Flashdance

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flashdance
Flashdance.jpg
Una scena del film
Titolo originale Flashdance
Paese di produzione USA
Anno 1983
Durata 91 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere musicale, drammatico
Regia Adrian Lyne
Soggetto Thomas Hedley, Jr
Sceneggiatura Thomas Hedley, Jr, Joe Eszterhas
Produttore Don Simpson, Jerry Bruckheimer
Fotografia Don Peterman
Montaggio Bud S. Smith, Walt Mulconery
Effetti speciali Michael Lantieri
Musiche Giorgio Moroder
Scenografia Charles Rosen
Costumi Michael Kaplan
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Flashdance è un film musicale del 1983 diretto da Adrian Lyne e scritto da Tom Hedley e Joe Eszterhas. Contribuì molto al lancio della protagonista Jennifer Beals, all'epoca ventenne.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La diciottenne Alex Owens lavora come operaia di giorno e come ballerina in un locale notturno, coltivando il sogno di entrare all’Accademia di Danza di Pittsburgh. Si allena senza sosta, ma quando si reca alla scuola per iscriversi a un’audizione, si fa prendere dallo scoraggiamento e rinuncia. Una notte, nel locale dove si esibisce incontra Nick Hurley, suo capo in fabbrica. I due si piacciono, ma Alex non ritiene corretto iniziare una relazione col proprio capo. Nei giorni successivi un equivoco personaggio, Carlos, cerca di convincere Alex e la sua amica Jeanie ad andare a lavorare nel suo night club. Le ragazze rifiutano, ma solo l’intervento di Nick farà desistere Carlos, ormai passato alle minacce. Così Alex inizia a frequentare Nick e di lì a breve i due si trovano legati in un’appassionata storia d’amore. Nel frattempo, Alex apprende di essere stata ammessa ad un’audizione dell’Accademia di Danza. Tra mille dubbi si presenta al provino. E anche se l’emozione le fa sbagliare il primo passo, con coraggio ricomincia e si lancia nella sua trascinante coreografia: un insieme di danza classica, moderna e breakdance che le permette di conseguire l’ammissione.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La protagonista Jennifer Beals aveva ben quattro controfigure che la sostituivano durante le scene di ballo; una di queste controfigure (nella breve scena di breakdance del balletto d'audizione) era in realtà un uomo, il ballerino di origine portoricana Richard Colòn, più noto col nome d'arte Crazy Legs. La notizia è stata confermata da Michael Sembello durante una puntata di Matricole & Meteore. La sua controfigura principale per le scene di ballo è stata l'attrice e ballerina francese Marine Jahan. L'inquadratura in cui Alex si slancia al rallentatore attraverso l'aria, durante la sequenza dell'audizione, è stata interpretata da Sharon Shapiro, una ginnasta.

Adrian Lyne non fu il primo regista contattato per il film. Prima di lui la direzione di Flashdance fu offerta addirittura a David Cronenberg, che rifiutò, e a Brian De Palma, che però era già impegnato nelle riprese di Scarface.

Nella scena della gara di pattinaggio sul ghiaccio dell'amica di Alex, Jeanie, il brano che accompagna questa sequenza è Gloria, successo di Umberto Tozzi, interpretata da Laura Branigan.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Flashdance (colonna sonora).

Il brano portante della pellicola, Flashdance... What A Feeling, vinse l'Oscar come miglior canzone del 1983. Composta da Giorgio Moroder (musiche) e Keith Forsey (parole) e interpretata da Irene Cara, non tardò nemmeno a diventare una hit rastrellando anche altri premi tra i quali il Golden Globe.

Un altro successo tratto dal film, Maniac di Michael Sembello, ispirata al film horror omonimo, fu pure candidata all'Oscar.

Fra le altre canzoni incluse nella colonna sonora, anche Lady, Lady, Lady di Joe Esposito, I'll Be Here Where The Heart Is di Kim Carnes e Love Theme from Flashdance di Helen St. John.

Ecco la track list completa:

  • 1 - Flashdance... What a Feeling - Irene Cara
  • 2 - He's a Dream - Shandi
  • 3 - Love Theme from Flashdance - Helen St. John
  • 4 - Manhunt - Karen Kamon
  • 5 - Lady, Lady, Lady - Joe Esposito
  • 6 - Imagination - Laura Branigan
  • 7 - Romeo - Donna Summer
  • 8 - Seduce Me Tonight - Cycle V
  • 9 - I'll Be Here Where The Heart Is - Kim Carnes
  • 10 - Maniac - Michael Sembello

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

All'uscita nelle sale Flashdance fu stroncato da molti critici. Roger Ebert lo mise nella lista dei Film peggiori della storia, mentre la Haliwell's Film Guide gli assegnò una sola stella su quattro. Il settimanale The New Yorker criticò il film come «Una serie di videoclip rock», mentre The Guardian lo liquidò come «Un successo ridicolo». La sceneggiatura del film fu candidata al Razzie Award. Si criticò anche il fatto che Michael Nouri, avendo 36 anni, fosse troppo grande per avere una relazione sentimentale con Jennifer Beals, di sedici anni più giovane. In Italia, Morando Morandini e Pino Farinotti hanno assegnato nei loro dizionari di cinema rispettivamente due e tre stelle (su cinque) al film.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Il videoclip di It's Raining Men della cantante Geri Halliwell, uscito nel 2001, inizia con una scena ispirata all'esame che la protagonista svolge alla fine del film.
  • Nel 2003 il videoclip per la canzone di Jennifer Lopez I'm Glad, diretto dal noto fotografo e regista statunitense David LaChapelle, ha generato dei problemi di diritti d'autore fra la Sony Music (etichetta della Lopez) e la Paramount Pictures (detentrice dei diritti del film). Il video rappresenta infatti la cantante che riproduce con filologica precisione alcune scene del film: stessi costumi, stesse coreografie, stesse inquadrature. Nonostante nelle intenzioni si trattasse, come dichiarato dalla Lopez, di un tributo al film, la Sony perse la causa e dovette pagare una penale alla Paramount per l'uso di quelle coreografie ed immagini all'interno del videoclip[1].
  • Nel film Full Monty - Squattrinati organizzati i protagonisti rubano la videocassetta del film per imparare a ballare.
  • Nel film Caro diario di Nanni Moretti, il regista in una scena dell'episodio "In Vespa" afferma: "... In realtà il mio sogno è sempre stato quello di saper ballare bene... Flashdance si chiamava quel film che mi ha cambiato definitivamente la vita...". Più tardi, nel corso della pellicola, Nanni Moretti incontrerà Jennifer Beals in persona, con la quale intratterrà un surreale siparietto in linea col suo stile nevrotico.
  • Nel film Torno indietro e cambio vita di Carlo Vanzina, la protagonista esegue un ballo sulla base di Maniac, compiendo gli stessi movimenti di Jennifer Beals.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

A lungo si pensò ad un possibile sequel del film e nel 2001 ne venne annunciata la rappresentazione teatrale con nuove canzoni di Giorgio Moroder, ma il progetto venne poi abbandonato.

Musicale[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione teatrale 2010 - 2011 la Stage Entertainment ha prodotto la versione italiana teatrale del musical Flashdance in tour in Italia. Il ruolo di Alex Owens è stato interpretato da Simona Samarelli, poi sostituita da Marta Belloni a causa di un infortunio, e il ruolo di Nick Hurley è stato affidato a Filippo Strocchi. Tra gli altri attori presenti nel musical Giada D'auria (Gloria), Massimiliano Pironti (Jimmy), Barbara Corradini (Hanna), Chiara Vecchi (Jazmin), Daniela Pobega (Keisha), Mirko Ranù (CC La Drue)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.davidlachapelle.com/press/nytimes2.shtml [collegamento interrotto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]