Flehmen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flehmen osservabile nella Tigre (Tigre di Sumatra)

La smorfia del Flehmen, anche chiamata posizione del Flehmen o reazione del Flehmen (dal verbo tedesco flehmen, mostrare l'arcata superiore dei denti), consiste nell'incurvare il labbro superiore in un modo caratteristico agli ungulati, felidi e altri mammiferi, è la manifestazione comportamentale di ciò che accade nell'organo ovvero una serie di contrazioni dovute ad un sistema circolatorio particolare dove un'arteria centrale si rigonfia e le vene circostanti consentono il deflusso del sangue questo meccanismo si alterna in cicli che determinano un effetto peristaltico, cioè durante il flehmen l'organo si comporta come una pompetta che aspira i feromoni dai canali nasopalatini o di Stenson che a seconda delle specie sboccano sia nel naso che nella bocca o solo in uno di questi. Questo meccanismo facilita l'ingresso di feromoni nell'organo vomeronasale, chiamato anche organo di Jacobson.

N.B. attenzione a non confondere mai tra feromoni e altri segnali biochimici come gli odori.[1][2]

Come si mostra[modifica | modifica wikitesto]

Durante il Flehmen, l'animale ritira le labbra in modo simile ad una 'smorfia o sorrisetto'. In questo modo, quando esamina i feromoni lasciati da altri animali della stessa o differente specie, l'animale espone maggiormente l'organo vomeronasale attirandovi le molecole feromonali, e può così rilevare, ad esempio, il feromone di altri membri della sua stessa specie, o la presenza di prede. Il Flehmen permette agli animali di determinare la presenza o l'assenza dell'estro, lo stato fisiologico e il tempo trascorso dal passaggio degli animali fiutati.

Fisiologia[modifica | modifica wikitesto]

L'organo vomeronasale, parte del sistema olfattivo accessorio, è un organo chemiocettore che gioca un ruolo nella percezione di feromoni. È così chiamato perché è un organo pari a forma cilindrica e si trova ai lati dell'osso vomere, trovandosi sopra il palato, è attivo in tutti i mammiferi anche nell'uomo. La trasduzione ha come secondo messaggero l'Inositolo trifosfato (IP3).[1][2]

Animali che presentano il Flehmen[modifica | modifica wikitesto]

Un tapiro esegue la smorfia del Flehmen

I gatti, incluso il gatto domestico, esibiscono un naturale e facilmente osservabile "sorriso" a denti scoperti per introdurre i feromoni nell'organo.[3] L'organo e la sua funzione vennero descritti nel 1813.

Questo comportamento non è esclusivo dei predatori. È noto anche nei cavalli.[4] Lo si nota, ad esempio quando uno stallone valuta annusando e leccando l'urina di una cavalla in calore. Per rilevare l'estro il maschio di giraffa che esegue il Flehmen assapora anche l'urina delle femmine.[5]

Un cavallo esegue il Flehmen

A parte i gatti domestici[6] e i cavalli, altri animali che eseguono il Flehmen includono i bisonti,[7] tigri,[8] tapiri,[9] leoni,[10] giraffe,[5] capre,[11] lama[12] e antilopi kob.[13]

La smorfia del Flehmen è stata osservata in quasi tutte le specie degli ungulati ed alcune specie della famiglia dei Felidi.

Scopo[modifica | modifica wikitesto]

I maschi usano comunemente la smorfia del Flehmen come meccanismo vomeronasale per identificare lo stato riproduttivo delle femmine della loro specie sulla base dei feromoni nell'urina o nei genitali delle femmine o altre secrezioni. Ciò è visibile nelle pecore, dove i becchi, quando avvertono i feromoni dei genitali femminili, eseguono il Flehmen più frequentemente il giorno precedente all'estro, ovvero nel periodo di massima ricettività sessuale.[14] Anche le femmine e i maschi ancora sessualmente immaturi eseguono il Flehmen. Tra i cavalli immaturi, maschi e femmine esibiscono il Flehmen senza distinzione.[15] Anche gli elefanti immaturi rispondono a certi stimoli eseguendo il Flehmen. L'organo vomeronasale dei neonati mostra una maturità strutturale simile a quella degli adulti, ed è funzionale già a sei settimane di età.[16]

Il Flehmen non è limitato alla comunicazione intraspecifica. Le capre rispondono con il Flehmen ai feromoni contenuti in urine di 20 differenti specie, mammiferi e non. Ciò suggerisce che c'è un elemento comune nelle urine di tutti gli animali, un feromone, che provoca la smorfia del Flehmen. In particolare, i livelli di feromone di una forma modificata di androgeni, ormoni sessuali, sono stati associati al meccanismo del Flehmen nelle capre.[17]

Il Flehmen gioca anche un ruolo nella sincronia riproduttiva tra le femmine, che è stato studiato nell'antilope nera. La frequenza del Flehmen cambia durante le stagioni, con i livelli massimi proprio prima del concepimento. Le femmine di antilope si associano strettamente le une le altre nello stesso stato riproduttivo. Inoltre, il livello di sincronia è predicibile conoscendo la frequenza con cui vengono analizzate le urine femminili. Il Flehmen è usato dalle femmine di antilope nera per regolare il tempismo sia del concepimento che del parto.[18] È stato mostrato che nelle femmine di bisonte americano, il flehmen stimola l'inizio dell'estro la sincronizzazione degli atti copulativi.[19]

Chimica del Flehmen[modifica | modifica wikitesto]

Un animale che manifesta il Flehmen capta sia composto volatili che non volatili, dipende dalla specie e dal tipo di accesso all'organo. i feromoni possono essere sostanze sia volatili che non dipende dalle loro dimensioni che variano da circa 100 Dalton, dimensioni molto piccola, a quelle di peptidi, proteine e steroidi.[1][2]

Simili risposte[modifica | modifica wikitesto]

Una smorfia simile a quella del Flehmen può essere vista in associazione al dolore.[20] Nei cavalli, è spesso associata ad un leggero dolore addominale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Mazatenta A e Cellerino A. I Feromoni. Cap. 17 in Trattato di Sessuologia Medica ed.s Jannini, Lenzi, Maggi, EDRA, e-ISBN 978-88-214-3023-0
  2. ^ a b c Pheromonal Regulation of Male Sexuality Andrea Mazzatenta, Diego Mazzatenta and Alessandro Cellerino ed Maggi, Wiley. Published Online: 29 NOV 2011 DOI: 10.1002/9781119963820.ch2.
  3. ^ Flehmening In Cats, Catsguru.com, 9 aprile 2011. URL consultato il 23 maggio 2012.
  4. ^ Flehmening, ASPCA. URL consultato il 23 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2012).
  5. ^ a b Introduction to the Social System of Giraffe (Giraffa camelopardalis), bio.davidson.edu, 17 agosto 2011. URL consultato il 17 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 17 agosto 2011).
  6. ^ Paul D. Pion DVM, DipACVIM (Cardiology) and Gina Spadafori, THE FELINE BEHAVIOR SERIES - Sense of Smell, in The Feline Behaviour Series, http://www.veterinarypartner.com www.veterinarypartner.com], 7 giugno 2003. URL consultato il 4 giugno 2008.
  7. ^ Plains Bison Flehmen, Alaskan Alpine Treks.com. URL consultato il 4 giugno 2008.
  8. ^ Enrichment - SCENT, Minnesota Zoo. URL consultato il 4 giugno 2008 (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2008).
  9. ^ Here's "flehmen" at you!, The Tapir Preservation Fund. URL consultato il 4 giugno 2008.
  10. ^ Lion Flehmen Display, youtube.com. URL consultato il 29 novembre 2011.
  11. ^ Caring for pygmy goats, Henry and Joey: Pet Pygmy Goats. URL consultato il 12 aprile 2011.
  12. ^ Llama body language, The Llama Question and Answer Page. URL consultato il 4 giugno 2008.
  13. ^ Sudan White-Eared Kob Animal Profile, Great Migrations - National Geographic Channel. URL consultato il 15 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 31 ottobre 2010).
  14. ^ Bland, K.P., Jubilan, B.M. Correlation of flehmen by male sheep with female behavior and oestrus. 1987. Animal Behavior 35(3): 735-8
  15. ^ Weeks, J.W., Cromwell-Davis, S.L., Heusner, G. Preliminary study of the development of the Flehmen response in Equus caballus. 2002. Applied Animal Behaviour Science 78(2): 329-35.
  16. ^ Johnson, E.W., Rasmussen, L. Morphological characteristics of the vomeronasal organ of the newborn Asian elephant (Elephas maximus). 2002. Anatomical Record 267(3): 252-9.
  17. ^ Sasada, H., Kanomata, K., Fukuoka, T. Flehmen induction with goats by the urine of twenty animal species. 1988. 11th International Congress on Animal Reproduction and Artificial Insemination, University College Dublin, Irelend, June 26-30, 1988. Volume 4. Brief Communications.
  18. ^ Thompson, K.V. Flehmen and birth synchrony among female sable antelope, Hippotragus-niger. 1995. Animal Behavior 50: 475-84.
  19. ^ Wolff, J.O. Breeding strategies, mate choice, and reproductive success in American bison. 1998. Oikos 83(3): 529-44.
  20. ^ Facial Expression, The Royal (Dick) School of Veterinary Studies at The University of Edinburgh. URL consultato il 4 giugno 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Swaisgood, R. R., D. G. Lindburg, X. Zhou, and M. A. Owen. 2000. The effects of sex, reproductive condition and context on discrimination of conspecific odours by giant pandas. Anim. Behav. 60; 227-237.