Final Cut Pro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Final Cut Pro
software
Schermata di esempio
GenereMontaggio video
SviluppatoreApple Inc.
Ultima versione10.4.1 (09 Aprile 2018)
Sistema operativomacOS
Linguaggiococoa (non in lista)
LicenzaProprietario
(licenza non libera)
Sito webapple.com/it/finalcutstudio/finalcutpro

Final Cut Pro è un software creato da Apple Inc. rivolto al montaggio di filmati digitali. L'ultima versione è disponibile unicamente per macOS. La prima versione fu prodotta agli inizi del 2000. Il programma si è dimostrato una valida alternativa alle soluzioni Avid che sono sempre state considerate il punto di riferimento del settore.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il programma considerato il riferimento per i professionisti, consente di montare, mescolandoli, filmati con risoluzioni differenti, utilizza una interfaccia grafica molto semplice e potente e consente di remotare direttamente le videocamere amatoriali e semiprofessionali grazie al collegamento Firewire, nonché i principali deck professionali via collegamento seriale RS422. Tramite schede di terze parti può acquisire materiale nei diversi formati ad alta definizione. Il programma consente di applicare un'ampia serie di effetti grafici e di transizioni (svariati dei quali resi disponibili sul web, anche gratuitamente, da sviluppatori indipendenti) che possono essere visualizzati anche in tempo reale se le specifiche hardware lo consentono.

Apple ha presentato al NAB 2005 un pacchetto completo denominato Final Cut Studio, contenente diversi applicativi integrati: Soundtrack Pro per l'editing audio, Motion 2 per effettistica e compositing e DVD Studio Pro 4 per l'authoring dvd.

Apple ha sviluppato anche una versione economica di Final Cut Pro chiamata Final Cut Express. Questa versione condivide la stessa interfaccia grafica di Final Cut Pro ma manca di molte opzioni avanzate.

Nei primi giorni di agosto del 2009 è uscita la versione 7 di Final Cut Pro (Vedi pacchetto Final Cut Studio 3) con la grande novità al supporto e all'authoring dei Blue-Ray Disc (BD) che finora era delegata al concorrente software "Adobe Premiere".

Final Cut Pro 7 supporta in questa versione risoluzioni video ad alta definizione di 4K (4000Pixel).

Il successo di Final Cut Pro è dimostrato anche dagli Academy Awards 2010: il software Apple è stato usato per realizzare i cinque documentari nominati per la categoria Documentary – Short e quattro documentari su cinque dei nominati per la categoria Documentary – Feature.

Final Cut Pro X[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 giugno 2011 Apple presenta il nuovo Final Cut Pro X[1]. Il programma è stato completamente riscritto in amd64 abbandonando la datata architettura Carbon. Il software non è più disponibile su DVD, ma può essere acquistato solo attraverso il Mac App Store. La scelta di Apple di mantenere Final Cut Pro X e abbandonare Final Cut Pro 7, ha destato critiche da parte di molti utenti professionali, che considerano Final Cut Pro 7 un programma molto più potente.

Dal 2011 al 2018 si sono susseguite 25 versioni trasformando un software, che all'inizio precorreva i tempi, in uno strumento più coerente con le logiche del montaggio non lineare del futuro. Molte delle soluzioni adottate nel pacchetto software non sono state recepite subito dagli utenti, divenendo in seguito caratteristiche imprescindibili spingendo anche altri produttori ad adottarle in altri NLE (vedi DaVinci Resolve). L'ultima versione disponibile è la 10.4.1

Alcuni film montati con Final Cut Pro[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Apple Portale Apple: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Apple