FilmTv

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Film TV (rivista))
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il sito web non correlato a questa pubblicazione cartacea, vedi FilmTv.it.
FilmTv
Logo
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Periodicità settimanale
Genere stampa nazionale
Fondatore RCS
Fondazione 26 gennaio 1993[1]
Inserti e allegati Locandina
Sede Milano
Direttore Giulio Sangiorgio
Distribuzione
cartacea
Edizione cartacea singola copia
Edizione digitale singola copia / su abbonamento
Sito web
 

FilmTv è un settimanale italiano dedicato al cinema e ai programmi televisivi, edito da Tiche Italia s.r.l.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

FilmTv è un settimanale di cinema, televisione, musica e spettacolo fondato il 26 gennaio 1993 sul modello del settimanale tedesco Tv Spielfilm.[1] Esce il martedì in edicola e in formato digitale.[1]

Nel 2002, sotto la direzione di Emanuela Martini, nasce il sito FilmTv.it[2], inteso principalmente come community di utenti appassionati di cinema. Pur configurandosi come sito ufficiale della rivista agli albori, nel 2008 viene acquistato dal nascente editore digitale Banzai che mantiene un rapporto di collaborazione parziale con la rivista (nasce, infatti, tra gli utenti, il profilo FilmTv Rivista[3] che prevede uno scambio di visibilità con la pubblicazione incrociata di contenuti e in particolare, sul sito, la messa online di tutte le recensioni inserite settimanalmente sul numero in edicola.

Nel 2014, sotto la direzione di Mauro Gervasini, nasce infatti FilmTv On Demand[4], il sito ufficiale della rivista, inteso inizialmente solo come negozio digitale e vetrina delle attività del periodico, a cui si affianca dopo poco il sito del canale streaming [5] di film invisibili gestito dalla rivista (nato sulla scorta della rubrica Scanners pubblicata periodicamente sul cartaceo[6].

Nel 2016 Banzai Media (divisione digitale del citato gruppo Banzai) è stata acquisita dal gruppo Mondadori, e dunque anche il sito FilmTv.it è stato incluso tra le piattaforme ora di proprietà del grande gruppo. Già prima di questa cessione, però, la collaborazione con la rivista era stata interrotta e per quanto sul sito siano rimaste tutte le recensioni pubblicate fino a quel momento, non c'è più alcun contenuto originale (proveniente dalla rivista cartacea) successivo a quella data.

Il 20 marzo 2017 il sito ufficiale della rivista, nella nuova veste non più di mero negozio digitale ma di archivio di quanto prodotto in vent'anni di storia, viene spostato su FilmTv.press.

Direttori responsabili[modifica | modifica wikitesto]

Direttori responsabili dalla nascita della rivista:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Chi siamo, su FilmTv. URL consultato il 19 marzo 2017.
  2. ^ FilmTv.it, su filmtv.it. URL consultato il 15 marzo 2017.
  3. ^ FilmTv Rivista, su FilmTv.it. URL consultato il 15 marzo 2017.
  4. ^ Sito ufficiale, filmtv.press. Modifica su Wikidata
  5. ^ FilmtVOD, su streaming.filmtvod.com. URL consultato il 15 marzo 2017.
  6. ^ Cos'è FilmtVOD, su FilmtVOD. URL consultato il 15 marzo 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]