Fiori di zucca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fiori di zucca
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1989
Durata97 min
Generedrammatico
RegiaStefano Pomilia
SoggettoStefano Pomilia
SceneggiaturaStefano Pomilia
Casa di produzioneP.L.B. Film
Distribuzione in italianoIstituto Luce,
Italnoleggio cinematografico,
Videogram
FotografiaGiancarlo Maioletti
MontaggioLuigi Zita
MusichePiero Montanari
ScenografiaAndrea Fantacci
CostumiBeatrice Bordone
Interpreti e personaggi

Fiori di zucca è un film drammatico del 1989, diretto e sceneggiato da Stefano Pomilia, qui al suo esordio registico.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia ruota tutta intorno a tre ex compagni di scuola che si ritrovano casualmente in una via di Roma, dove tempo addietro aveva avuto un incidente mortale un loro amico d'infanzia. I tre fanno il bilancio delle loro vite, di cui nessuno è soddisfatto: Sergio è ragazzo-padre di una piccola bimba di nome Lisa e non vuole saperne di sposarsi, nonostante venga continuamente scosso dalla madre Clelia a stabilizzare una relazione con una coetanea, Emanuela.

Pietro è un omosessuale tossicodipendente entrato anche in un brutto di giro di prostituzione; infine, Enzo è un fannullone che non si decide a crescere per assumersi le proprie responsabilità nei confronti della moglie Giulia, conosciuta durante il suo soggiorno in Brasile (si scoprirà poi che la consorte è in realtà una transessuale).

I tre, nonostante il clima per nulla consono all'occasione, decidono di organizzare una festa per il ritrovo dei loro ex compagni a casa di Enzo; purtroppo questo proposito si rivelerà un fiasco: i problemi personali dei tre e quelli causati da altri ospiti non fanno altro che peggiorare ulteriormente la situazione. Alla fine della festa, i tre si lasciano, ognuno con i propri problemi e per Enzo quest'esperienza si rivela addirittura un colpo di grazia per la sua vita sentimentale, in quanto sua moglie Giulia decide di lasciarlo definitivamente.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il film ricalca in qualche modo altre due pellicole che hanno affrontato il tema del ritrovo dei compagni di studi dopo tanti anni: Il grande freddo del 1983, diretto da Lawrence Kasdan e il successivo Compagni di scuola del 1988, diretto dall'attore-regista Carlo Verdone.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema