Film di culto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Film culto)
Alcuni fan del The Rocky Horror Picture Show travestiti con gli abiti dei loro personaggi preferiti

Film di culto (anche film cult o, film culto o in inglese, cult movie), è un'opera cinematografica che ha superato il livello del successo per arrivare a quello di notissima icona sociale, spesso al di là dei mezzi economici impiegati per produrla e malgrado il suo successo o insuccesso commerciale e critico. Il termine si utilizza anche per indicare quelle pellicole che, pur non avendo avuto un grande successo popolare, hanno comunque un pubblico ridotto ma straordinariamente affezionato, che prova verso di esse una stima che potrebbe essere paragonata ad una "adorazione religiosa" (culto), arrivando talvolta a divenire elemento di riferimento di una generazione o di una subcultura.

Definizione[modifica | modifica sorgente]

Oggi il termine cult è spesso abusato: talvolta sono gli stessi uffici stampa delle case di produzione a ricercare elementi che possano rendere un certo film appetibile per una categoria "influente" di spettatori che poi, con il passaparola, fanno gradualmente convergere l'attenzione generale su un determinato prodotto. Tuttavia, i veri film culto sono definibili solo a posteriori, dopo diversi anni dalla loro uscita, e nascono in maniera del tutto spontanea, facendo emergere dall'opera un singolo elemento che rende significativa e memorabile nella storia del cinema l'intera pellicola. In caso contrario si può parlare al massimo di una moda o di una tendenza, che nella maggior parte dei casi rimane passeggera e non si trasforma in vero culto.

Questo elemento significativo può essere, di volta in volta, un tema mai trattato prima, una tecnica innovativa, l'interpretazione di un particolare attore, un commento musicale, una singola scena o sequenza che segna un'epoca, o che sposta "in avanti" il comune senso del pudore. In genere questi tipi di film riescono a creare numerose cerchie di fan.

Film d'autore[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Film d'autore.

Il culto più grande è sicuramente quello legato al cinema d'autore, ovvero quei film-feticcio che hanno interessato più di una generazione di cinefili. Tipici esempi di questa categoria sono Blade Runner, che ha imposto una nuova tendenza nel cinema fantascientifico, con numerosi film che successivamente lo hanno citato o che ne hanno ripreso suggestioni e situazioni, oppure, in tempi meno recenti, Casablanca, citato da Woody Allen in Provaci ancora, Sam, o La corazzata Potëmkin, il cui culto è stato oggetto di ironia ne Il secondo tragico Fantozzi.

Film d'exploitation[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Film d'exploitation.

Per cinema d'exploitation si intende un genere cinematografico che mette da parte i meriti artistici per una estetizzazione più forte, estremizzando scene di sesso e di violenza.

Queste pellicole stanno lentamente venendo riscoperte dalla metà degli anni novanta in poi grazie a registi come Quentin Tarantino, Takashi Miike, Robert Rodriguez ed Eli Roth, i quali hanno dato vita a un nuovo filone del cinema d'exploitation che unisce lo stile classico di questi film ai grandi finanziamenti delle produzioni hollywoodiane.

Le pellicole più rappresentative di questa nuova generazione di registi sono Ichi the Killer, Kill Bill, Hostel e Grindhouse, quest'ultimo una vera e propria dichiarazione d'amore verso questo genere di cinema.

Film di serie B[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Film di serie B.

Notevole è poi il culto per i film "brutti", pellicole di serie B realizzate a costi ristretti e trame spesso improvvisate. Pietra miliare di questo "genere" è sicuramente Plan 9 from Outer Space e la cinematografia di Ed Wood e Coleman Francis.

Film generazionali[modifica | modifica sorgente]

Un'altra categoria di film di culto è costituita da quelli che offrono uno spaccato generazionale, facilitando così l'identificazione soprattutto degli spettatori adolescenti: tra questi possiamo ricordare, nel passato, pellicole come Gioventù bruciata, La febbre del sabato sera e Il seme della violenza, Il laureato e, in tempi più recenti, Il tempo delle mele, L'attimo fuggente e Jack Frusciante è uscito dal gruppo.

Infine, ricordiamo tra i cult movie quei film che sono espressione di una subcultura come ad esempio Easy Rider, Rocky Horror Picture Show, Arancia Meccanica, The Blues Brothers ecc.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema