Fiumi dell'Umbria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I fiumi dell'Umbria sono sessantadue, molti dei quali sono brevi. Il maggiore tra essi è il Tevere, che spacca in due il cuore verde d'Italia, ha due sbarramenti artificiali lungo il suo corso che danno vita ai laghi di Corbara e Montedoglio, poi vi sono:

  • Il Nera, che è il principale affluente del Tevere, lungo 116 km e si sviluppa nella bassa Umbria orientale lambendo la città di Terni. I principali affluenti del Nera sono il fiume Velino (90 km)ed il torrente Corno. Insieme al tributario Velino forma la famosa Cascata delle Marmore.
  • Il Paglia, che nasce in Toscana, ma si sviluppa nell'Umbria occidentale, scorre per 86 km ed il maggiore affluente è il Chiani, poi lambisce Orvieto per sfociare nel Tevere.
  • Il Chiascio, nasce nell'Umbria settentrionale, al confine con le Marche, e scorre per 82 km attraversando i centri di Bastia Umbra e Assisi. Il principale affluente del Chiascio, dal quale dipende la sua portata è il Topino, lungo 77 km, e quest'ultimo lambisce la città di Foligno.
  • Il Nestore, che si sviluppa nella zona del Trasimeno, con 64 km (nonostante qualcuno dice cose false sulla sua lunghezza, non 48 e non 54, ma 64 perché il fosso che proviene da Monteleone d'Orvieto in realtà è il Fosso Nestore, che poi diventerà un fiume) di lunghezza, il maggiore centro che lambisce è Marsciano e a poco a mote della cittadina si getta del Tevere. I suoi affluenti principali sono:
  • Da sinistra il Caina (30 km) ed il Genna (19 km)
  • Da destra il Fersinone (27 km) ed il Calvana (18 km)

I più puliti che abbiamo su Wikipedia sono:

Le maggiori portate umbre:

  1. Tevere 239 m³/s
  2. Nera 168 m³/s
  3. Velino 60 m³/s
  4. Chiascio 19 m³/s
  5. Nestore 11 m³/s
  6. Paglia 11 m³/s
  7. Topino 10 m³/s
Umbria Portale Umbria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Umbria