Fino all'ultimo indizio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fino all'ultimo indizio
Thelittlethingsfilm.png
Jared Leto e Rami Malek in una scena del film
Titolo originaleThe Little Things
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2021
Durata128 min
Rapporto2,39:1
Generethriller, poliziesco, drammatico, noir
RegiaJohn Lee Hancock
SoggettoJohn Lee Hancock
SceneggiaturaJohn Lee Hancock
ProduttoreJohn Lee Hancock, Mark Johnson
Produttore esecutivoMike Drake, Kevin McCormick
Casa di produzioneGran Via
Distribuzione in italianoWarner Bros.
FotografiaJohn Schwartzman
MontaggioRobert Frazen
Effetti specialiMark Hawker
MusicheThomas Newman
ScenografiaMichael Corenblith
CostumiDaniel Orlandi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Fino all'ultimo indizio (The Little Things) è un film del 2021 scritto e diretto da John Lee Hancock.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella Los Angeles del 1990, il vice sceriffo della contea di Kern Joe "Deke" Deacon viene chiamato nel distretto della polizia di Los Angeles per raccogliere prove forensi relative a un recente omicidio. Deacon, un ex detective messo sotto pressione per andare in pensione dai suoi superiori del dipartimento, accompagna il nuovo detective capo Jimmy Baxter sulla scena di un nuovo omicidio a Los Angeles. Deacon nota somiglianze tra il modus operandi dell'omicidio con un vecchio caso di omicidio seriale che non è stato in grado di risolvere durante i suoi giorni come detective. Quella notte, una donna, Ronda Rathbun, viene seguita da un'auto mentre fa jogging verso casa e viene denunciata la scomparsa la mattina seguente. Baxter apprende dal capitano del distretto, Farris, che Deacon ha messo fine al suo matrimonio e ha subito un attacco di cuore a causa della sua intensa ossessione per il suo caso di omicidio irrisolto, e gli viene consigliato di non coinvolgere ulteriormente Deacon nelle indagini in corso. Deacon, tuttavia, si prende una settimana di ferie e affitta un appartamento a buon mercato a Los Angeles in modo da poter rimanere in città e aiutare a risolvere il caso di Baxter. La notte successiva, la polizia scopre il corpo di un'altra vittima di omicidio trascinato sotto un ponte. Baxter apprende dal suo partner che il M.O. è coerente sia con il precedente omicidio che con la serie di omicidi che Deacon non è stato in grado di risolvere: le vittime erano tutte prostitute pugnalate a morte e su cui non vi erano tracce di violenza sessuale. Deacon inizia a indagare su Albert Sparma, un potenziale sospetto che lavora in un negozio di riparazioni in prossimità degli omicidi. Sparma vanifica il tentativo di Deacon di pedinarlo; in seguito viene portato per un interrogatorio, dove non collabora e schernisce i detective. Sparma viene rilasciato dopo aver provocato Deacon. L'FBI è chiamato a prendere in carico le indagini entro una settimana, dando a Deacon e Baxter meno tempo per risolvere il caso. Farris informa Baxter che Sparma ha confessato falsamente un omicidio otto anni fa e probabilmente non è un sospetto affidabile. Baxter, poco convinto, continua a unirsi a Deacon nelle indagini su Sparma. Dopo una ricerca infruttuosa nell'appartamento di Sparma, i due lo seguono mentre lascia un club la notte successiva. Sparma, che sa di essere pedinato, avvicina Baxter, rimasto da solo in macchina, e gli dice di sapere dove si trova Rathbun. Sparma si offre di guidare Baxter dove avrebbe nascosto il corpo della donna; Baxter accompagna cautamente Sparma nell'auto di quest'ultimo, mentre Deacon li segue. Sparma porta Baxter in una zona remota nel deserto e gli fa scavare diverse buche alla ricerca dell'apparente luogo di sepoltura di Rathbun prima di ammettere che il viaggio era uno stratagemma e che non ha mai ucciso nessuno prima. Uno scettico Baxter continua a scavare; Sparma inizia a provocarlo ripetutamente, fino a quando Baxter non scatta e colpisce Sparma alla testa con la pala che stava usando per scavare, uccidendolo all'istante. Deacon arriva sulla scena poco dopo; un flashback rivela che ha sparato accidentalmente a uno dei sopravvissuti al suo ultimo caso di omicidio, e che Farris e il medico legale del distretto hanno contribuito a coprire l'incidente. Deacon offre un'assistenza simile a un Baxter scosso, dicendogli di seppellire Sparma nel deserto. Deacon trascorre la notte raccogliendo tutte le prove dall'appartamento di Sparma e torna nel deserto la mattina seguente mentre Baxter finisce di scavare la tomba di Sparma. Baxter è disperato e non sa se credere che Sparma sia solo un sospettato o il killer degli omicidi. Deacon, tuttavia, gli consiglia di dimenticare completamente il caso per evitare che lo perseguiti per tutta la vita. In seguito, Baxter riceve a casa una busta contenente un fermaglio rosso indossato da Rathbun la notte della sua scomparsa. Baxter è sollevato, credendo che il fermaglio sia stato raccolto dall'appartamento di Sparma. Tuttavia, è Deacon che ha acquistato e spedito a Baxter un fermaglio identico per fornirgli la chiusura apparente del caso. Il vero assassino quindi non viene trovato.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto ha avuto una produzione travagliata, lunga trent'anni.[1] La prima bozza del film è stata scritta da Hancock nel 1993 per essere diretta da Steven Spielberg, ma quest'ultimo rifiutò poco dopo, ritenendo la storia troppo oscura.[1] Successivamente Clint Eastwood, Warren Beatty e Danny DeVito vennero contattati per dirigere il film prima che Hancock stesso decidesse di esserne il regista.[1]

Per interpretare il film, Denzel Washington ha preso diversi chili, mentre Jared Leto, che ha rifiutato di usare le parrucche preferendo i suoi capelli, è stato truccato con denti e naso finti e altri trucchi prostetici.[2]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate il 2 settembre 2019 a Los Angeles[3] e sono terminate nel dicembre dello stesso anno.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film è stato diffuso il 22 dicembre 2020.[4]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi, e in contemporanea su HBO Max,[5] a partire dal 29 gennaio 2021,[6] mentre in Italia arriva in noleggio dal 5 marzo 2021 sulle principali piattaforme streaming, tra le quali Prime Video, Apple TV+, YouTube, Chili, Sky Primafila e Infinity TV.[7]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Nel primo fine settimana di programmazione nelle sale statunitensi, il film si posiziona al primo posto del botteghino incassando 4,8 milioni di dollari, segnando il miglior esordio da inizio pandemia.[8]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore Rotten Tomatoes il film riceve il 47% delle recensioni professionali positive con un voto medio di 5,6 su 10 basato su 168 critiche,[9] mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 54 su 100 basato su 44 critiche.[10]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Mike Fleming Jr., John Lee Hancock On A 30-Year Odyssey Making ‘The Little Things’ With Denzel Washington, Rami Malek & Jared Leto, And The Abrupt HBO Max Pandemic Pivot: The Deadline Q&A, su Deadline Hollywood, 22 dicembre 2020. URL consultato il 29 gennaio 2021.
  2. ^ Valentina D'Amico, FINO ALL'ULTIMO INDIZIO: PERCHÉ JARED LETO HA RIFIUTATO DI INDOSSARE UNA PARRUCCA, su Movieplayer.it, 4 febbraio 2021. URL consultato il 4 febbraio 2021.
  3. ^ (EN) Little Things, su productionlist.com. URL consultato il 22 dicembre 2020.
  4. ^ Filmato audio Warner Bros., FINO ALL'ULTIMO INDIZIO - Trailer Ufficiale Italiano, su YouTube, 22 dicembre 2020. URL consultato il 22 dicembre 2020.
  5. ^ (EN) Todd Haselton, Warner Bros. will launch every 2021 movie on HBO Max at the same time they hit theaters, su CNBC, 3 dicembre 2020. URL consultato il 22 dicembre 2020.
  6. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Denzel Washington & Rami Malek Cop Thriller ‘The Little Things’ Stakes Out Early 2021 Release, su Deadline Hollywood, 28 febbraio 2020. URL consultato il 22 dicembre 2020.
  7. ^ FINO ALL'ULTIMO INDIZIO, CON DENZEL WASHINGTON E JARED LETO, IN ESCLUSIVA DIGITALE DAL 5 MARZO, su Movieplayer.it, 17 febbraio 2021. URL consultato il 17 febbraio 2021.
  8. ^ Valentina D'Amico, FINO ALL'ULTIMO INDIZIO, CON DENZEL WASHINGTON E JARED LETO, MIGLIOR DEBUTTO AL BOX OFFICE USA, su Movieplayer.it, 1º febbraio 2021. URL consultato il 1º febbraio 2021.
  9. ^ (EN) Fino all'ultimo indizio, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato il 1º febbraio 2021. Modifica su Wikidata
  10. ^ (EN) Fino all'ultimo indizio, su Metacritic, CBS Interactive Inc. URL consultato il 1º febbraio 2021. Modifica su Wikidata
  11. ^ Fabio Fusco, GOLDEN GLOBE 2021: TUTTE LE NOMINATION, su Movieplayer.it, 3 febbraio 2021. URL consultato il 3 febbraio 2021.
  12. ^ (EN) NOMINATIONS ANNOUNCED FOR THE 27TH ANNUAL SCREEN ACTORS GUILD AWARDS, su Screen Actors Guild Award, 4 febbraio 2021. URL consultato il 4 febbraio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema