Flüelen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Flüelen
comune
Flüelen – Stemma
Flüelen – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Uri matt.svg Uri
DistrettoNon presente
Amministrazione
SindacoSimon Arnold dal 2017
Lingue ufficialiTedesco
Territorio
Coordinate46°54′00″N 8°37′00″E / 46.9°N 8.616667°E46.9; 8.616667 (Flüelen)Coordinate: 46°54′00″N 8°37′00″E / 46.9°N 8.616667°E46.9; 8.616667 (Flüelen)
Altitudine435 m s.l.m.
Superficie12,42 km²
Abitanti2 002 (2016)
Densità161,19 ab./km²
FrazioniAusserdorf
Comuni confinantiAltdorf, Bauen, Bürglen, Isenthal, Seedorf, Sisikon
Altre informazioni
Cod. postale6454
Prefisso041
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS1207
TargaUR
Nome abitantiflüeler
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Flüelen
Flüelen
Flüelen – Mappa
Sito istituzionale

Flüelen (toponimo tedesco) è un comune svizzero di 2 002 abitanti del Canton Uri.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Flüelen si affaccia sul lago dei Quattro Cantoni nel suo ramo meridionale, noto come Urnersee, e sul lato destro del fiume Reuss che proprio tra Flüelen e Seedorf entra nel lago. Di tutta la superficie gestita dal comune quasi la metà è occupata da foreste, e circa un quinto è occupato dalle acque del lago e del fiume[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La torre di Rudenz

La prima tracce di Flüelen risalgono al 1266 in un accordo tra il monastero di San Biagio, sito nella Foresta Nera e il monastero di Wettingen sull'acquisto della proprietà "Rieter" nel villaggio di Vluolon[2]. Al 1313 risale la prima menzione del comune come stazione di dazio imperiale, concessa dall'imperatore Enrico VII, e le origini della torre fortificata di Rudenz potrebbero ad essa essere connesse[2][3]. Tra il 1360 e il 1427 il dazio imperiale di Flüelen e tutti i diritti legati alla stazione di sosta del villaggio passarono al canton Uri[3]. Nel 1664 la chiesa venne ricostruita e l'anno dopo Flüelen si staccò dal comune di Altdorf[2]. Tra il 1798 e il 1800 Flüelen patì i maggiori costi per abitante per danni di guerra di tutto il canton Uri, legati al viavai nella vallata dell'esercito francese che aveva invaso la Svizzera[2]. L'apertura della strada del San Gottardo nel 1830 e l'arrivo della prima nave a vapore nel 1837 consentì a Flüelen di crescere d'importanza come centro di trasbordo merci[3]. Ulteriori eventi che contribuirono allo sviluppo di Flüelen come centro turistico e commerciale furono la costruzione nel 1865 dell'Axenstrasse, che la collega a Brunnen costeggiando il lago, e l'apertura della ferrovia del Gottardo nel 1882[3]. Negli anni Flüelen, vista la sua posizione geografica all'ingresso del fiume Reuss nel lago dei Quattro Cantoni, è stata anche colpita da diverse alluvioni, tra le quali quella del 1910[2] e quella del 24-25 agosto 1987[4][5]. Nel 2015 Flüelen ha festeggiato il giubileo dei 750 anni del comune[6].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa cattolica dei Santi Giorgio e Nicolao, attestata dal 1360[3];
  • Chiesa parrocchiale cattolica del Sacro Cuore di Gesù, eretta nel 1910-1912[3];
  • Torre di Rudenz, attestata dal 1313[3].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[3]:

Abitanti censiti

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Flüelen

Flüelen è servito dall'omonima stazione, lungo la ferrovia del Gottardo. A Flüelen si trova il portale nord della galleria di Seelisberg. Flüelen rappresenta l'estremità meridionale dell'Axenstrasse, strada che collega Flüelen a Brunnen, e che è parte dell'autostrada A4.

Per Flüelen passa la Via Svizzera, un sentiero che costeggia il Lago dei Quattro Cantoni, creato nel 1991 in occasione del 700º anniversario della confederazione svizzera[7].

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Flüelen - Porträt, Zahlen und Fakten, su flueelen.ch. URL consultato il 7 settembre 2018.
  2. ^ a b c d e (DE) Storia di Flüelen, su flueelen.ch. URL consultato il 7 settembre 2018.
  3. ^ a b c d e f g h Hans Stadler, Flüelen, in Dizionario storico della Svizzera, 29 ottobre 2009. URL consultato il 20 gennaio 2018.
  4. ^ (DE) Chronik der Unwetterschäden in der Schweiz (PDF), su sturmarchiv.ch. URL consultato il 7 settembre 2018.
  5. ^ (EN) Remembering a Swiss storm's scenes of destruction, su swissinfo.ch, 24 agosto 2017. URL consultato il 7 settembre 2018.
  6. ^ (DE) 750 Jahre Jubiläum, su flueelen.ch. URL consultato il 7 settembre 2018.
  7. ^ (DEENFR) Flüelen lungo la via Svizzera, su weg-der-schweiz.ch. URL consultato il 7 settembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN234772339
Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Svizzera