Filippo Montesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Filippo Montesi (Fano, 11 maggio 1963Roma, 22 marzo 1983) è stato un militare italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Marò di leva, 3°/82, della Marina Militare, battaglione "San Marco", il 15 marzo 1983, durante la missione ITALCON "Libano 2", venne colpito alla schiena durante un'imboscata mentre si trovava in azione di pattugliamento notturno sulla via dell'aeroporto di Beirut, nei pressi del campo profughi palestinese di Burj el-Barajneh. Morì il 22 marzo 1983 a seguito delle ferite riportate.

Montesi fu l'unico militare italiano a cadere durante la missione ITALCON "Libano 2". In quella missione si sono avuti inoltre 75 feriti da parte italiana a fronte di 275 caduti statunitensi e 87 francesi.

Ai funerali presenziò l'allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Croce di guerra al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Croce di guerra al valor militare
«Militare del contingente di pace nel Libano, in servizio di pattugliamento notturno, veniva attaccato con raffiche di mitra e lancio di bombe. Ferito gravemente in più parti, dando prova di abnegazione, incitava i commilitoni a reagire, invitandoli a non curarsi di lui.»
— Beirut (Libano), 15 marzo 1983.
Medaglia commemorativa operazioni in Libano - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa operazioni in Libano

A Fano, la sua città, e soprattutto nel quartiere S.Orso dove risiedeva, alla memoria di Filippo sono state dedicate:

  • Via F. Montesi
  • Scuola Primaria F. Montesi
  • Campo sportivo F. Montesi

Porta il suo nome anche il locale gruppo dell'Associazione nazionale marinai d'Italia.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]