Floriana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il nome proprio di persona, vedi Floriano (nome).
Floriana
consiglio locale
(MT) Il-Furjana
Borgo Vilhena
Floriana – Stemma Floriana – Bandiera
Floriana – Veduta
Localizzazione
StatoMalta Malta
RegioneMalta Scirocco
Amministrazione
SindacoDavina Sammut (Partito Laburista Maltese) dal 17 aprile 2015[1]
Data di istituzione30 giugno 1993
Territorio
Coordinate35°53′57.63″N 14°30′39.17″E / 35.899342°N 14.510881°E35.899342; 14.510881 (Floriana)Coordinate: 35°53′57.63″N 14°30′39.17″E / 35.899342°N 14.510881°E35.899342; 14.510881 (Floriana)
Altitudine50 m s.l.m.
Superficie0,94 km²
Abitanti2 032 (settembre 2019)
Densità2 161,7 ab./km²
Consigli locali confinantiLa Valletta, Hamrun, Pietà, Marsa
Altre informazioni
Cod. postaleFRN
Fuso orarioUTC+1
ISO 3166-2MT-09
Nome abitanti(MT) furjaniz (m), furjaniza (f), furjanizi (pl)
PatronoSan Publio
Giorno festivo21 gennaio
Cartografia
Floriana – Localizzazione
Sito istituzionale

Floriana[2][3] (in maltese Il-Furjana) è una città di Malta situata in prossimità della capitale La Valletta. Al settembre 2019 la sua popolazione era di 2 032 abitanti[4].

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

La città è situata sulla costa settentrionale su una penisola rocciosa (la Penisola Sciberras[5]) che sorge tra due ampie insenature in cui sono situati i porti della città: Porto Grande (ribattezzato dagli inglesi Grand Harbour) e Porto Marsamuscetto. Confina a nord-est con la capitale La Valletta ed a sud-ovest con i comuni di Pietà, Hamrun e Marsa.

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome della località è stato ispirato dall'architetto e ingegnere militare italiano Pietro Paolo Floriani, nativo di Macerata, autore delle fortificazioni della città[6]. La cittadina residenziale attuale è il risultato del lavoro di pianificazione operato dal Gran Maestro portoghese António Manoel de Vilhena, motivo per il quale Floriana mantiene il titolo onorifico di Borgo Vilhena[7].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1634, in previsione di un possibile attacco ottomano, il Gran Maestro Antoine de Paule decise di rafforzare le fortificazioni de La Valletta, capitale dell'isola maltese. Papa Urbano VIII, cui il Gran Meastro aveva chiesto aiuto, inviò l'ingegnere militare Pietro Paolo Floriani per supervisionare i lavori per la costruzione di una seconda linea di difesa a supporto di quella già esistente. Iniziata nel 1636, la cinta muraria che sarà in seguito nota come Floriana Lines sarà parzialmente completata nel 1640, ma sarà terminata solo nel 1721.

Pochi anni dopo nel 1724 il Gran Maestro António Manoel de Vilhena decise di avviare l'edificazione dello spazio compreso fra le due cinte murarie, fondando il sobborgo di Borgo Vilhena[8]; il nome di Floriana si impose comunque nel tempo. La cittadina iniziò ad attrarre, anche in virtù della sua vicinanza alla capitale, abitanti provenienti dalle altre località dell'isola, raggiungendo l'apice di popolazione nel 1860 (ca. 7800 residenti)[9].

Gravemente bombardata dall'aeronautica italiana durante la seconda guerra mondiale, nel corso delle operazioni del cosiddetto assedio di Malta[10], Floriana ha visto declinare la propria popolazione residente nella seconda metà del XX secolo, attestandosi attorno alle 2.000 unità negli anni 2010.

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di San Publio: dedicata a San Publio, patrono della città tradizionalmente considerato il primo vescovo di Malta, che secondo la tradizione accolse l'apostolo San Paolo nel suo naufragio sull'isola, fu edificata fra il 1733 ed il 1768, anno in cui venne inaugurata con la traslazione sul luogo di una reliquia del santo[11]. La cupola fu terminata nel 1780 e ulteriori lavori alla facciata furono completati nel 1890. Bombardata durante la seconda guerra mondiale[10], venne ricostruita e restaurata nel dopoguerra.
  • Portes des Bombes (Porta delle bombe): monumentale porta di ingresso alla città, edificata nel 1720. Originariamente parte della cinta muraria cittadina, venne ampliata nel 1868 con l'aggiunta di un secondo ingresso e separata dal resto delle mura negli anni '30, dandole l'aspetto attuale simile ad un arco trionfale[15].
  • Argotti Gardens: giardini botanici costruiti nel 1774 come proprietà personale del Gran Maestro Manuel Pinto de Fonseca, aperti al pubblico nel 1805. Sono attualmente visitabili dal pubblico ed ospitano un piccolo museo dedicato alle piante e alla vegetazione tipiche maltesi[18].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica wikitesto]

La tradizionale festa locale, celebrata il 5 di maggio[20], è dedicata al santo patrono S. Publio. Durante le celebrazioni, una processione accompagna la statua lignea del santo, trasportata a braccia, nel suo percorso lungo le vie cittadine[21].

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Vista la sua posizione accanto alla capitale, Floriana è servita da quasi tutte le linee di autobus urbani di Malta Public Transport dirette o provenienti da La Valletta e verso gran parte dell'isola. La stazione ferroviaria di Floriana fu chiusa nel 1931. Nel Porto Muschetto al molo del lungomare Sa Maison attraccano i traghetti della Gozo Channel Company Limited che collegano al porto di Mugiarro mentre nel Porto Grande si trovano il terminal della Virtu Ferries Limited per i collegamenti con la Sicilia ed il terminal passeggeri per le numerose navi da crociera che ogni anno attraccano nel porto maltese. Gli scali del Traghetto Gozo Channel Company Limited presso Sa Maison sono effettuati solo per il servizio cargo o per alcuni eventi particolari alla Valletta.

Floriana (sinistra) e La Valletta (destra) viste da Vittoriosa.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Italia Macerata, dal 2007[22]

Malta Kercem, dal 2008[23]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di calcio principale della città è il Floriana, una delle compagini più titolate dell'isola ed attualmente detentrice del titolo di campione di Malta[24].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Update 12 - Labour wins Floriana, Munxar councils, despite PN vote gains across Malta, in Times of Malta, 18 aprile 2015. URL consultato il 1º giugno 2020.
  2. ^ Cfr. "Floriana" sul sito ufficiale dell'Autorità per il Turismo di Malta.
  3. ^ Cfr. "Floriana" in Touring Club Italiano, Guida d'Europa e paesi del Mediterraneo. Turchia, Cipro, Malta, Touring editore, Milano, 2008, pp. 577-78.
  4. ^ (MT) Gazzetta tal-Gvern ta’ Malta (PDF), Governo di Malta, 3 settembre 2019, p. 22. URL consultato l'11 giugno 2020.
  5. ^ (EN) V. P. Borg, The Rough Guide to Malta and Gozo, Londra, Rough Guides Ltd., 2001, p. 86, ISBN 1-85828-680-8. URL consultato l'11 giugno 2020.
  6. ^ (EN) Floriana, su malta.com. URL consultato l'11 giugno 2020.
  7. ^ FLORIANA, su viaggimalta.it, 13 gennaio 2020. URL consultato l'11 giugno 2020.
  8. ^ (EN) J. A. Ellul, A Tour of Floriana and its Heritage – Borgo Vilhena, su florianalocalcouncil.com, 15 settembre 2017. URL consultato il 23 giugno 2020.
  9. ^ (EN) About Us, su florianalocalcouncil.com. URL consultato il 23 giugno 2020.
  10. ^ a b (EN) Floriana’s darkest day, in Times of Malta, 28 aprile 2017. URL consultato il 23 giugno 2020.
  11. ^ (EN) St. Publius Church, su mymalta.guide. URL consultato il 4 settembre 2020.
  12. ^ (EN) Party and More – The Granaries in Floriana, su chevron.co.uk, 15 luglio 2015. URL consultato il 10 settembre 2020.
  13. ^ (EN) 10 Things You Need To Know About Floriana, su maltaeasy.com. URL consultato il 10 settembre 2020.
  14. ^ (EN) Granaries, su florianalocalcouncil.com, 3 aprile 2017. URL consultato il 10 settembre 2020.
  15. ^ (EN) Porte des Bombes, su mymalta.guide. URL consultato il 10 settembre 2020.
  16. ^ (EN) Eternal flame will honour the war dead in Floriana, in Times of Malta, 4 gennaio 2012. URL consultato il 10 settembre 2020 (archiviato dall'url originale l'8 gennaio 2012).
  17. ^ (EN) MALTA MEMORIAL, su cwgc.org. URL consultato il 10 settembre 2020.
  18. ^ (EN) Argotti Botanical Gardens, su malta.com. URL consultato il 10 settembre 2020.
  19. ^ (EN) F. Said, Sarria church, Floriana, in Times of Malta, 8 ottobre 2011. URL consultato il 10 settembre 2020 (archiviato dall'url originale il 16 marzo 2020).
  20. ^ (EN) C. Curmi, WATCH: Spontaneous celebration erupts in Floriana to commemorate feast of St Publius, su guidememalta.com, 26 aprile 2020. URL consultato il 10 settembre 2020.
  21. ^ (EN) FEAST OF ST. PUBLIUS, su visitmalta.com. URL consultato il 10 settembre 2020.
  22. ^ (EN) Floriana Twinned with Macerata, in The Malta Independent, 12 agosto 2007. URL consultato il 17 novembre 2019.
  23. ^ (EN) Kerċem-Floriana twinning, in Times of Malta, 20 aprile 2008. URL consultato il 23 giugno 2020.
  24. ^ (EN) V. Camilleri, https://timesofmalta.com/articles/view/floriana-declared-champions-after-mfa-council-vote.794390, in Times of Malta, 25 maggio 2020. URL consultato il 10 settembre 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN238011610 · LCCN (ENno2010096359 · GND (DE7737974-3
Malta Portale Malta: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di malta