60

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ifpi.at, http://www.ifpi.at/?section=goldplatin..
  2. ^ mediabiz.de, http://www.mediabiz.de/musik/news/universal-schweiz-ehrt-zucchero-mit-doppel-platin/233228.
  3. ^ a b worldmagazine.it, http://www.worldmagazine.it/news-1097.html.
  4. ^ ZUCCHERO: INNO A BACCO, A CUBA E ALL'INFEDELTA', su archivio.zucchero.it. URL consultato il 19 gennaio 2016.
  5. ^ FLY ZUCCHERO Universal (CD), su rockol.it. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  6. ^ L'amore è nell'aria / Broken (Feeder), su unpodizucchero.informe.com. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  7. ^ DA OGGI IN RADIO "WONDERFUL LIFE" È IL NUOVO SINGOLO MONDIALE DI ZUCCHERO "SUGAR" FORNACIARI, su universalmusic.it. URL consultato il 22 dicembre2016.
  8. ^ OCTOBER 21, 2006 (WEEK 42/06), su acharts.co. URL consultato il 29 gennaio 2016.
  9. ^ (EN) Italia Year-End Charts 2006, fimi.it. URL consultato il 4 aprile 2011.
  10. ^ (EN) jahreshitparade 2006, hitparade.ch. URL consultato il 4 aprile 2011.
  11. ^ (EN) Italia Year-End Charts 2007, fimi.it. URL consultato il 4 aprile 2011.
  12. ^ (EN) jahreshitparade 2007, hitparade.ch. URL consultato il 4 aprile 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica