Filippo Carlo d'Arenberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Filippo Carlo d'Arenberg
Philippe Francois DArenberg.jpg
Duca d'Arenberg
Wappen Aremberg.svg
In carica 1681 –
1691
Predecessore Carlo Eugenio
Successore Leopoldo
Altri titoli Duca d'Aerschot
Duca di Croy
Nascita 10 maggio 1663
Morte Petervaradino, 25 agosto 1691
Dinastia Arenberg
Padre Carlo Eugenio d'Arenberg
Madre Maria Enrichetta de Cusance
Consorte Maria Enrichetta del Carretto
Figli Maria Anna
Leopoldo

Filippo Carlo Francesco d'Arenberg (10 maggio 1663Petervaradino, 25 agosto 1691) fu il terzo Duca di Arenberg e di Arschot.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio primogenito del duca Carlo Eugenio, e di sua moglie, Maria Enrichetta de Cusance.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

All'età di quindici anni gli fu affidato il comando di un reggimento di fanteria tedesca datogli da Carlos de Gurrea, duca di Villahermosa, Governatore Generale dei Paesi Bassi. Nel 1683 prese il comando di un reggimento di cavalleria borgognona; nello stesso anno, Carlo II di Spagna lo nominò capitano degli arcieri della sua guardia.

Come il padre era Grand-Bailli e Capitano Generale dell'Hainaut.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, il 12 febbraio 1684 a Bruxelles, Maria Enrichetta del Carretto (20 settembre 1671-22 febbraio 1744), marchesa di Savona e Grana, figlia di Ottone Enrico del Carretto. Ebbero due figli:

  • Maria Anna (21 agosto 1689-24 aprile 1736), sposò François-Egon de La Tour, ebbero una figlia;
  • Leopoldo (14 ottobre 1690-4 marzo 1754).

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1691 servì l'imperatore. Ha comandato una brigata nella memorabile Battaglia di Slankamen, dove l'esercito imperiale ottenne una vittoria completa sugli Ottomani. Ferito da un proiettile al petto fin dall'inizio dell'azione, ha dovuto lasciare il campo di battaglia. Il colpo che ricevette era mortale; eppure ha vissuto per sei giorni in preda a crudeli sofferenze che ha sopportato con pazienza e coraggio esemplare. Fu trasportato a Petervaradino, dove vi morì il 25 agosto.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze asburgiche[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere del Toson d'Oro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere del Toson d'Oro
— 4 luglio 1685

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Arenberg Fondation, su arenbergfoundation.eu. URL consultato il 18 ottobre 2010. ;
  • (NL) www.dinastias.com, su dinastias.com. URL consultato il 18 ottobre 2010. ;
  • (EN) genealogy.euweb.cz. URL consultato il 28 novembre 2010.  ;
  • (FR) roglo.eu. URL consultato il 28 novembre 2010.  ;
  • (EN) gw1.geneanet.org. URL consultato il 28 novembre 2010.  ;
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie