Flip (pattinaggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il flip è un salto puntato del pattinaggio artistico, parte da un filo interno sinistro indietro e dopo una puntata con il pattino destro, ed una o più rotazioni in aria, si atterra su un filo esterno destro indietro.

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Si esegue iniziando con un filo esterno sinistro avanti, dopodiché si esegue un tre esterno e si stacca dal filo interno sinistro indietro, puntando con il piede destro, le braccia si chiudono in avanti e si gira verso sinistra; all'atterraggio, dopo una rotazione intera, in cui la gamba sinistra incrocia sulla destra, si distendono le braccia e ci si ritrova sul filo esterno destro indietro. Un altro ingresso comune è quello con il mohawk: destro interno avanti, sinistro interno indietro, puntata e salto.

Storia del salto[modifica | modifica wikitesto]

Non sono accertate le origini del salto, ma fu eseguito certamente a partire dagli anni trenta. Nella 2016 Team Challenge Cup il giapponese Shōma Uno è stato il primo atleta a completare con successo il quadruplo flip durante una competizione.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Team Challenge Cup si apre nel segno di Shoma Uno ed Evgenia Medvedeva, neveitalia.it.
Sport invernali Portale Sport invernali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport invernali