Filtrazione a letto di manganese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La filtrazione a letto di manganese o filtrazione greensand è una tecnologia di depurazione della acque inquinate. Consiste in un sistema convenzionale di filtrazione contenente sabbia verde di manganese al posto di quella tradizionale dei filtri a letto di sabbia. Studi dimostrano che la filtrazione a sabbia verde rimuove fino al 56% di radio.

Meccanismo[modifica | modifica wikitesto]

La sabbia ha una speciale copertura di ossido di manganese, che ossida il ferro disciolto in acqua al contatto con il filtro. Questo precipita sul letto del filtro, generando rifiuti fangosi e surnatanti provenienti dal riflusso del filtro. Il filtro viene lavato dalle particelle precipitate ad intervalli di pochi giorni. Il mantenimento della forza ossidante del filtro è ottenuta mediante aggiunta di KMnO4 durante ogni ciclo di lavaggio. Il filtro è a doppio strato. La parte alta e a granulometria grossa intrappola le particelle più grandi; la parte bassa, a granulometria fine, rimuove le tracce Fe e di Mn. Viene rimosso anche qualsiasi residuo di permanganato.

Applicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Pre-trattamento per impianti a resine a scambio ionico
  • Trattamento nel settore industriale e nella potabilizzazione di acque ad uso civile

Vantaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • La filtrazione a letto di manganese è una tecnica di filtrazione classica e consolidata
  • Permette un buon trattamento dei radionuclidi

Svantaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • L'acqua deve avere un pH tra 6.7 e 8.8.
  • Per avere un'applicazione ottimale il materiale da trattare deve avere una concentrazione inferiore a 15 ppm di Fe e Mn combinati.
  • La massima rimozione pratica di H2S è 15 ppm.
  • L'acqua non dovrebbe contenere tannini e oli.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]