Fields of Gold: The Best of Sting 1984-1994

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fields of Gold: The Best of Sting 1984-1994
Artista Sting
Tipo album Raccolta
Pubblicazione 8 novembre 1994
Dischi 1
Tracce 14 Stati Uniti
17 Europa
Genere Pop rock
Soft rock
Fusion
Etichetta A&M
Produttore Hugh Padgham
Registrazione 1985 – 1994
Certificazioni
Dischi d'oro Austria Austria[1]
(vendite: 25 000+)

Giappone Giappone[2]
(vendite: 271 830)[3] Polonia Polonia[4]
(vendite: 50 000+)

Svezia Svezia[5]
(vendite: 50 000+)
Dischi di platino Argentina Argentina[6]
(vendite: 60 000+)

Canada Canada[7]
(vendite: 100 000+)
Europa Europa (4)[8]
(vendite: 4 000 000+)
Finlandia Finlandia [9]
(vendite: 68 127)[10] Francia Francia[11]
(vendite: 300 000+)
Germania Germania[12]
(vendite: 500 000+)
Regno Unito Regno Unito (3)[13]
(vendite: 900 000+)
Spagna Spagna[14]
(vendite: 100 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (2)[15]
(vendite: 2 000 000+)

Svizzera Svizzera[16]
(vendite: 50 000+)
Sting - cronologia
Album precedente
(1993)
Album successivo
(1996)
Singoli
  1. When We Dance
    Pubblicato: ottobre 1994
  2. This Cowboy Song
    Pubblicato: 1995
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[17] 4/5 stelle
Entertainment Weekly[18] (B)
Rolling Stone[19] 4/5 stelle

Fields of Gold: The Best of Sting 1984-1994 è la prima raccolta del cantante britannico Sting, pubblicata nel novembre del 1994. Raccoglie i successi dei suoi primi quattro album da solista: The Dream of the Blue Turtles, ...Nothing Like the Sun, The Soul Cages e Ten Summoner's Tales. Sono inoltre presenti due brani inediti, When We Dance e This Cowboy Song, entrambi pubblicati come singoli (anche se la versione di This Cowboy Song presente nella raccolta sarà utilizzata solo come lato B, in quanto sul lato A verrà pubblicata una nuova versione raggae del brano registrata da Sting in collaborazione con Pato Banton).

Nella raccolta è anche presente una versione alternativa di We'll Be Together, che vede Eric Clapton alla chitarra. It's Probably Me è presente nella versione utilizzata nella colonna sonora del film Arma letale 3, quindi non è la quella inserita nell'album Ten Summoner's Tales. Nonostante non sia riportato nelle note di copertina, la versione di Why Should I Cry for You inserita in questa raccolta differisce da quella apparsa nell'album The Soul Cages.

L'edizione internazionale della raccolta contiene cinque tracce non incluse nell'edizione statunitense, ma a differenza di quest'ultima non presenta Be Still My Beating Heart e Fortress Around Your Heart.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le canzoni sono state composte da Sting.

Edizione statunitense[modifica | modifica wikitesto]

  1. When We Dance – 5:59
    • Inedito
  2. If You Love Somebody Set Them Free – 4:15
  3. Fields of Gold – 3:39
  4. All This Time – 4:55
  5. Fortress Around Your Heart – 4:36
    • Versione remixata della canzone originariamente pubblicata nell'album The Dream of the Blue Turtles (1985)
  6. Be Still My Beating Heart – 5:32
  7. They Dance Alone (Cueca Solo) – 7:10
    • Originariamente pubblicata nell'album ...Nothing Like the Sun (1987)
  8. If I Ever Lose My Faith in You – 4:31
    • Originariamente pubblicata nell'album Ten Summoner's Tales (1993)
  9. Fragile – 3:53
    • Originariamente pubblicata nell'album ...Nothing Like the Sun (1987)
  10. Why Should I Cry for You? – 4:50
    • Versione remixata della canzone originariamente pubblicata nell'album The Soul Cages (1991)
  11. Englishman in New York – 4:27
    • Originariamente pubblicata nell'album ...Nothing Like the Sun (1987)
  12. We'll Be Together – 3:51
    • Versione alternativa della canzone originariamente pubblicata nell'album ...Nothing Like the Sun (1987)
  13. Russians – 3:58
    • Originariamente pubblicata nell'album The Dream of the Blue Turtles (1985)
  14. This Cowboy Song – 5:00
    • Inedito

Edizione internazionale[modifica | modifica wikitesto]

  1. When We Dance – 5:59
    • Inedito
  2. If You Love Somebody Set Them Free – 4:15
  3. Fields of Gold – 3:39
  4. All This Time – 4:55
  5. Englishman in New York – 4:27
  6. Mad About You - 3:54
    • Originariamente pubblicata nell'album The Soul Cages (1991)
  7. It's Probably Me - 5:10
    • Originariamente pubblicata nella colonna sonora del film Arma letale 3 (1992)
  8. They Dance Alone (Cueca Solo) – 7:10
    • Originariamente pubblicata nell'album ...Nothing Like the Sun (1987)
  9. If I Ever Lose My Faith in You – 4:31
  10. Fragile – 3:53
    • Originariamente pubblicata nell'album ...Nothing Like the Sun (1987)
  11. We'll Be Together – 3:51
    • Versione alternativa della canzone originariamente pubblicata nell'album ...Nothing Like the Sun (1987)
  12. Moon Over Bourbon Street - 4:00
    • Originariamente pubblicata nell'album The Dream of the Blue Turtles (1985)
  13. Love Is the Seventh Wave - 3:32
    • Originariamente pubblicata nell'album The Dream of the Blue Turtles (1985)
  14. Russians – 3:58
    • Originariamente pubblicata nell'album The Dream of the Blue Turtles (1985)
  15. Why Should I Cry for You – 4:50
    • Versione remixata della canzone originariamente pubblicata nell'album The Soul Cages (1991)
  16. This Cowboy Song – 5:00
    • Inedito
  17. Fragilidad - 3:51
    • Originariamente pubblicata nell'EP ...Nada como el sol (versione in lingua spagnola di Fragile)
  • Nell'edizione brasiliana Fragilidad è sostituita da Frágil (versione in lingua portoghese di Fragile)
  • Nell'edizione italiana Fragilidad è sostituita da Muoio per te (versione in lingua italiana di Mad About You).

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1994) Posizione
Canada[38] 91
Francia[39] 49
Italia[40] 8
Paesi Bassi[41] 41
Regno Unito[42] 19
Classifica (1995) Posizione
Austria[43] 33
Belgio (Vallonia)[44] 23
Canada[45] 85
Paesi Bassi[46] 26
Regno Unito[47] 67
Stati Uniti[48] 62
Svizzera[49] 44
Classifica (1996) Posizione
Regno Unito[50] 134

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Austrian album certifications – Sting – Fields of Gold, IFPI Austria.
  2. ^ (JA) RIAJ > The Record > January 1995 > Certified Awards (November 1994) su Recording Industry Association of Japan. URL consultato il 2 agosto 2013.
  3. ^ Oricon Album Chart Book: Complete Edition 1970-2005, Roppongi, Tokyo, Oricon Entertainment, 2006, ISBN 4-87131-077-9.
  4. ^ Polish album certifications – Sting – Fields of Gold. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  5. ^ (SV) Gold & Platinum 1987–1998 (PDF) su IFPI Sweden, p. 17. URL consultato il 12 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 21 maggio 2012).
  6. ^ (ES) Gold & Platinum Discs su CAPIF. URL consultato il 12 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2011).
  7. ^ Canadian album certifications – Sting – Fields of Gold, Music Canada. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  8. ^ IFPI Platinum Europe Awards – 1998, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  9. ^ Kultalevyjen myöntämisrajat, Musiikkituottajat. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  10. ^ Sting, Musiikkituottajat. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  11. ^ French album certifications – Sting – Fields of Gold, Syndicat National de l'Édition Phonographique. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  12. ^ Gold-/Platin-Datenbank (Sting; 'Fields of Gold'), Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  13. ^ British album certifications – Sting – Fields of Gold, British Phonographic Industry. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  14. ^ Productores de Música de España, Solo Exitos 1959–2002 Ano A Ano: Certificados 1991–1995, prima edizione, ISBN 84-8048-639-2.
  15. ^ American album certifications – Sting – Fields of Gold, Recording Industry Association of America. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  16. ^ The Official Swiss Charts and Music Community: Awards (Sting; 'Fields of Gold'), Hung Medien. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  17. ^ (EN) Stephen Thomas Erlewine, Fields of Gold - The Best of Sting 1984-1994 - Review, All Media Network.
  18. ^ Chuck Eddy, Album Review: 'Fields of Gold, The Best of Sting 1984-1994' su Entertainment Weekly, 11 novembre 1994. URL consultato il 29 maggio 2012.
  19. ^ Nathan Brackett e Christian Hoard, The Rolling Stone Album Guide, New York City, New York, Simon and Schuster, 2004, p. 784, ISBN 0-7432-0169-8.
  20. ^ Australian-charts.com – Sting – Fields of Gold – The Best of Sting 1984–1994 su Australian-charts.com, Hung Medien. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  21. ^ (DE) Sting – Fields of Gold – The Best of Sting 1984–1994 – Austriancharts.at su Austriancharts.at, Hung Medien. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  22. ^ (NL) Ultratop.be – Sting – Fields of Gold – The Best of Sting 1984–1994 su Ultratop, Hung Medien. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  23. ^ (FR) Ultratop.be – Sting – Fields of Gold – The Best of Sting 1984–1994 su Ultratop, Hung Medien. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  24. ^ RPM 100 Albums in RPM, vol. 60, nº 20, 5 dicembre 1994, ISSN 0033-7064. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  25. ^ Hits of the World: Eurochart Hot 100 in Billboard, vol. 106, nº 52, 24 dicembre 1994, p. 55, ISSN 0006-2510. URL consultato il 12 dicembre 2013.
  26. ^ Finnishcharts.com – Sting – Fields of Gold – The Best of Sting 1984–1994 su Finnishcharts.com, Hung Medien. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  27. ^ (FR) InfoDisc: Tous les "Chart Runs" des Albums classés depuis 1985 dans le Top Albums Officiel su InfoDisc. URL consultato il 12 febbraio 2013. Search for STING under drop-down menu and click OK.
  28. ^ (DE) Top 100 Longplay su Charts.de, Media Control. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  29. ^ Hits of the World: Ireland in Billboard, vol. 106, nº 50, 10 dicembre 1994, p. 51, ISSN 0006-2510. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  30. ^ Hits of the World: Italy in Billboard, vol. 106, nº 49, 3 dicembre 1994, p. 50, ISSN 0006-2510. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  31. ^ Norwegiancharts.com – Sting – Fields of Gold – The Best of Sting 1984–1994 su Norwegiancharts.com, Hung Medien. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  32. ^ Charts.org.nz – Sting – Fields of Gold – The Best of Sting 1984–1994 su Charts.org.nz, Hung Medien. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  33. ^ (NL) Dutchcharts.nl – Sting – Fields of Gold – The Best of Sting 1984–1994 su GfK Dutch Charts, Hung Medien. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  34. ^ Hits of the World: Portugal in Billboard, vol. 106, nº 52, 24 dicembre 1994, p. 55, ISSN 0006-2510. URL consultato il 12 dicembre 2013.
  35. ^ 1994-11-19 Top 40 Official UK Albums Archive | Official Charts su Official Charts Company. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  36. ^ Swedishcharts.com – Sting – Fields of Gold – The Best of Sting 1984–1994 su Swedishcharts.com, Hung Medien. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  37. ^ (DE) Sting – Fields of Gold – The Best of Sting 1984–1994 – Hitparade.ch su Hitparade.ch, Hung Medien. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  38. ^ The RPM Top 100 Albums of 1994, RPM. URL consultato il 3 ottobre 2011.
  39. ^ (FR) Les Albums (CD) de 1994 par InfoDisc (PHP), infodisc.fr. URL consultato il 2 maggio 2012.
  40. ^ Gli album più venduti del 1994, hitparadeitalia.it. URL consultato l'11 novembre 2014.
  41. ^ (NL) Dutch charts jaaroverzichten 1994, Dutchcharts.nl. URL consultato il 9 aprile 2014.
  42. ^ Complete UK Year-End Album Charts. URL consultato il 2 aprile 2014 (archiviato dall'url originale l'11 gennaio 2012).
  43. ^ Austriancharts.at - Jahreshitparade 1995, Hung Medien. URL consultato il 2 maggio 2012.
  44. ^ (FR) Rapports annuels 1995 su Ultratop, Hung Medien. URL consultato il 25 gennaio 2012.
  45. ^ The RPM Top 100 Albums of 1995, RPM. URL consultato il 3 ottobre 2011.
  46. ^ (NL) Dutch charts jaaroverzichten 1995, Dutchcharts.nl. URL consultato il 9 aprile 2014.
  47. ^ CIN Artist Albums - Year-End - 1995. URL consultato l'11 luglio 2011.
  48. ^ (EN) 1995: Billboard 200 Albums, Billboard. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  49. ^ Hitparade.ch - Schweizer Jahreshitparade 1995, Hung Medien. URL consultato il 2 maggio 2012.
  50. ^ UNITED KINGDOM (CIN) BEST ALBUMS OF 1996. URL consultato il 4 febbraio 2012.
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica