Flash Art

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Flash Art
StatoItalia Italia
Linguaitaliano, inglese
GenereRivista
FondatoreGiancarlo Politi, Helena Kontova
Fondazione1967
SedeRoma
(1967 - 1970)
Milano
(1970 - oggi)
EditoreGiancarlo Politi Editore
ISSN0394-1493 (WC · ACNP)
Sito webwww.flash---art.com www.flash---art.it
 

Flash Art è una rivista d'arte contemporanea e casa editrice italiana e internazionale. Originalmente pubblicata in versione bilingue, italiano e inglese, dal 1978 è pubblicata in due edizioni distinte Flash Art Italia (italiano) e Flash Art International (inglese). Da settembre 2020 la rivista è pubblicata nelle rispettive edizioni quattro volte l’anno.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel 1967 da Giancarlo Politi – con sede a Roma fino al 1970 trasferita poi a Milano – attraverso le sue copertine diventa da subito una delle pubblicazioni più riconoscibili e più lette nel suo genere. Nel 1973 viene istituita la Giancarlo Politi Editore, che inizia a pubblicare Art Diary, un riferimento per il sistema dell’arte con indirizzi e contatti di istituzioni, musei, gallerie, critici d’arte e artisti. Nel 1978 la rivista viene pubblicata in due edizioni separate (italiano e inglese) dirette da Politi assieme ad Helena Kontova – con edizioni speciali anche in francese, tedesco, spagnolo, polacco, russo e ceco. Nel 1993 nasce il Trevi Flash Art Museum, che ospiterà mostre di importanti rassegne internazionali tra cui “Prima Linea” (1993). Kontova dirige la sezione “Aperto ’93” alla Biennale di Venezia dello stesso anno e nel 2003, insieme alla rivista, fonda la Biennale di Praga. Dal 2015 Gea Politi è editore e direttore di Flash Art. Dal 2019 insieme a Cristiano Seganfreddo sono editori della rivista, distribuita in 87 paesi, e della casa editrice che produce cataloghi, saggi, libri d’artista ed edizioni, con oltre 300 titoli. Flash Art dal 2019 lavora su progetti di comunicazione ad hoc per la cultura contemporanea, collaborando con istituzioni d’arte, gallerie e brand di moda insieme al suo partner Agenzia del Contemporaneo.

Collaboratori[modifica | modifica wikitesto]

Flash Art è stata la prima rivista a pubblicare le opere o a dedicare la copertina ad artisti come Marina Abramović, Vito Acconci, Matthew Barney, Vanessa Beecroft, Cecily Brown, Maurizio Cattelan, Francesco Clemente, Martin Creed, John Currin, Rineke Dijkstra, Peter Halley, Eberhard Havekost, Damien Hirst, Pierre Huyghe, Jeff Koons, Sherrie Levine, Sol LeWitt, Robert Longo, Paul McCarthy, Mariko Mori, Maurizio Nannucci, Shirin Neshat, Gabriel Orozco, Charles Ray, Pipilotti Rist, Matthew Ritchie, Anri Sala, David Salle, Thomas Scheibitz, Julian Schnabel, Rudolf Stingel, Francesco Vezzoli.

Nel corso della sua storia la rivista ha avuto come collaboratori critici e curatori di fama internazionale fra cui Germano Celant, Achille Bonito Oliva, Rosalind Krauss, Francesca Alinovi, Francesco Bonami, Harald Szeemann, Nicolas Bourriaud, Dan Cameron, Hans Ulrich Obrist, Benjamin Weil e Massimiliano Gioni. Oggi ha una rete di oltre duecento collaboratori fra scrittori, PHD e curatori riconosciuti globalmente dal sistema, come Andrea Bellini, Kenneth Goldsmith, Carolyn Christov-Bakargiev, Quinn Latimer, Pierre Bal-Blanc, Marina Fokidis, Chus Martinez.

Arte Portale Arte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Arte