Amato (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Fiume Amato)

38°53′20.98″N 16°19′17.7″E / 38.889161°N 16.321583°E38.889161; 16.321583

Amato
Valle Fiume Amato 21 08 2008.jpg
Valle dell'Amato dal Reventino. Sullo sfondo, al centro, il monte Tiriolo
Stato Italia Italia
Regioni Calabria Calabria
Lunghezza 56 km
Portata media 6,8 m³/s
Bacino idrografico 412 km²
Altitudine sorgente 900 m s.l.m.
Nasce dall'unione dei torrenti Sabettella e Occhiorosso
Affluenti Pesipe, Sant'Ippolito
Sfocia Mar Tirreno

Il fiume Amato o fiume Lamato (antico Lametos) è un fiume della Calabria che nasce nella Sila piccola e si getta nel golfo di Sant'Eufemia, dopo un corso di 56 km che interessa un bacino idrografico di 412 km2.

Corso del fiume[modifica | modifica wikitesto]

Torrente Occhiorosso a Soveria Mannelli, sorgente dell'Amato
Vallo del fiume Amato nei pressi di San Pietro Apostolo

Il sistema idrografico superficiale è imperniato sul corso del fiume Grande, che prende origine dalla confluenza del torrente Sorbello, della fiumara Maslechi e del Galice di Stocco, che unendosi in località Terrate danno origine al fiume Amato. Immediatamente dopo la nascita, l'Amato scende verso Sud-Est costituendo il confine naturale fra i territori comunali di Decollatura e di Soveria Mannelli. Dopo aver ricevuto il torrente Galice di Stocco, percorre la piana di Santa Margherita e si avvicina al fiume Corace portandosi a breve distanza da esso (1 km) in prossimità della stazione ferroviaria "Serrastretta-Carlopoli" delle Ferrovie della Calabria. In prossimità dell'abitato di Tiriolo, mentre il Corace si dirige verso il mar Ionio, l'Amato volge verso Ovest, percorre tutto il territorio posto tra Pianopoli e Maida, attraverso i territori di San Pietro Apostolo, Miglierina, Amato e Marcellinara, ingrossandosi per gli apporti del Pesipe, il suo maggiore affluente di sinistra, e del Sant'Ippolito, suo affluente di destra. Solca infine la piana di Sant'Eufemia, ricevendo nel suo ultimo tratto i torrenti Canne e Piazza che bagnano l'abitato di Lamezia Terme, per gettarsi infine nel mar Tirreno in prossimità dell'area industriale della città lametina.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La città di Lamezia Terme prende il nome dal fiume Amato, un tempo chiamato Lametos, che l'attraversa nella sua parte più periferica. Questo nome fu originariamente dato solo all'ex comune di Sant'Eufemia Lamezia, successivamente con la nascita del nuovo comune, si è scelto il nome di Lamezia per l'intera città.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calabria Portale Calabria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Calabria