Filippo Acciaiuoli (poeta)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Filippo Acciaiuoli (Roma, 16378 febbraio 1700) è stato un poeta e librettista italiano, discendente della famiglia fiorentina degli Acciaiuoli.

Stemma degli Acciaiuoli

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

In gioventù fu cavaliere gerosolimitano dal 1657 al 1667 e viaggiò molto, soprattutto a bordo di navi, per l'Europa, l'Asia, l'Africa e forse anche l'America.

Nel 1671 l'opera Il novello Giasone e Scipione Africano ebbero la prima assoluta al Teatro Tordinona di Roma e nel 1673 Caligula delirante al Teatro San Bartolomeo di Napoli.

Nonostante spostamenti regolari tra Firenze e Venezia, si stabilì per lo più a Roma, dove fu il creatore di un celebre teatro di burattini (1680 circa) per il quale scrisse vari testi. Il suo teatro di Capranica si distinse per le singolari trovate e le macchine teatrali ingegnose.

Tipica, vivace figura di quel periodo, frequentò il salotto dell'Arcadia di Cristina di Svezia e per tutta la vita si dilettò delle più varie attività.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Libretti d'opera[modifica | modifica wikitesto]

Libretti per il Teatro dei Burattini[modifica | modifica wikitesto]

  • La noce di Benevento o sia il consiglio delle streghe
  • Campi Elisi

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Stanley Sadie (a cura di), The New Grove Dictionary of Opera, Paperback, 1992, ISBN 0-333-73432-7.
  • John Warrack; Ewan West, The Oxford Dictionary of Opera, Oxford University Press, 1992, ISBN 0-19-869164-5.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN29869017 · ISNI (EN0000 0000 6631 1013 · SBN IT\ICCU\BVEV\062322 · Europeana agent/base/23687 · LCCN (ENno2009047408 · GND (DE1046210009 · ULAN (EN500104134 · BAV (EN495/124876 · CERL cnp01015534 · WorldCat Identities (ENlccn-no2009047408