Figlie di Gesù (Salamanca)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Le Figlie di Gesù (in spagnolo Hijas de Jesús) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione, dette anche gesuitine, pospongono al loro nome la sigla F.I.[1]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La congregazione venne fondata a Salamanca l'8 dicembre 1871 da Juana Josefa Cipitria y Barriola (1845-1912), con l'aiuto del sacerdote gesuita Miguel San José Herranz (1819-1896) e il beneplacito del vescovo di Salamanca Joaquín Lluch y Garriga, carmelitano scalzo.[2]

La prima vestizione della Cipitria y Barriola (in religione Candida Maria di Gesù) e delle sue prime compagne si ebbe il 31 maggio 1872 e l'8 dicembre 1873 le componenti della nascente congregazione emisero la loro prima professione dei voti.[2]

Le costituzioni delle Figlie di Gesù vennero approvate dal vescovo Lluch y Garriga il 3 aprile 1872: l'istituto ottenne il pontificio decreto di lode il 6 agosto 1901 e le sue costituzioni vennero approvate dalla Santa Sede nel 1913.[2]

La fondatrice, beatificata da papa Giovanni Paolo II nel 1996, è stata proclamata santa da papa Benedetto XVI il 17 ottobre 2010;[3] anche il nome di un'altra religiosa dell'istituto, María Antonia Bandrés y Elósegui, è riportato nel catalogo dei beati.[4]

Attività e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Le Figlie di Gesù si dedicano principalmente all'istruzione ed educazione cristiana della gioventù: la loro spiritualità è ignaziana.[2]

Sono presenti in Argentina, Bolivia, Brasile, Cina, Colombia, Cuba, Repubblica Dominicana, Filippine, Giappone, Italia, Mozambico, Spagna, Thailandia, Taiwan e Venezuela:[5] la sede generalizia è a Roma.[1]

Al 31 dicembre 2008 l'istituto contava 1.049 religiose in 138 case.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2010, p. 1572.
  2. ^ a b c d DIP, vol. III (1976), coll. 1587-1588, voce a cura di G. Rocca.
  3. ^ La cappella papale per le canonizzazioni del 17 ottobre 2010 (PDF), su vatican.va. URL consultato il 18-10-2010.
  4. ^ Tabella riassuntiva delle beatificazioni avvenute nel corso delpontificato di Giovanni Paolo II, su vatican.va. URL consultato il 18 ottobre 2010.
  5. ^ Dónde estamos, su hijasdejesus.org. URL consultato il 6 luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 27 luglio 2009).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Annuario Pontificio per l'anno 2010, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2010. ISBN 978-88-209-8355-0.
  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo