Figli del sole

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Figli del sole
Sun Children film.png
Una scena del film
Titolo originaleخورشید
Khoršid
Lingua originalepersiano
Paese di produzioneIran
Anno2020
Durata99 min
Rapporto2,39:1
Generedrammatico
RegiaMajid Majidi
SceneggiaturaMajid Majidi, Nima Javidi
ProduttoreMajid Majidi, Amir Banan
Produttore esecutivoMehdi Badrlou
Distribuzione in italianoEuropictures
FotografiaHooman Behmanesh
MontaggioHassan Hassandoost
Effetti specialiJavad Matouri
MusicheRamin Kousha
ScenografiaKeyvan Moqaddam
CostumiAmir Malekpour
TruccoMir-Mohsen Mousavi Madani
Interpreti e personaggi
  • Rouhollah Zamani: Ali
  • Shamila Shirzad: Zahra
  • Abolfazl Shirzad: Abolfazl
  • Ali Nassirian: Hashem
  • Javad Ezzati: vicepreside della scuola
  • Tannaz Tabatabaei: madre di Ali
  • Seyed Mohammad Mehdi Mousavi Fard: Mamad
  • Mani Ghafouri: Reza
  • Safar Mohammadi: bidello della scuola
  • Ali Ghabeshi: preside della scuola
Doppiatori italiani
  • Davide Farronato: Ali
  • Ilaria Boschetti: Zahra
  • Pietro Novara: Abolfazl
  • Mario Brusa: Hashem
  • Fabrizio Odetto: vicepreside della scuola
  • Tommaso Zalone: Mamad
  • Zackari Delmas: Reza
  • Maurizio Di Girolamo: bidello della scuola
  • Roberto Accornero: preside della scuola

Figli del sole (Khoršid) è un film del 2020 diretto da Majid Majidi.

È stato presentato in concorso alla 77ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia e scelto per rappresentare l'Iran nella categoria per il miglior film internazionale ai premi Oscar 2021,[1][2] riuscendo a rientrare nella short-list dei 15 semifinalisti.[3]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nei sobborghi di Teheran, il piccolo Ali, di dodici anni, e i suoi amici vivono alla giornata, guadagnando da vivere per loro stessi e per le loro famiglie tra lavoretti e piccoli furti. Tutto potrebbe cambiare quando Ali scopre di un tesoro sepolto, ma, per raggiungere il tunnel sotterraneo dove si trova, Ali e gli altri devono iscriversi a un istituto di beneficenza situato sopra di esso, dedicato ad educare i bambini per sottrarli alla strada e al lavoro minorile.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima al Fajr International Film Festival il 10 febbraio 2020,[4] dopo essere stato in un primo momento rimosso dalla competizione, non essendo stato completato in tempo.[5] In Italia, è stato presentato in anteprima il 5 settembre 2020 alla 77ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia,[1][6] venendo distribuito nelle sale cinematografiche italiane dal 2 settembre 2021.[7]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Zack Sharf, Venice Film Festival 2020 Full Lineup: Luca Guadagnino, Chloe Zhao, Gia Coppola, and More, su indiewire.com, 28 luglio 2020. URL consultato il 28 luglio 2020.
  2. ^ (EN) Majidi's 'The Sun' to represent Iran in Oscar 2021, su en.mehrnews.com, 8 novembre 2020. URL consultato l'8 novembre 2020.
  3. ^ (EN) Zack Sharf, Oscar Shortlists Revealed: International Feature, Documentary, Original Score, and More, su IndieWire, 9 febbraio 2021. URL consultato il 10 febbraio 2021.
  4. ^ (EN) “The Sun” director Majid Majidi says everybody responsible for child labor, su Tehran Times, 11 febbraio 2020. URL consultato il 7 agosto 2020.
  5. ^ (EN) “Khorshid” replaced by “Filicide” at Fajr Film Festival, su Tehran Times, 3 febbraio 2020. URL consultato il 7 agosto 2020.
  6. ^ Khorshid (I figli del sole), su labiennale.org, Biennale di Venezia. URL consultato il 21 agosto 2020.
  7. ^ Figli del sole: il trailer italiano ufficiale del film di Majid Majidi, su Comingsoon.it, 23 luglio 2021. URL consultato il 26 luglio 2021.
  8. ^ (EN) Seyyed Mostafa Mousavi Sabet, Child labor drama “The Sun” shines as best film at Fajr festival, su Tehran Times, 11 febbraio 2020. URL consultato il 7 agosto 2020.
  9. ^ (EN) Nancy Tartaglione, ‘Nomadland’ Scoops Golden Lion At Venice Film Festival – Full List Of Winnners, su deadline.com, 12 settembre 2020. URL consultato il 12 settembre 2020.
  10. ^ Premi collaterali della 77ª Mostra, su labiennale.org, Biennale di Venezia, 11 settembre 2020. URL consultato il 13 settembre 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema