Filippo Dini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Filippo Dini (Genova, 7 aprile 1973) è un attore e regista teatrale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Muove i primi passi presso l'Associazione per la Ricerca Teatrale di Genova,[1] dal 1994 al 1996 è allievo della scuola del Teatro Stabile di Genova.[2] Nel 1998 fonda la compagnia teatrale Gloriababbi Teatro. Negli anni successivi è protagonista in tournée teatrali lavorando con Giampiero Rappa, Fausto Paravidino, Giorgio Barberio Corsetti, Carlo Cecchi, Valerio Binasco, Luca Barbareschi e Paolo Magelli.[2]

Come regista nel 2015 cura l'Ivanov di Čechov, con cui vince il Premio Le Maschere del Teatro Italiano per il miglior regista.[3]

Al cinema ha lavorato in Tu ridi dei fratelli Taviani, La via degli angeli di Pupi Avati, Antonia. di Ferdinando Cito Filomarino, Mia madre di Nanni Moretti e Né Giulietta né Romeo di Veronica Pivetti.[2]

Nel 2013 è protagonista a teatro de Il discorso del re diretto da Luca Barbareschi, col quale vince il premio Le Maschere del Teatro Italiano ed è candidato al premio Premio Ubu.[4]

Nel 2017 è regista dell'adattamento teatrale de La guerra dei Roses, con Ambra Angiolini e Matteo Cremon, portato in tournée nei teatri italiani nei due anni successivi.[5] Nello stesso anno dirige Rosalind Franklin - Il segreto della vita, con cui Asia Argento debutta in teatro.[6]

In televisione partecipa come attore a varie serie tv, fra le quali Pietro Mennea - La freccia del Sud di Ricky Tognazzi, Un passo dal cielo, Il giovane Montalbano, Distretto di polizia, Nebbie e delitti, Diritto di difesa, Casa famiglia, Blanca; tra il 2016 e il 2021 è inoltre fra i protagonisti della serie tv Rocco Schiavone, nella quale interpreta il ruolo di Maurizio Baldi.[2]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Take me away (Portami via) di Gerard Murphy, regia di Filippo Dini (2006)
  • Rottami di e con Emanuela Guaiana, regia di Filippo Dini (2012)
  • Ivanov di Anton Pavlovič Čechov, regia di Filippo Dini (2015)
  • Il borghese gentiluomo di Molière, regia di Filippo Dini (2016-2017)
  • Rosalind Franklin. Il segreto della vita, regia di e con Filippo Dini (2017)
  • La guerra dei Roses, regia di Filippo Dini (2017)
  • Regalo di Natale, regia di Marcello Cotugno (2017)
  • Così è (se vi pare) di Luigi Pirandello, regia di e con Filippo Dini (2018-2019)
  • Anfitrione, regia di Filippo Dini (2019)
  • Misery, regia di e con Filippo Dini (2019)
  • Locke, regia di Filippo Dini (2020)

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premi teatrali[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Le Maschere del Teatro Italiano 2011 - Migliore attore non protagonista[7]
  • Premio Le maschere del teatro 2016 - Miglior regista
  • Premio Ubu 2013 - Candidatura a migliore attore protagonista
  • Premio Golden Graal 2013 - Migliore attore[8]
  • Premio Persefone 2013 - Candidatura a migliore attore di prosa
  • Premio Hystrio-Anct 2014 - Al percorso artistico[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]