Finale della Coppa delle Coppe 1981-1982

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Coppa delle Coppe 1981-1982.

Finale della Coppa delle Coppe 1981-1982
Camp Nou aerial (cropped).jpg
Il Camp Nou di Barcellona, teatro della finale
Dettagli evento
Competizione Coppa delle Coppe 1981-1982
Data 12 maggio 1982
Città Barcellona
Impianto di gioco Camp Nou
Spettatori 100 066
Risultato
Barcellona
2
Standard Liegi
1
Arbitro Germania Ovest Walter Eschweiler
ed. successiva →     ← ed. precedente

La finale della 22ª edizione della Coppa delle Coppe UEFA è stata disputata il 12 maggio 1982 al Camp Nou di Barcellona tra Barcellona e Standard Liegi. All'incontro hanno assistito circa 100 000 spettatori. La partita, arbitrata dal tedesco occidentale Walter Eschweiler, ha visto la vittoria per 2-1 del club spagnolo.

Il cammino verso la finale[modifica | modifica wikitesto]

Il Barcellona di Udo Lattek esordì contro i bulgari del Trakia Plovdiv battendoli col risultato complessivo di 4-1. Agli ottavi di finale i cecoslovacchi del Dukla Praga furono sconfitti nuovamente con un 4-1 tra andata e ritorno. Ai quarti i Blaugrana affrontarono i tedeschi orientali della Lokomotive Lipsia e vinsero 3-0 in Germania Est, rendendo ininfluente la sconfitta per 2-1 di Barcellona. In semifinale gli inglesi del Tottenham furono sconfitti 1-0 nella gara di ritorno, dopo che l'andata a Londra si concluse sull'1-1.

Lo Standard Liegi di Raymond Goethals iniziò il cammino europeo contro i modesti maltesi della Floriana vincendo con un risultato complessivo di 12-1. Agli ottavi gli ungheresi del Vasas furono sconfitti col risultato totale di 4-2. Ai quarti di finale Les Rouches affrontarono i lusitani del Porto, passando il turno grazie alla vittoria casalinga per 2-0 e al pari per 2-2 ottenuto in Portogallo. In semifinale i sovietici della Dinamo Tbilisi, campioni in carica, persero sia all'andata che al ritorno col risultato di 1-0.

La partita[modifica | modifica wikitesto]

A Barcellona va in scena la finale tra il Barça, "padrone di casa" giunto all'ultimo appuntamento tra alti e bassi, e lo Standard Liegi, giunto imbattuto in finale e che schiera tra i pali il fortissimo Michel Preud'homme, ma privi del capocannoniere del torneo Eddy Voordeckers. Il gol dopo meno di dieci minuti di Guy Vandersmissen ammutolisce i centomila e più tifosi accorsi allo stadio, ma sul finire della ripresa il danese Allan Simonsen ristabilisce il pari. La seconda frazione di gioco è caratterizzata dalle reciproche scorrettezze e dal calo fisico dei belgi;[1] così intorno al ventesimo, sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Simonsen, Quini realizza il gol del vantaggio che dà la vittoria (nella propria città e nel proprio stadio) al Barcellona che vince la seconda Coppa delle Coppe.

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Barcellona
12 maggio 1982, ore 20:30
Barcellona2 – 1
referto
Standard LiegiCamp Nou (100 066 spett.)
Arbitro: Germania Ovest Walter Eschweiler

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Barcellona
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Standard Liegi
Barcellona
POR 1 Spagna Javier Urruticoechea
DIF 2 Spagna Gerardo Miranda
DIF 3 Spagna Migueli Ammonizione al 25’ 25’
DIF 6 Spagna José Ramón Alexanko
DIF 4 Spagna Manolo Ammonizione al 83’ 83’
CEN 5 Spagna Tente Sánchez Captain
CEN 8 Spagna Josep Moratalla
CEN 10 Spagna Esteban Vigo
ATT 7 Danimarca Allan Simonsen
ATT 9 Spagna Quini
ATT 11 Spagna Francisco José Carrasco
Allenatore:
Germania Udo Lattek
Barcelona vs Standard 1982-05-12.svg
Standard Liegi
POR 1 Belgio Michel Preud'homme
DIF 2 Belgio Eric Gerets Captain
DIF 4 Belgio Théo Poel
DIF 5 Belgio Walter Meeuws Yellow card.svgYellow card.svgRed card.svg 31’, 89’
DIF 3 Belgio Gerard Plessers
CEN 6 Belgio Guy Vandersmissen  Ammonizione al 85’ 85’
CEN 8 Belgio Jos Daerden
CEN 9 Paesi Bassi Arie Haan Ammonizione al 71’ 71’
ATT 11 Svizzera René Botteron
ATT 7 Paesi Bassi Simon Tahamata
ATT 11 Svezia Benny Wendt Ammonizione al 27’ 27’
Allenatore:
Belgio Raymond Goethals

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) El Standard, un señor equipo, perdió entidad en el segundo tiempo (PDF), mundodeportivo.com, 13 maggio 1982. URL consultato il 23 gennaio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio